Home » MUSICA, PRIMO PIANO » Giancarlo Passarella conduce brillantemente il format radio “I Re del Gancio” da lui stesso ideato. Nuove puntate con big e giovani artisti

Giancarlo Passarella conduce brillantemente il format radio “I Re del Gancio” da lui stesso ideato. Nuove puntate con big e giovani artisti

Firenze. Nuovi appuntamenti con “Il Re Gancio” (dal 5 al 29 luglio), super format radio, ideato e condotto brillantemente da Giancarlo Passarella. Format diventato uno dei programmi più richiesti in Italia e all’estero dalle piccole radio che lo trasmettono quotidianamente.

E’ autoprodotto e registrato alla grande dallo stesso Passarella per aiutare non solo le piccole radio, ma tutti i giovani artisti (non è loro chiesto assolutamente nulla) che non hanno occasioni concrete per promuovere la loro musica. Show quotidiano di Giancarlo Passarella che è stato, come abbiamo ripetuto altre volte, il primo in assoluto nel servizio pubblico a parlare di scouting. Già nel biennio 1986/87 mandava demo su Rai Stereo Uno, scoprendo Ligabue, Bandabardò, Irene Grandi e altri artisti. Una voce storica dell’emittenza nazionale che oggi raggiunge ogni piccola emittente italiana, dando voce al nuovo che avanza. Passarella è fra l’altro il fondatore e direttore dell’etichetta discografica U.d.U Record che, fra l’altro, ha pubblicato il cd “Dante Concert” (album sulla Divina Commedia con la prefazione di Giulio Andreotti) del compositore e regista teatrale Franco Eco (direttore artistico del “Festival dell’Aurora-Oltre”, uno dei più importanti del sud).

Lunedì 25 luglio

Primo artista: The Rasmus, gruppo musicale rock finlandese.

La storia inizia nel 1994 a Helsinki e qui sono nel loro momento di maggiore successo: bisogna riconoscere che il loro zoccolo duro è di fans molto passionali, soprattutto nei concerti live. Nei primi tre album figurano con il nome di Rasmus, cambiato successivamente alla firma del contratto con la casa discografica svedese Playground. I The Rasmus scrivono e cantano principalmente in lingua inglese, come “No fear”, “In the Shadows”, “First Day of My Life”, “In My Life” e “Guilty”, sebbene abbiano prodotto alcuni componimenti anche in lingua finlandese, tra i quali “Rakkauslaulu”. Hanno venduto più di 5,5 milioni di copie e hanno ottenuto cinque dischi di platino e dieci dischi d’oro.

Secondo artista: Zibba e Almalibre, gruppo musicale savonese.

Un look imponente, un passaggio sanremese e ora tutti lo cercano come autore: ma a noi Zibba piace da tempi non sospetti, sin da quel cd del 2006 “Senza smettere di far rumore” di quasi 10 anni fa.  Ultimo album “Muoviti svelto” del 2015. Formazione: Sergio Vallarino, in arte Zibba (voce, chitarre), Andrea Balestrieri  (batteria), Stefano Cecchi (basso), Stefano Ronchi (chitarre), Stefano Riggi (sax, tastiere), Caldero (percussioni).

Martedì 26 luglio

Primo artista: Alexia, cantautrice, compositrice, arrangiatrice e produttrice discografica.

Esordio discografico risale a quasi 20 anni fa: da allora ha venduto 6 milioni di dischi in tutto il mondo, conquistando 8 Dischi d’Oro e 2 di Platino. Complimenti dunque a Alessia Aquilani che ha partecipato a nove edizioni del Festivalbar e a quattro del Festival di Sanremo, dove ha guadagnato, oltre a diversi premi della critica, per tre volte il secondo posto e vinto uno nel 2003. Ha inciso 14 album, l’ultimo nel 2015 dal titolo “Tu puoi se vuoi”

Secondo artista: The Carving, gruppo new wave.

Gruppo barese, formato da quattro elementi, che filtrava la new ave anni ’80 in ricerca di suoni e forme interpretative personali. Nel Novembre 2005 registrano il loro primo demo omonimo con tre brani che rappresenta il loro biglietto da visita.

