Home » MUSICA » Il cantautore fiorentino Alessandro D’Iuorno presenta il 20 aprile il nuovo cd “Ho capito abbastanza”

Il cantautore fiorentino Alessandro D’Iuorno presenta il 20 aprile il nuovo cd “Ho capito abbastanza”

Firenze. Appuntamento musicale il 20 aprile 2012 (ore 22.00) presso Genio Italiano (in Via Guidoni, 168). Il cantautore fiorentino Alessandro D’Iuorno (Ale, come lo chiamano gli amici) presenta “Ho capito abbastanza” con la banda composta da
Lorenzo Tattini alla chitarra elettrica, Luca Ragazzo alla batteria, Mauro Lallo al basso, Niccolò Lapi alle tastiere.
Saranno ospiti Lorenzo Piscopo e Riccardo Pucci.

Questo nuovo lavoro del cantautore sarà in tutti gli store digitali dal 15 maggio 2012 da Controrecords / New Model Label.

“Aprire gli occhi a volte significa vedere cose terribili, cose che non si possono cambiare, cose che fanno rabbia e paura. “Ho capito abbastanza” è il frutto del caos di un lento risveglio dove l’istinto precede l’estetica, dove il rifiuto sembra essere l’unica salvezza. Quando non c’è più niente da capire è possibile uscire dal tunnel a meno che non si è affezionati.” Sono queste le parole con cui Alessandro D’Iuorno descrive il suo nuovo album, all’insegna della canzone d’autore, intimista ed introspettivo, anche nei suoi momenti più “politici”.

“Ho Capito Abbastanza” – track by track, raccontato da Alessandro D’Iuorno.

“Siamo noi l’opposizione”, un richiamo all’adesso e subito. Al prendere le nostre responsabilità con il fine di smettere di subire ma diventare parte attiva; “Nanananananà”, saluti al vecchio popolo per andare verso il nuovo, verso il coraggio di rischiare; “Lontano”, un brano criptico , lontano è il tentativo di cogliere l’inspiegabile; “Ci vendono l’ombra”, la canzone con più spunti creativi di tutto l’album, un dipinto a pennellate forti del nostro tempo. Forte e vigorosa la voce sottolinea una rabbia attiva di chi non accetta e non si arrende; “Sarà l’autunno”, la dolcezza della ripetitività della condizione umana si sfoga in quel sarà l’autunno come resistenza maggiore al cambiamento; “Anna è bella”, ma si lascia vivere, c’è amore e rispetto verso questa donna che chiusa e segnata da una stanchezza esistenziale di una vita che va oltre la propria vorrebbe scoprire l’amore; “Amico mio”, da un’esperienza personale una canzone di denuncia che va oltre il rapporto di amicizia e reclama la necessità di guardare i fatti per quelli che sono senza timori o reticenze; “Vorrei dirti che”, una poesia dolce triste e fragile, un canto di affetto, di riconoscimento e affermazione di sé distinto dall’altro. La volontà di vivere una vita piena; “Un sogno”, i sentimenti come l’amore sono considerati d’ intralcio rispetto ai ritmi autodistruttivi del nostro tempo, mentre l’uomo persiste l’anima si ribella ed infine il pezzo “Resisterò”, basta il titolo.

Ecco come si presenta lo stesso artista: “Eccomi qua, nella Firenze bomboniera a scrivere canzoni. Mentre osservo i progressi turistici di questa città che mi ha visto nascere penso agli artisti che l’hanno resa tale, penso che non avessero previsto i flash dei giapponesi e le ambizioni del sindaco, mi piace provare a vederla con i loro occhi per continuare a sentirla mia.

Ho trovato il mio posto  nellla musica scrivendo canzoni, accompagnandomi con la chitarra in modo essenziale e semplice,  un modo al quale resto  fedele, un limite fertile per la semplicità dei miei brani.

Vedo il mondo  ossessionato dal trovare un nome a qualsiasi particolarità dell’uomo, come se una volta catalogato tutto, riuscisse a sentirsi meglio. Il mio essere uomo non contrasta il mio desiderio di creare, anzi va sempre di pari passo, e mi deprimono le situazioni in cui la creatività deve soccombere alle regole, quest’ultime in costante aumento  per limitare il contatto con le emozioni.

Per me la musica è l’espressione del quotidiano, credo che il dovere  di un artista sia quello di superare la convenzione a favore del disagio e della disperazione che questa “finta civiltà”  si affanna a nascondere.

Pur essendo ispirato dal mio dramma desidero un mondo animale, dove i debiti si pagano e le emozioni no”.

Link: http://www.alessandrodiuorno.com/

www.controrecords.com

Per informazioni: New Model Label di Govind Khurana – Via Buonporto 11 – 44121 – Ferrara – Italy: Mob: +39. 348.8836595; skype: govindkhurana. Record Label: www.newmodellabel.com – Music Publishing / Edizioni Musicali: http://nmlmusic.wordpress.com

Nelle foto il cantautore Alessandro D’Iuorno e l’invito preparato per la presentazione del suo nuovo album.
(Nino Bellinvia)




Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

LEGA DEL FILO D’ORO

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!