Home » EVENTI, GENOVA, PRIMO PIANO » Il “Che Genere di Pride 2017″ a Genova sabato 1° luglio

Il “Che Genere di Pride 2017″ a Genova sabato 1° luglio

Genova. Tutto pronto per il “Che Genere di Pride 2017″, la sfilata arcobaleno che invaderà la città sabato 1 luglio. La manifestazione, che partirà alle 17 e 30 da via San Benedetto, attraverserà Genova per poi concludere con una grande festa sotto la tendo-struttura del Porto Antico. L’assembramento del corteo inizierà circa un’ora prima.

<Questo anno 2017 – dicono al coordinamento – è iniziato nel nome del gender in risposta all’allarme verso una non meglio precisata “ideologia gender”, dai contenuti misteriosi e minacciosi, diffusosi in Europa come reazione conservatrice contraria al riconoscimento dei diritti delle persone LGBTI. Le manifestazioni contro il matrimonio ugualitario tra persone dello stesso sesso si sono così trasformate in Family Day con l’arroganza di imporre l’esclusiva sulla famiglia, sulle relazioni d’amore, sulla genitorialità. Che genere di Pride: all’arroganza fanatica risponde affermando che anche noi siamo famiglie e desideriamo una società accogliente, dove tutti e tutte abbiano il loro posto, in cui nessuno debba rinunciare a qualcosa per essere accettato e amato. Chi pone l’esclusiva fa del male alle bambine ed ai bambini nati in Italia da genitori non italiani ed alle bambine ed ai bambini nati nelle famiglie omogenitoriali, privandoli dei loro diritti, esponendoli alla violenza dell’offesa e della marginalità; come fa del male alle coppie omosessuali e lesbiche, alle madri single, alle coppie senza figli e a tutti quanti non si riconoscono nella famiglia come era descritta negli anni ’50!>.

Ogni pride è un momento unico per composizione, identità e modalità, che cambiano di territorio in territorio, arricchendosi e nutrendosi delle tante differenti caratteristiche del nostro Paese, ma tutti sono legati l’uno all’altro in una grande Onda che avvolge e attraversa l’Italia.

Si parte alle 17 da via San Benedetto (Palazzo del Principe) per poi percorrere via Balbi, piazza della Nunziata, piazza del Portello, piazza Corvetto, via XII Ottobre, via XX Settembre, e per arrivare alle 19 circa in piazza De Ferrari.

Ci saranno i carri del Coordinamento Liguria Rainbow con Ciquitina Barolo Goldoni Mazza, il carro di Agedo Genova con musica anni ’70 e ’80, il carro di LesboEventi, del Banano Tsunami, dei genovesi-ecuadoriani, e molti altri.

La festa vedrà poi diversi artisti alternarsi sul palco di Piazza delle Feste e più tardi al Banano Tsunami dalle 20 in poi. All’interno del tendone cibo e bevande per tutti, oltre allo stand con i gadget e materiale informativo delle associazioni che fanno parte del Coordinamento Liguria Rainbow.

Dalle 21 alle 22, esibizione delle NoChoice, poi Mangaboo, GnuQuartet, Pisti, Stefano Radda, e dj Pisti, Milla, Tarikone e Radda.

L’evento è organizzato con il patrocinio dei comuni di Genova, Taggia, Lavagna, Sestri Levante, Unione dei Comuni Finalesi, Città della Spezia, Comune di Albenga, Comune di Ventimiglia, e Università degli Studi di Genova. Non ci sarà il patrocinio della Regione.

Madrina dell’evento sarà Alba Parietti,  «Sabato primo luglio a Genova sarò la madrina del Gay pride e lo vivrò con tutti i genovesi, le trans e i ragazzi della comunità San Benedetto di Don Andrea Gallo. L’unico carro su cui io voglio salire è “dimmi chi escludi e ti dirò chi sei», ha scritto la showgirl su Facebook, facendo riferimento al motto che Don Gallo amava ripetere e su cui ha fondato la sua intera esperienza come religioso ed essere umano.
(C.S.)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!