Home » MUSICA, PRIMO PIANO » Il format radio “Il Re del Gancio” ideato e condotto da Giancarlo Passarella primo storico talent scout radiofonico. Nuovi appuntamenti

Il format radio “Il Re del Gancio” ideato e condotto da Giancarlo Passarella primo storico talent scout radiofonico. Nuovi appuntamenti

Firenze. Il format radio “Il Re del Gancio”, ideato e condotto dal super Giancarlo Passarella, continua a essere richiesto e trasmesso dalle emittenti radiofoniche italiane e straniere. Alle quali è spedito gratuitamente. Sono oltre 110 fino ad oggi che trasmetto questo incredibile format radio che propone con tanto successo giovani artisti accanto ai big italiani e stranieri. Il format radio è una striscia originale e propositiva di dieci minuti davvero imperdibili. Uno show giudicato di grande aiuto non solo per le piccole radio (un valido aiuto per loro a rimanere vive!) ma per tutti gli artisti validi, che spesso sono ignorati dalle grandi produzioni. Non c’è dubbio, Giancarlo Passarella fa proprio servizio pubblico come la Rai. Storicamente lo ricordiamo come primo talent scout radiofonico (già nel biennio 1986/87 a Rai Stereo Uno programmava brani tratti da demo su cassetta) che tra i tanti ha scoperto, per far qualche nome, Ligabue, Banda bardò, Irene Grandi. Approfittiamo per segnalare ai nostri lettori che Giancarlo Passarella può essere contattato su Facebook in una di queste pagine:  -https://www.facebook.com/pages/Giancarlo-Passarella-official/255883484432771?ref=hl- https://www.facebook.com/musicalnewshttps://www.facebook.com/giancarlo.passarella.94

Passarella è fra l’altro il fondatore e direttore dell’etichetta discografica U.d.U Record della quale lo scorso 3 giugno (durante una pausa delle riprese del videoclip del brano “Io no” dei Lithio) ne ha parlato nel corso di una videointervista a MiniRadioWeb alle Officine Farneto di Roma. Ecco gli appuntamenti di questa settimana.

Lunedì 15 giugno

Primo brano in scaletta, lunedì 5 maggio, è “Smoke Gets in your Eyes” dei The Platters. E’ un celebre brano musicale scritto dal compositore americano Jerome Kern e dal paroliere Otto Harbach per la loro operetta del 1933, intitolata “Roberta”. Nel 1958 la ripresero i Platters e da allora è un evergreen.

Il secondo brano è “Cry” di Franco Eco, calabrese di nascita, romano di adozione. Compositore e regista Teatrale. Nel cinema compone colonne sonore. Personalità eclettica, nonostante la giovane età ha conquistato riconoscimenti e premi, anche al Festival del Cinema di Venezia. Il suo cd “Dante Concert”, album sulla Divina Commedia con la prefazione di Giulio Andreotti (U.d.U. Records, 2009) ha ricevuto recensioni strepitose, ma lui è proiettato nelle colonne sonore: “Oggetti smarriti” (secondo premio al Giffoni Film Festival 2011), “Come trovare nel modo giusto l’uomo sbagliato” (2011, film distribuito da “20th Century Fox”), “Napoletans” (2011), “L’incantatore di serpenti – La vita senza freno di Giancarlo Fusco” (RAI, 2011).

Martedì 16 giugno

Il primo brano di oggi è “T.V.B.” di Irene Grandi. Ha iniziato giovane a cantare rock & blues, esordendo con i Goppions: ora è una signora della musica italiana e collabora con artisti anche molto famosi, come in questo brano, firmato da Jovanotti. “T.V.B.” è l’acronimo di “Ti Voglio Bene” ….Non mi chiamare più; Io non ti cercherò / Però rimane questo grande non lo so / Lo spazio fra noi due potrebbe essere il paradiso / Ma come faccio io a dimenticare il tuo viso / o T.V.B. ma non so se mi conviene / Perché c’ho un pò paura di soffrire / Potrei anche morire… Il pezzo è stato inserito nel suo primo album (1994) intitolato “Irene Grandi”.  Gli altri suoi album: “In vacanza da una vita” (1995), “Per fortuna purtroppo” (1997), “Verde rosso blu” (1999), “Prima di partire” (2003),“Indelebile” (2005), “ Canzoni per Natale” (2008), “Alle porte del sogno” (2010), “Irene Grandi & Stefano Bollani” (2012), “Un vento senza nome” (2015). Con il pezzo che ha dato titolo all’album è stata finalista quest’anno al Festival di Sanremo. Ha proposto brani anche alle edizioni del Festival di Sanremo 1993, 1994, 2000, 2007, 2010.

Il secondo brano è “Hippogriff “dei Sun King di Civitanova Marche (Macerata). Il brano è contenuto nel cd “Project Czar: Ivan”, cui ha fatto seguito il cd intitolato “I.D.J.S.”, acronimo dei nomi di battesimo dei quattro membri: Ivan Perugini (cantante e paroliere del gruppo), Daniele Sincini (bassista e ai cori), Giacomo “Jack” Pettinari (chitarrista solista) e Stefano Casoni (batterista). Il video “Hippogriff” è stato girato e montato da Alessandro Bracalente, cantante dei Nevroshockingiochi. Se amate band storiche come Baron Rojo, Ac/Dc, Black Sabbath e Steppenwolf, allora questo quartetto (dice Giancarlo Passarella) fa per voi. Il loro hard rock l’abbiamo cominciato ad amare diversi anni fa (dice ancora Passarella), proprio ascoltando questo provino “Hippogriff”. Da ricordare che i loro cd sono stati pubblicati da U.d.U. Records.

