Home » MUSICA, PRIMO PIANO » Giancarlo Passarella e il suo format radio trasmesso da oltre 110 emittenti italiane e straniere. Le puntate dal 14 al 18 settembre

Giancarlo Passarella e il suo format radio trasmesso da oltre 110 emittenti italiane e straniere. Le puntate dal 14 al 18 settembre

Firenze. Nuova settimana con il format radio “Il Re del Gancio” ideato e condotto dall’inimitabile Giancarlo Passarella, conosciuto anche come il Pippo Baudo del Rock per gli oltre 400 festival che ha presentato, compreso il più lungo in Italia, certificato dal Guiness dei Primati (Genova, Agosto 1988, 7 giorni di musica continuata con oltre 120 gruppi sul palco!). Il suo format è uno dei programmi più richiesti dalle piccole radio (sono oltre 110 a trasmetterlo!). E’ autoprodotto e registrato dallo stesso Passarella che, oltre alle piccole radio, aiuta tutti i giovani artisti italiani che non hanno occasioni concrete per promuovere la loro musica. Ricordiamo a tutti che Giancarlo Passarella, tra l’altro critico musicale, presentatore, scrittore e direttore di Musicalnews.com, è una voce storica dell’emittenza nazionale. E’ stato lui, infatti, il primo in assoluto nel servizio pubblico a parlare di scouting. Già nel biennio 1986/87 mandava demo su Rai Stereo Uno, scoprendo Ligabue, Bandabardò, Irene Grandi e altri. Da ricordare anche che tramite strutture tipo Arci, Medici senza Frontiere e Caritas, sta facendo rimotivazione alla vita corretta di diversi giovani regalando loro, fra l’altro, buste di francobolli, mentre a coloro che glieli inviano, regala cd. Ecco notizie sulle prossime puntate del suo format radio.

Lunedì 14 settembre

Primo brano in scaletta è “Sunrise” dei Simply Red. Dal vivo Giancarlo Passarella ci fa ascoltare una delle poesie più belle degli ultimi anni “…vagando attraverso la vita verrà l’amore a casa da te / e l’amore che vorrai per sempre, sarà vero con te? / dormiremo e a volte ci ameremo fino a che la luna splende…”.

“Vecchio bavoso“ è il titolo del secondo brano ed è dei ferraresi Devocka, gruppo composto da quattro artisti polistrumentisti: Nick Urata (voce, chitarra, pianoforte, tromba…), Tom Hagerman (violino, fisarmonica, pianoforte, melodica), Jeanie Schroder (sax, contrabbasso, voce) e Shawn King (batteria, percussioni, tromba, fisarmonica e organo). Nel 2006 esce l’album “Non sento quasi più” che contiene questo brano, ma il loro post dark punk schizofrenico si evolve con “Perchè sorridere” (disco pubblicato tre anni dopo) e nel più recente disco intitolato “La morte del sole”.

Martedì 15 settembre

Il primo brano è “I’m With You” della cantautrice-attrice e stilista canadese Avril Lavigne. La ballad è estratta come terzo singolo dall’album d’esordio di “Let Go”, pubblicato bel 2002 dalla Arista Record ed ai Grammy Awards 2004 è stato nominato “Brano dell’anno” e “Miglior performance pop vocale femminile”. L’artista, come dice Passarella, una volta era più cattiva e punk: ora si è molta addolcita ed è diventata una poetessa: …E’ una notte maledettamente fredda / Cercando di immaginare questa vita / Mi prenderai per mano, / mi porterai in qualche posto nuovo? / Non so chi sei / Ma sono con te… Il prossimo settembre uscirà il suo quinto album, dal quale è stato già tratto il singolo ed il video “Here’s to Never Growing Up”.

Il secondo brano della giornata è “Rebel Yell” del quartetto heavy metal modenese Neronova (nome nato dalla volontà di rappresentare lo scontro di due anime antagoniste: NERO, la paura del cambiamento, NOVA, lo stimolo all’esperienza). Due album quelli incisi per la U.d.U. Records.  Nel primo, “Memorie di un Clown”, sbeffeggiano Billy Idol, mentre nel secondo se la prendono addirittura con Madonna. Dal vivo sono una potente macchina musicale che spara watt alla bocca dello stomaco… il miglior rock forense della terra!

