Home » NEWS FUORI REGIONE » Il 12 e 13 ottobre pellegrinaggio a S. Giovanni Rotondo e alla chiesa dei Miracoli di Lanciano organizzato dall’ATO Puglia onlus

Il 12 e 13 ottobre pellegrinaggio a S. Giovanni Rotondo e alla chiesa dei Miracoli di Lanciano organizzato dall’ATO Puglia onlus

Massafra. L’Associazione Trapiantati Organi Puglia Onlus organizza per sabato e domenica (12 e 13 ottobre) un pellegrinaggio al Santuario di San Giovanni Rotondo con visita all’ostensione del santo di Pietralcina e alla chiesa dei Miracoli di Lanciano. Vi possono partecipare pazienti trapiantati di organi in attesa di trapianto, malati, categorie svantaggiate e simpatizzanti).

Come tutti sappiamo San Giovanni Rotondo è conosciuta oggi in tutto il mondo come città in cui visse e operò Padre Pio da Pietrelcina, venerato frate dei miracoli diventato Santo nel 2002. Fu proprio padre Pio a fondare un  Santuario adiacente all’antica chiesa conventuale di Santa Maria delle Grazie, accanto a cui sorge oggi un secondo, grande Santuario, inaugurato il 1° luglio 2004 e progettato dal noto architetto Renzo Piano.

Il convento dei Cappuccini (costruito originariamente nel 1540) è il luogo in cui il Santo visse, ininterrottamente, dal 4 settembre 1916 fino al 23 settembre 1968, data della sua morte. Fu qui che Padre Pio ricevette le stimmate, nel 1918, e sempre qui si verificarono tutti quegli eventi soprannaturali che portarono alla beatificazione e alla successiva canonizzazione del frate. Visitare questo convento e affacciarsi alle celle dove Padre Pio condusse la sua esistenza significa fare un salto in luoghi carichi di spiritualità e misticismo.

Il viaggio per i massafresi proseguirà con una visita guidata alla scoperta di Lanciano, città dei tre miracoli e dei suoi misteri.

L’inconsueto primato di Lanciano riguarda il primo miracolo eucaristico che avvenne nell’VIII secolo d. C. in cui fu coinvolto un monaco dell’ordine di San Basilio che durante la messa nella chiesa dei Santi Legonziano e Domiziano dubitando della vera presenza di Cristo nell’ostia e nel vino, si ritrovò con in mano carne e sangue vivo, oggi ancora conservati nell’ostensorio d’argento. Nel 1970 fu sottoposto ad accertamenti scientifici in laboratorio che riportò risultati sconcertanti, confermando la presenza di sangue umano del gruppo AB identico a quello rinvenuto nella Sacra Sindone di Torino.

Ci troviamo su un importante luogo di culto dedicato a San Longino, il soldato romano famoso per aver trafitto il costato di Gesù. Longino non solo sarebbe originario di Lanciano ma sarebbe anche stato martirizzato qui, portando con sé il sangue di Cristo. La Lancia (chiamata del Mistero e conservata a Vienna) è divenuta una reliquia dalle proprietà magiche, una coincidenza avvalorata anche dallo stemma cittadino. Esso presenta in primo piano una lancia che ferisce il sole (l’emblema del Dio, di Gesù) sopra tre colli (quelli del Golgota).

Dopo Lanciano i pellegrini torneranno a Vasto (dove avevano pernottato) per una breve visita  alla Cattedrale di San Giuseppe (VIII secolo); ai Giardini del Palazzo D’Avalos e al museo civico dello stesso, la Loggia Amblingh.

Per informazioni rivolgersi a Giovanni Santoro, presidente della sede regionale ATO Puglia ONLUS che ha sede in Via Monfalcone 31 – Massafra – Tel. 0998800184; e-mail: ato.puglia@libero.it

Nelle foto: una immagine di padre Pio; Scorcio Santuario Padre Pio; L’ostensorio d’argento con le reliquie del Miracolo Eucaristico.
(Nino Bellinvia)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!