Home » MUSICA, PRIMO PIANO » Giovani artisti accanto ai big italiani e stranieri nel format radio “Il Re del Gancio” ideato e condotto da Giancarlo Passarella

Giovani artisti accanto ai big italiani e stranieri nel format radio “Il Re del Gancio” ideato e condotto da Giancarlo Passarella

Firenze. Il format radio “Il Re del Gancio”, ideato e condotto dal super Giancarlo Passarella (e dallo stesso autoprodotto), prosegue di settimana in settimana a proporre con successo giovani artisti che pone accanto ai big italiani e stranieri. Il format radio è una striscia originale e propositiva (sono dieci minuti) messa in programmazione da oltre cento emittenti radiofoniche (diverse anche straniere) che ne hanno fatta richiesta e alle quali è spedito gratuitamente. Uno show, “Il Re del Gancio”, che si è rivelato di grande aiuto per le piccole radio che faticano a rimanere vive! Non c’è dubbio, Giancarlo Passarella fa proprio servizio pubblico come la Rai. Ricordiamo che, storicamente, Passarella è stato il primo talent scout radiofonico (nel biennio 1986/87 a Rai Stereo Uno programmava brani tratti da demo su cassetta, scoprendo Ligabue, Banda bardò, Irene Grandi…).

Approfittiamo per segnalare ai nostri lettori interessati che possono contattare Giancarlo Passarella su Facebook in una di queste pagine:  -https://www.facebook.com/pages/Giancarlo-Passarella-official/255883484432771?ref=hl

- https://www.facebook.com/musicalnews

- https://www.facebook.com/giancarlo.passarella.94

Inoltre a coloro che hanno nel loro archivio l’e-mail redazione@musicalnews.com consigliamo di cancellarla perché è  intasatissima. Consigliamo quindi sostituirla con una da poter scegliere (a seconda il genere musicale che frequentate) dall’elenco www.musicalnews.com/redazione.php

Ed ora passiamo alle notizie delle puntate in onda dal 24 al 28 marzo 2014. Buon ascolto a tutti!.


Il primo brano di lunedì 24 marzo èOwner of the lonely heart” degli Yes, gruppo musicale britannico formato nel 1968, annoverato tra i principali esponenti del rock progressivo. Il brano che ci presenta Giancarlo, tratto dall’album “90125” del 1983, raggiunse facilmente la top della hit parade Owner of a broken heart / Owner of a lonely heart / After my own decision / They confused me so / My love said never question your will at all… Ben 62 gli album pubblicati (20 in studio, 10 live e 32 raccolte). Ultima formazione a noi nota: Jon Davison (voce), Geoffrey Downes (tastiera), Steve Howe (chitarre elettriche e acustiche, cori), Chris Squire (basso, cori) e Alan White (batteria, percussioni, cori).

Il secondo brano s’intitola “L’ultima stella” di Tenedle, nome d’arte del musicista, pittore e attore teatrale fiorentino Dimitri Niccolai, ormai stabilitosi ad Haarlem in Olanda.  Lo interpreta e con l’abruzzese Mariangela Di Michele (in arte MaryDim, residente nel goriziano). I due, tramite MySpace, si sono scambiati i files ed è nata questa canzone che è contenuta nel cd “Alter”, secondo disco dei quattro usciti per U.d.U. Records. Gli altri sono: “Luminal”, il primo, “Grancassa” e il più recente “Vulcano”.

Primo brano di martedì 25 marzo è “La danza delle streghe” di Gabri Ponte, disc jockey, produttore discografico e conduttore radiofonico. Dall’ex Eiffel 65 (con i quali ha venduto oltre dieci milioni di dischi nel mondo) questo brano assai evocativo, uno dei suoi singoli più trasmesso in radio… Quando è notte il lupo grida all’ombra della luna / La danza delle streghe non porta mai fortuna / Fuochi e spiriti ballate dentro il cerchio della luce / Tramontate stelle, anime sorelle….. Ha fondato e tuttora dirige una delle più importanti etichette indipendenti italiane esordienti, la Dance and Love. Alcuni suoi singoli: “Dragostea Din Tei 2K13” (feat. Haiducii & Jeffrey Jey), “Swag” (feat. Shaggy & Kenny Ray), “Sunshine Girl “(feat. Amii Stewart), “Fall In Love” (Dj Matrix feat. Gabry Ponte & Paki), “Before The End (Spyne & Palmieri vs. Gabry Ponte feat. Kenny Ray).

Secondo, in scaletta, il brano “Le cose più strane” della cantante, chitarrista e clarinettista Angela Kinczly, al secolo Angela Scalvini, una delle artiste electro folk più interessanti del panorama bresciano.

Diplomata in chitarra classica al conservatorio cittadino, dopo aver frequentato la scena rock, formazioni cameristiche classiche e marching band, ha iniziato a scrivere canzoni cercando una formula innovativa tra jazz, folk ed elettronica.

