Home » EVENTI, SAVONA » Grande successo per Paolo Tavaroli a Piacenza, esposti 32 scatti che descrivono la disabilità

Grande successo per Paolo Tavaroli a Piacenza, esposti 32 scatti che descrivono la disabilità

Albenga. Sta ottenendo un grande successo di pubblico ed ha suscitato anche un certo interesse da parte della critica la bella personale fotografica dell’albenganese Paolo Tavaroli a Piacenza.

Seduti in un banco di scuola, ritratti nello specchio, alle prese con i fornelli. Sono questi i ragazzi disabili che appaiono nelle fotografie di Tavaroli in esposizione fino al 17 gennaio in due dei più noto punti culturali della città: il Centro Inacqua ed il Centro Marco Polo. Le esposizioni sono state inaugurate alla presenza del presidente provinciale di Anmil Giovanni Ferrari e della sua delegata Alessandra Rao, presenti i responsabili qualità e finanze di Inacqua Alessandra Laudano e Piera Marchi. Nei due siti cittadini sono esposte trentadue foto che compongono la mostra “C’è qualcosa di normale a scuola” che tanto successo ebbe a palazzo Oddo ad Albenga in occasione della presentazione inaugurale ed anche a Genova.

“Si tratta – dice Adalberto Guzzinati, giornalista e critico d’arte – di una occasione per conoscere un valente fotografo che in questa occasione ha concentrato la propria arte e sensibilità sul tema della disabilità a scuola”.

Il progetto, promosso da Anmil (Associazione Nazionale Mutilati ed Invalidi Civili) in collaborazione con i centri Inacqua e Marco Polo di Piacenza, nasce dall’impegno di Tavaroli, docente di Religione presso la scuola alberghiera di Alassio e presidente del Circolo fotografico San Giorgio, uno dei più famosi sodalizi fotografici italiani. Tavaroli è stato premiato nel corso della Giornata nazionale della disabilità per l’allestimento della mostra “C’è qualcosa di normale a scuola”.

“Abbiamo deciso di promuovere questa iniziativa – dice Giovanni Ferrari – perché pensiamo che il mondo della disabilità vada integrato con la società e iniziative come queste mirano proprio a tale obiettivo. Che si tratti di disabilità dalla nascita, come quella ritratta negli scatti fotografici di Tavaroli, oppure disabilità sopraggiunta per infortunio come quella che accomuna gli iscritti all’Anmil, occorre sempre inserirla nella normalità perché solo così possiamo fare in modo che la società cambi”.
(Paolo Almanzi)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!