Mercoledì 17 giugno

Primo brano è “World, Hold On (Children of the sky) di Bob Sinclar feat. Steve Edwards. Bob Sinclar si conferma come il dj più popolare del momento: un Re Mida che trasforma in oro tutto quello che tocca. Anche questo brano fa parte dell’album “Western Dream” (2006), da cui fu tratto l’altro hit “Love Generation”. “Paris by night” (2013) è il titolo del suo tredicesimo e ultimo album.

Secondo brano: “Tonight” di Alessia D’Andrea (Catanzaro). Usiamo i 50 centesimi (veri) presenti nella copertina del cd (su Renilin Recs), per sostenere l’associazione Save the Children! Dopo aver vinto il Premio Mia Martini e il Premio Musicultura, nel 2004 (grazie al fortunato incontro con Ian Anderson dei Jethro Tull col quale incide Locomotive Breath) è subito proiettata nel mercato musicale estero dove colleziona numerosi consensi internazionali. I suoi lavori per l’etichetta inglese  Ministry of Sound sono stati licenziati non solo in Europa ma in Paesi come il Canada, Cina, Hong Kong, Macau, Taiwan. Firma insieme a DJ Molella, nel 2010 il brano “Paradise”, che diventa sigla del programma radiofonico “Lo Zoo di 105” e si esibisce come special guest durante il concerto tributo a Fabrizio De Andrè, al Teatro dell’Opera di Sofia, di fronte alle maggiori autorità nazionali. Nei primi mesi del 2010 il suo videoclip 8 o’ clock va in rotazione su diversi canali musicali tra cui RAI Music e viene scelto anche da un programma TV in Cina, mentre il videoclip “Tonight” è inserito da MTV Europe nella World Chart Express. Il 27 marzo 2014 è uscito il suo primo album in italiano “Luna d’inverno”.

Giovedì 18 giugno

Come primo brano Giancarlo Passarella ci fa ascoltare “The First Cut is the Deepest” del cantautore britannico Cat Stevens. Brano tratto dal celebre disco “New “ del 1967. Si tratta di una canzone talmente famosa da essere ripresa da P.P. Arnold (sempre nel 1967), Linda Ronstadt (1973), Keith Hampshire (1973), Rod Stewart (1977) e Sheryl Crow (2003). Cat Stevens ha inciso in totale 34 album come Cat Stevens e come Yusuf Islam (l’uklrimo nel 2014: “Tell ‘Em I’m Gone”).

Secondo brano è “Ansiolitic dei baresi Jolaurlo, stabilitisi a Bologna. Pulp rock, semplice, tratto dal cd “D’istanti” (pubblicato dalla Tube Records). Giancarlo fa i complimenti a Marzia Stano (voce), Gianni Masci (chitarra), Bruno De Sanctis (basso), Rossella Pellegrini (chitarra) e Gianluca Rimei (batteria). Album incisi, oltre a “D’Istanti” del 2005, “Enjoy.it” (ep, autoprodotto nel 2001), “InMediataMente”(album del 2007, Tube Records/On the Road agency) e “Meccanica e Natura” (album del 2011, Jolaurlo/Irma Records).

Venerdì 19 giugno

Gli ultimi brani in scaletta. Il primo brano, “In the Shadow”, è dei The Rasmus, gruppo musicale rock finlandese. La storia dei The Rasmus inizia nel 1994 a Helsinki e qui sono nel loro momento di maggiore successo: dal vivo hanno un tiro veramente forte e bisogna riconoscere che il loro zoccolo duro è fatto di fans molto passionali. Nella loro carriera hanno venduto più di 4,5 milioni di copie e hanno ottenuto cinque dischi di platino e otto dischi d’oro. Attuali membri sono: Lauri Yl önen (cantante), Paul Rantasalmi (chitarrista), Aki Hakala (batterista), Eero Heinone (bassista e canbtante).

Il secondo, e ultimo brano in scaletta, è “Neve d’Estate” dei Zibba e Almalibre di Savona. La band ha pubblicato gli album “L’ultimo giorno” (2002), “Senza Smettere di Far Rumore” (2006), “Una cura per il freddo” (2010), “Come il suono dei passi sulla neve” (2012), “E sottolineo se” (2013), “Senza pensare all’estate” (2014), “Muoviti svelto” (2015). Il loro nome sembra una sigla che può appartenere a una band reggae e invece Zibba collabora con Tiromancino, Eugenio Finardi e altri. Ha partecipato al Festival di Sanremo 2014 con “Senza di Te” (Premio Mia Martini e Premio Sala Stampa “Lucio Dalla”). Nel 2013 Zibba ha pubblicato il libro “Me l’ha detto Frank Zappa” (una raccolta di dialoghi surreali con note introduttive di Eugenio Finardi e Matteo Monforte).

Se gli artisti giovani proposti vi sono sconosciuti, cercate su MusicalNews.Com altre notizie su di loro: scrivete pertanto Franco Eco, Sun King, Alessia D’Andrea, Jolaurlo e Zibba e Almalibre nel motore di ricerca che si trova in alto a destra. Scrivete uno di questi nomi accanto alla parola CERCA: se invece volete che la vostra radio del cuore mandi in onda gratuitamente il format Il Re del Gancio, mandate una e-mail a info@ilredelgancio.it.

Nelle foto: Giancarlo Passarella con Alessia D Andrea in una giornata ventosa del 2012; I Sun King negli studi di Canale10 con Giancarlo Passarella; la copertina dell’ultimo cd di Zibba – Almalibre “Muoviti svelto”.
(Nino Bellinvia)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!