Home » MUSICA » I virtuosismi al violoncello di Alexander Zyumbrovskiy sabato sera a Pieve Alta per Classica in Paradiso

I virtuosismi al violoncello di Alexander Zyumbrovskiy sabato sera a Pieve Alta per Classica in Paradiso

Genova. Un musicista di calibro internazionale che unisce tecnica e gusto tipici della Scuola russa dalla quale proviene alla sensibilità cantabile della tradizione italiana: questo in sintesi il ritratto di Alexander Zyumbrovskiy (nella foto) che si esibirà sabato sera al Teatro Massone di Pieve Alta (ore 21) per la VI edizione del Festival Classica in Paradiso, organizzato dal Gruppo Promozione Musicale Golfo Paradiso in collaborazione e col sostegno dei vari Comuni coinvolti (Pieve Ligure ha partecipato ogni anno all’iniziativa, fin dal suo nascere).

Alexander Zyumbrovskiy, nato in Ucraina da una famiglia di violoncellisti, ha studiato al Conservatorio Tchaikovsky di Mosca (con un’allieva di Rostropovic), conseguendovi il titolo di dottore in musica. Dal 1991 al 1994 ha lavorato nella Russian National Symphony Orchestra, fondata e diretta da Michail Pletnev. Trasferitosi poi in Italia nel 1994, ha ottenuto diversi premi in concorsi internazionali quali il Palma d’Oro di Finale Ligure, il Rovere d’Oro d’Imperia, il Viotti di Vercelli, il Città di Pavia, il Città di Trapani e l’Orford Arts Center Competition di Montreal. In qualità di solista ha tenuto diversi concerti in Italia (Auditorium Santa Cecilia di Roma, Teatro Coccia di Novara, Sala Verdi di Milano, Conservatorio di Torino ecc), Russia (Sala Grande del Conservatorio, Sala Tchaikovsky), Austria (Konzerthaus di Vienna), Francia (Auditorium Unesco), Albania (Teatro d’Opera di Tirana), Monte Carlo, Svizzera, Canada.

Dal 1994 è primo violoncello della “United Europe Chamber Orchestra” e dell’Orchestra “Guido Cantelli” di Milano. Dal 2008 fa parte dell’Orchestra del Festival “Arena di Verona”.

In qualità di primo violoncello ha collaborato con l’orchestra Verdi e I Pomeriggi Musicali di Milano, con l’orchestra Toscanini e con quella del Teatro Regio di Parma, con i Cameristi Scaligeri, con Milano Classica e con l’Orchestra Filarmonica Italiana.

Ha inciso cd per varie case discografiche con musiche di compositori russi, arabi e italiani.

Sabato sera a Pieve Zyumbrovskiy proporrà un programma che, grazie al suo carisma, al suo rigore interpretativo e alla sua tecnica, oltre che al bellissimo suono corposo del suo strumento (un Erminio Farina del 1910 della collezione “Fondazione Antonio Carlo Monzino”), metterà in risalto le grandi possibilità sonore del violoncello, attraverso brani famosi della vasta letteratura ad esso dedicata da grandi compositori

La serata si aprirà sulle note della splendida Suite n. 1 in Sol maggiore BWV 1007, la prima delle sei Suite per violoncello solo composte da Johann Sebastian Bach tra il 1717 e il 1723 (fra le più note e più virtuosistiche opere mai scritte per violoncello); un’opera dal fascino misterioso e travolgente nel suo andamento di danza in arpeggi sulle quattro corde. Seguirà l’interessantissima Sonata op. 25 n. 3 di Paul Hindemith, scritta nel 1923, in cinque tempi, in cui l’autore esplora tutte le possibilità dello strumento, in un “continuum” tra le mani e il pensiero dell’esecutore, tra tecnica e interpretazione. Terzo brano in programma, di smagliante virtuosismo, è la “Toccata Capricciosa”  dell’ungherese Miklos Rozsa, uno dei più grandi compositori di colonne sonore cinematografiche (sue le musiche legate alle più grandi produzioni hollywoodiane nel periodo che va dalla metà degli anni quaranta ai primi anni ottanta, da !Io ti salverò” di Hitchcock a “La città nuda” e “Giungla d’asfalto” di John Huston. da “Quo vadis?” a “Ben-Hur”, a “Sodoma e Gomorra”). Il programma si chiuderà con la Suite per violoncello solo (1926) di Gaspar Cassadò (violoncellista e compositore spagnolo allievo di Pau Casals) di marcata impronta spagnola, basata sui ritmi ora travolgenti ora di eccezionale intensità espressiva di tre danze folkloristiche.

Si ricorda che tutti i concerti di Classica in Paradiso sono ad ingresso gratuito e che, in occasione del concerto di sabato a Pieve Alta, sarà possibile posteggiare sull’ampio piazzale della chiesa antistante il Teatro Massone.

Al termine del concerto sarà possibile cenare col musicista e gli organizzatori presso il ristorante Alfredo di Recco.

INFO: 0185771159 – 0185770703 – 338 6026821 – www.gpmusica.info
(A.C.)


Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!