Nel 2007 ha pubblicato il suo primo album, “The Legendary Indian Aquarium and Other Stories” (Kandinsky Records, distribuzione Audioglobe), dal quale è tratto il brano che si ascolta.  Da ricordare, fra l’altro, che nel 2010 ha partecipato con Max Gazzè a un tributo al concept album dei Genesis “The Lamb Lies Down on Broadway”.
Suo ultimo cd “La visita” (luglio 2013) con la produzione artistica di Stefano Castagna. In questo disco, insieme ad
 Angela, suonano: Giorgio Marcelli, Federico Zenoni, Alessandro Castagna, Stefano Castagna, Andrea Cogno, Beppe Mondini, Massimo Saviola, Isacco Zanola, Milena Rigato, Luca Formentini, Marco Mor
e Corrado Saija.

Mercoledì 26 marzo come primo brano ascoltiamo “Say mama” di Gene Vincent. Il suo vero nome era Eugene Vincent Craddock (nato a Norfolk nel febbraio 1935, è morto tragicamente a Los Angeles il 12 ottobre 1971). E’ stato uno dei principali artisti del primo rock’n'roll ed ha inciso 12 album. Questo che ci presenta Giancarlo Passarella è un celebre brano del periodo storico del rock, ma dal testo edulcorato (…chiedo a mamma: posso uscire stasera?), perché era il tentativo di rendere il rock’n’roll adatto anche al pubblico bianco americano.

Il secondo brano in scaletta è “The great starlight” del catanese CtLab. Il progetto CtLab nasce nel 1999 sotto il nome di Trust Lab, curato da Luigi Barone e Mattia Messina in collaborazione con numerosi musicisti siciliani. Elettronica unita a strumenti acustici, pensando al reggae.

Giovedì 27 marzo come primo brano è presentato “Per dire No” di Alexia. Siamo nel 2003 e Alexia (come ben precisa Giancarlo) diventa raffinata interprete. …Non è l’amore, né la poesia / che dà un impulso qui, nell’anima / forse è il colore sì, di questi occhi tuoi / che trafiggono il blu le incertezze e poi / le illusioni che, teniamo giù dentro di noi… Con questa canzone partecipa alla 53ma edizione del Festival di Sanremo e si classifica prima davanti a “7000 caffè” di Alex Britti e a “Tutto quello che un uomo” di Sergio Cammariere. Alexia ha incluso il brano nel CD “Il cuore a modo mio”. A Sanremo ha partecipato anche nel 2002 con “Dimmi come”(2º posto), nel 2005 con “Da grande “ (2º posto – “Categoria Donne” e Finalista nella Classifica Generale) e nel 2009 con “Biancaneve” (Finalista). Ha inciso 11 album e due raccolte.

Come secondo brano ascoltiamo “Just tonight” dei baresi The Carving. Gruppo formato da quattro elementi (Alessandro Covella, voce e chitarra; Nicola Donvito, basso; Donato Bellacicco, chitarra, Cesare Montrone, batteria), filtravano la new wave anni ’80 in ricerca di suoni e forme interpretative personali. Nel novembre 2005 registrano il loro primo demo omonimo di tre brani e che rappresenta il loro biglietto da visita….

Venerdì 28 marzo appuntamento con gli ultimi due brani. Il primo brano è “Jack & Diane” di Jophn Cougar Mellecamp, musicista (suona chitarra e armonica a bocca), cantante e compositore statunitense. Nato il 7 ottobre 1951 con una forma lieve di spina bifida, ebbe una giovinezza con qualche problema con la legge. Fuggì di casa con la sua ragazza dell’epoca che aveva appena messo incinta. Nel 2011 ha suonato anche in Italia, con qualche polemica (tanti fischi per la lunghezza di oltre un’ora del documentario che precedeva lo show che durato solo 75 minuti!). Ha inciso 29 album (di cui uno live e 4 raccolte).

Secondo brano: “Filastrocca” della fiorentina Bandabardò. Una grande band, come tutti sappiamo, che si muove tra combat folk e rock. Un girotondo, passa il bicchiere, dammi da bere, per carità! Anche solo con la bocca d’ ortica anche solo con la lingua tra le dita tengo fede al vecchio giuramento.. se vivo felice poi muoio contento… Componenti: Erriquez – Enrico Greppi (voci, chitarra acustica ritmica), Finaz – Alessandro Finazzi (chitarra virtuosa e solitaria, cori), DonBachi (contrabbasso, basso), Orla – Andrea Orlandini (chitarra elettrica, tastierino), Nuto – Alessandro Nutini (batteria) e Cantax – Carlo Cantini (tecnico del suono). Dieci gli album incisi. Gli ultimi: “Allegro ma non troppo” (aprile 2010) “Sette x uno” (novembre 2010), “Scaccianuvole” (maggio 2011).

Se gli artisti giovani proposti vi sono sconosciuti, cercate su MusicalNews.Com altre notizie su di loro: scrivete pertanto Tenedle, Angela Kinczly, CtLab, The Carving e Bandabardò nel motore di ricerca che si trova in alto a destra. Scrivete uno di questi nomi accanto alla parola CERCA: se invece volete che la vostra radio del cuore mandi in onda gratuitamente il format Il Re del Gancio, mandate una e-mail a info@ilredelgancio.it.

Nelle foto: Giancarlo Passarella in video intervista 2012; Marydim e Tenedle; Orla e Nuto della Bandabardò a Canale10.
(Nino Bellinvia)


Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!