Mercoledì’ 16 settembre

Il primo di oggi è “Almeno tu nell’Universo”, canzone scritta da Bruno Lauzi e Maurizio Fabrizio ma pubblicata solo nel 1989 da Mia Martina. Passarella ci fa ascoltare la stessa canzone, interpretata da Elisa (singolo del 2003) anche nella colonna sonora del film di Gabriele Muccino “Ricordati di me”. Vera poesia, già da brivido nella versione di Mia Martini: qui Elisa ne offre una interpretazione dalle vibrazioni garantite. Non provare dei brividi, vuol dire essere una persona senza cuore e non considerare che il cuore non è solo un organo.

Secondo brano è “Storia di una Favola” della band barese La Fame di Camilla composta da Ermal Meta (voce, chitarra, piano, campionamenti), Giovanni Colatorti (chitarre), Dino Rubini (basso) e Lele Diana (batteria). …Abbracciò i suoi bambini, senza dire una parola e tutte le paure si sciolsero come il suo cuore… “Il mio vecchio animo si commuove quando sente cantare Ermal  Mera(dice Giancarlo), ora valente artista solista, ma anche autore di canzoni per altri interpreti.

Giovedì 17 settembre

Primo brano che Giancarlo ci fa ascoltare è “Should I Stay or Should I Go?” dei The Clash. Uno dei brani più famosi del quartetto punk, ma è anche uno dei pochi non composti da loro: diciamo pure che si tratta di un evergreen che ha superato decenni e che rappresenterà (lo dice l’esperto Passarella) i Clash ancora per molto tempo. Nel periodo di attività (1976-1986) hanno pubblicato 18 album (6 in studio, 2 live e 10 raccolte).

Secondo brano della giornata è “L’inferno digitale” della band sassarese Terzamadre che ha una discreta esperienza live temprata anche da concerti con Piero Pelù e Francesco Renga. I suoi componenti adorano il rock pesante (Iron Maiden, Audioslave, Guns’n’Roses..), ma il loro demo propone 13 brani molto pop.

Venerdì 18 settembre

“Boy Soldier” di Johnny Clegg è il primo brano in scaletta. Johnny Clegg, soprannominato lo Zulu bianco, ha suonato con i gruppi Juluka e Savuka, dando un contributo importante alla musica popolare del Sudafrica, mischiando lo stile zulu con il pop inglese. Il problema dei bambini soldati è una delle piaghe più vergognose dell’umanità: il sudafricano Johnny Clegg (nato a Rochdale (Greater Manchester) da madre Zimbabwiana e padre inglese, Johnny Clegg si è trasferito in Africa da piccolo, all’età di sette racconta questo dramma e lo fa anche per averlo visto da vicino (si è trasferito in Africa da piccolo, all’età di sette anni), se consideriamo che solo da pochi decenni Zimbabwe è uscito dall’apartheid.

Secondo, e ultimo brano in scaletta, è “Abbasso Nixon” dei romani Tetes de Bois. Un progetto ben definito che si snocciola sia nei tanti cd della loro discografia, ma anche nei numerosi concerti live che propongono in tutta Italia e in differenti situazioni: Nixon ovviamente è preso a pretesto come politico passato alla storia! Nel 2012 hanno curato la colonna sonora del film “Non mi avete convinto – Pietro Ingrao, un eretico” di Filippo Vendemmiati, presentato al festival di Venezia nelle Giornate degli autori. Componenti del gruppo: Andrea Satta (voce), Carlo Amato (contrabbasso, basso, computer e campionamenti), Luca De Carlo (tromba), Angelo Pelini (pianoforte, fisarmonica, tastiere), Maurizio Pizzardi e Stefano Ciuffi (chitarre), Lorenzo Gentile (batteria, percussioni). Ultimo album: “Mai di moda” (2012 – Ala Bianca / Warner). Ricordiamo che i Tetes de Bois sono stati scelti dal Comune di Charleville- Meziers (Francia), città natale del poeta Rimbaud, per il concerto del 150º anniversario della sua nascita.

Se gli artisti giovani proposti vi sono sconosciuti, cercate su MusicalNews.Com altre notizie su di loro: scrivete pertanto Devocka, Neronova, La Fame di Camilla, Terzamadre e Tetes de Bois nel motore di ricerca che si trova in alto a destra. Scrivete uno di questi nomi accanto alla parola CERCA: se invece volete che la vostra radio del cuore mandi in onda gratuitamente il format Il Re del Gancio, mandate una e-mail a info@ilredelgancio.it.

Nelle foto: Giancarlo Passarella in primo piano; Mia Martini, copertina album “Almeno tu nell’universo”; Neronova.
(Nino Bellinvia)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!