Home » MUSICA, PRIMO PIANO » Giovani e big nel format radio “Il Re del Gancio” ideato e condotto dallo storico primo talent scout radiofonico Giancarlo Passarella

Giovani e big nel format radio “Il Re del Gancio” ideato e condotto dallo storico primo talent scout radiofonico Giancarlo Passarella

Firenze. Il format radio “Il Re del Gancio”, ideato e condotto dal super Giancarlo Passarella prosegue a proporre con successo giovani artisti che pone accanto ai big italiani e stranieri. Il format radio è una striscia originale e propositiva (sono dieci minuti) messa in programmazione da oltre cento emittenti radiofoniche (diverse anche straniere) che ne hanno fatta richiesta e alle quali è spedito gratuitamente. Uno show, “Il Re del Gancio”, che si è rivelato di grande aiuto per le piccole radio che faticano a rimanere vive! Non c’è dubbio, Giancarlo Passarella fa proprio servizio pubblico come la Rai. Ricordiamo che, storicamente, Passarella è stato il primo talent scout radiofonico (nel biennio 1986/87 a Rai Stereo Uno programmava brani tratti da demo su cassetta, scoprendo Ligabue, Banda bardò, Irene Grandi…). Approfittiamo per segnalare ai nostri lettori interessati che possono contattare Giancarlo Passarella su Facebook in una di queste pagine:  -https://www.facebook.com/pages/Giancarlo-Passarella-official/255883484432771?ref=hl- https://www.facebook.com/musicalnewshttps://www.facebook.com/giancarlo.passarella.94

E ora passiamo alle notizie delle puntate in onda dal 9 al 13 febbraio 2015. Buon ascolto a tutti.

Lunedì 9 febbraio

Primo brano della settimana è “Una estate fa” degli Homo Sapiens. Storico 45 giri della band pisana in cui raccontava che “ …Un’estate fa / la storia di noi due / era un po’ come una favola / Ma l’estate va / e porta via con sè / anche il meglio delle favole…“. Era il 1974 e tre anni dopo vinceranno il Festival di Sanremo con quello che è diventato una hit della musica popolare italiana nel mondo “Bella da morire” (titolo anche dell’omonimo album). Uno dei loro ultimi singoli è “Incancellabile” (2012).

Secondo brano è “Imaginary Flower”, indie rock solare e raffinato degli Hogwash di Bergamo. Ballad struggente, financo onirica “…Nowhere, and nowhere / And all points ‘tween… / I’m but a cloud in the breeze…” A fine 2003 l’hanno inserita nell’album “AtomBombProofHeart” (Urtovox Records, con distribuzione Audioglobe). Gli Hogwash erano una band formatasi nel gennaio del 1994 nella provincia di Bergamo, ha inciso quattro album ed è stata attiva fino al 2007.

Martedì 10 febbraio

Il primo brano del giorno s’intitola “Vacanze Romane” dei Matia Bazar. Nel 1983 i Matia Bazar partecipano al Festival di Sanremo, vincendo il Premio della Critica. Il brano ottiene una straordinaria popolarità e anticipa l’uscita di “Tango”, album dalle nuove sonorità elettroniche. Attualmente la band è di nuovo con Silvia Mezzanotte come vocalist (gli altri componenti sono: Piero Cassano (voce, tastiere, chitarra), Fabio Perversi (pianoforte, violino, cori) e Giancarlo Gonzi (batteria, percussioni, cori). “Conseguenza logica è il titolo dell’ultimo album inciso (2011). Con il brano “Sei tu” hanno partecipato al Festival di Sanremo 2012.

Il secondo brano è “Leipzig” (titolo omonimo dell’album inciso nel 2007) della band Lia Fail. Sono in 7 e vengono da Bologna. “Leipzig” è Lipsia (precisa Giancarlo Passarella). Presentano un sound a metà tra i Death In June e gli Steeleye Span, non trascurando il dark teutonico, ma anche il gothic, senza però cadere nel metal. “Cynical Stones” è il titolo del cd inciso nel 2012. Sei gli elementi del gruppo: Andrea Carboni, Sabella Spiga, Edoardo Franco, Willj Amadori, Nico Solìto, Giuseppe Sansolino.

Mercoledì 11 febbraio

Primo brano è “Come saprei” di Giorgia. Canzone che nell’edizione del 1995 del Festival di Sanremo conquistò quattro premi: Primo Posto Big, Premio della Critica (prima cantante ad aggiudicarsi entrambi i principali riconoscimenti), Premio Autori e Premio Radio e TV.. La canzone, scritta dalla stessa Giorgia (Todrani) con Eros Ramazzotti, Vladimiro Tosetto e Adelio Cogliati, non uscì mai come singolo, ma fu inclusa nell’album “Come Thelma & Louise” che contiene anche le canzoni “C’è da fare”, “Riguarda noi”, “Come Thelma e Louise”, “Di che segno sei”, “B.B.B.”, “Ogni donna”, “Questo amore” “Non c’è che musica in me”. Nella sua carriera Giorgia ha inoltre vinto 8 Italian e Wind Music Awards, un Premio Lunezia e un Nastro d’argento, nonché ricevuto una candidatura al David di Donatello. Candidata nel 2015 a #SanremoLeague con il brano “E poi.