Mercoledì 27 luglio

Primo artista: The Platters, gruppo musicale statunitense.

Nel biennio 1955/56 piazzarono in classifica tre successi planetari: “Only You”, “The Great Pretender” e “My Prayer”. Il loro genere si definisce doo-wop, che consiste nel rinforzare il canto solista con armonie vocali sincopate e cori utilizzati più come strumenti d’accompagnamento che come voci vere e proprie. I Platters, nati a Los Angeles nel 1953, sono stati in attività fino al 1970. Nel 1990 il gruppo è stato introdotto nella Rock and Roll Hall of Fame e successivamente, nel 1998, nella Vocal Group Hall of Fame.

Secondo artista: Franco Eco, compositore, regista.

Il suo cd “Dante concerto”, album sulla Divina Commedia con la prefazione di Giulio Andreotti (inciso dall’etichetta discografica U.d.U Record), ha ricevuto buone recensioni, come le colonne sonore che ha composto (tra l’altro e vincitore 2016  per la musica del film “Of sinner and saints” dell’IIFA International Independent Film Award). E’ il direttore artistico del “Festival dell’Aurora-Oltre” in programma nella sua città, Crotone, da agosto ad ottobre.

Giovedì 28 luglio

Primo artista: Kenny Loggins, cantautore e chitarrista statunitense.

Il suo country rock hollywoodiano ha mille sfaccettature, come dimostrano i numerosi album e DVD della sua carriera, di cui 3 live. Nato il 7 gennaio del 1948, il suo nome completo è Kenneth Clark Loggins. Il suo nome è stato inserito nella Hollywood Walk of Fame di Los Angeles.

Secondo artista: Phono Emergency Tool, band indie-rock.

Xtc, Eels, Beatles shakerati in salsa psycho (quella che amano le sbarbe della bassa) per un trio barese che non ama vedere le bimbe piangere. Complimenti a Andrea Sgarzi, Sandro Sgarzi e Marco Lama. In dieci anni di attività i PET hanno 3 album all’attivo, 2 compilation e oltre un centinaio di concerti in tutta Italia + un minitour a Londra.

Venerdì 29 luglio

Primo artista: Genesis, gruppo musicale britannico di rock progressivo, art rock, pop rock, rock sinfonico, rock sperimentale.

Nella loro lunga carriera lo spartiacque è l’abbandono di Peter Gabriel, avvenuto nell’agosto del 1975. Gli anni prima sono prog rock e di ricerca, gli anni seguenti votati al pop rock di successo. I Genesis sono stati un gruppo musicale britannico, cresciuto e affermatosi all’interno del vasto movimento del rock progressivo. Sono considerati uno dei gruppi più importanti ed innovativi della storia del rock.

Secondo artista: Persiana Jones, band torinese di ska punk, melodic harcore punk.

Quasi 30 gli anni d’attività per questa band ska punk, temprata da 8 album pubblicati (6 in studio e due live). Nati come Persiana Jones e le Tapparelle Maledette per volontà di Silvio e Beppe Carruozzo, con Gianni Rossebastiano. Si distinguono per essere tra i primi a cantare in italiano, ai tempi lingua inusuale per i gruppi alternativi italiani legati all’inglese, e per i loro show carichi di ironia e divertimento.

Se gli artisti giovani proposti vi sono sconosciuti, cercate su MusicalNews.Com altre notizie su di loro: scrivete pertanto Zibba e Almalibre, The Carving, Franco Eco, Phono Emergency Tool e Persiana Jones nel motore di ricerca che si trova in alto a destra. Scrivete uno di questi nomi accanto alla parola CERCA: se invece volete che la vostra radio del cuore mandi in onda gratuitamente il format Il Re del Gancio, mandate una e-mail a info@ilredelgancio.it.

Nelle foto: Giancarlo Passarella con Franco Eco; The Platters; Persiana Jones in concerto nel 2007.
(Nino Bellinvia)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!