Secondo brano in scaletta è “Cosa Rimarrà di Me” di Tiberio Ferracane, cantautore torinese, dal vocione rauco, coinvolgente, passionale, provocante. Irriverente narratore di una realtà tanto intima quanto universale, nella sua carriera ha più volte ‘incrociato’ il nome di Mia Martini. Nel 2007 è stato anche vincitore del “Premio Mia Martini” come migliore interprete. Il brano “Cosa Rimarrà di Me” è tratto dall’omonimo cd (Notebook-The Music Essence/Egea Distribution). Da ricordare che Tiberio ha varato un progetto intitolato “Bed&Show” per offrire accoglienza ai musicisti in giro per l’Italia.

Giovedì 12 febbraio

Come primo brano Giancarlo ci fa ascoltare “Fiume grande” di Franco Simone. Festival di Sanremo 1974: questa canzone ha venduto centinaia di migliaia di copie in tutto il mondo. E una canzone con un testo molto originale, suggestivo e profondo, e con una melodia che riecheggia note sinfoniche, come un fiume in piena di accordi concatenati, che travolgono il pensiero dell’ascoltatore coinvolgendolo nel vortice della sua sofferenza d’amore. Franco Simone è spesso in tour in Sud America (nel 2011 ha anche vinto un Globo d’Oro con “Accanto”, giudicata migliore canzone da film). Tra il 2013 e il 2014 ha composto e presentato al pubblico, brano dopo brano, l’opera rock sinfonica “Stabat Mater” (a cui tiene moltissimo), partendo dal testo latino di Jacopone da Todi, del XIII secolo.

Secondo brano: Precari a primavera del bolognese Andrea Gianessi. Riforme elettorali nell’attesa del crepuscolo di questa nuova era: tratto dal cd “La via della seta”, permette ad Andrea Gianessi di puntare il dito su una realtà italiana davvero drammatica…

Venerdì 13 febbraio

Il primo brano è “La Riva Bianca, la Riva Nera” di Iva Zanicchi, inciso nel 1971 (45 giri, etichetta RIFI (sul retro “Tu non sei più innamorato di me”). La canzone tratta il tema della guerra attraverso l’incontro tra un capitano ferito e un soldato nemico che gli presta il suo aiuto. Il capitano (rimasto cieco) non può sapere che chi lo sta soccorrendo indossa una divisa diversa dalla sua. La canzone si è classificata terza a Un disco per l’estate e seconda al Festivalbar con questo  inno pacifista che diventata una delle sue più grandi hit. E’ stata N°1 in Italia nel 1971, tre milioni di copie vendute nel mondo (Europa e Sud-America) e inno di protesta studentesca contro il generale Franco in Spagna nella versione in castigliano dal titolo “La orilla blanca, la orilla negra”. Iva Zanicchi, detta “L’aquila di Ligonchio”, la conosciamo anche come attrice (attualmente in teatro nella commedia “Donne in cerca di guai” con Corinne Clery e Barbara Bouchet per la regia di Anselmo Nicasio), conduttrice televisiva ed ex politica italiana. Ha inciso 32 album (31 in studio e uno live) e ben 68 singoli!

Il secondo è ultimo brano è “Aveva ragione Dalì” degli Analisilogica, band di Cinisello Balsamo. Hanno ragione a ritenersi danneggiati e a pensare a un atto inaccettabile da parte della commissione del Festival di Sanremo 2010 (avevano presentato “Ma c’era il sole“, escluso e censurato). Un pezzo dichiaratamente antimilitarista, pacifista, che parla di un bambino che resta mutilato a causa delle mine antiuomo. Superata la delusione, hanno pubblicato l’interessante album (il quinto) “Lucia in tv coi demoni”. I membri sono Raffaele Mura, Carlo Rogato, Christian ‘Jez’ Cataldi, Davide ‘Pop’ Bassani, Stefano ‘Steve’ Rogato.

Se gli artisti giovani proposti vi sono sconosciuti, cercate su MusicalNews.Com altre notizie su di loro: scrivete pertanto Hogwash, Lia Fail, Tiberio Ferracane, Andrea Gianessi e Analisilogica nel motore di ricerca che si trova in alto a destra. Scrivete uno di questi nomi accanto alla parola CERCA: se invece volete che la vostra radio del cuore mandi in onda gratuitamente il format Il Re del Gancio, mandate una e-mail a info@ilredelgancio.it.

Nelle foto: Giancarlo Passarella “il Re del Gancio”; i Matiabazar al 28° Festival di Sanremo; copertina dell’album “Lucia in tv coi demoni” degli Analisilogica.
(Nino Bellinvia)


Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!