Home » EVENTI » Genova, premiazione dei Concorsi “Civ in fiore” e “Città in fiore”

Genova, premiazione dei Concorsi “Civ in fiore” e “Città in fiore”

Genova. In serata, nel Palazzo della Borsa, la premiazione dei concorsi “Civ in fiore” e “Città in fiore” voluti da Comune, Camera di Commercio, Fiera, Ascom e Confesercenti di Genova per portare  i fiori di Euroflora nelle strade e nelle piazze della città.  A consegnare i premi l’assessore comunale alla promozione dello sviluppo economico Giovanni Vassallo, il presidente della Camera di Commercio Paolo Odone, il presidente della Fiera Paolo Lombardi, il vicepresidente Ascom Antonio Ferrarini e la presidente Confesercenti Patrizia De Luise.

 Dal borgo di Prà, dove i commercianti hanno costruito una coloratissima aiola che riproduce lo stemma del borgo con tanto di sestieri storici, bandiera di Genova e  sagoma dello stivale nazionale in giallo, alle alture di Bolzaneto, dove il belpaese è stato riprodotto in biancorossoverde,  il week-end prima di Euroflora ha visto le strade e le piazze dove sono radicati i CIV (centri di via) genovesi colorarsi di fioriere, aiole, composizioni e a volte dipinti in tema floreale. L’occasione è stata fornita dal concorso “CIV in fiore”, che ha coinvolto 20 CIV (Centri integrati di via) del territorio del Comune di Genova: San Bernardo, Balbi Principe/Vivere Santa Brigida, San Vincenzo, Genovino, Operatori Via Luccoli, Carlo Felice, Lomellini, Cantore e dintorni, Corso Sardegna, Girasole, Il Borgo di Bolzaneto, Riviera di Pegli, Le botteghe del borgo – Prà, Piazze e vie del corso, Arbà, Quinto al mare, Nervi 2005, Nervi Mare, Borgoratti.

 Il week-end successivo, in piena kermesse, il concorso, “Città in fiore”, ha visto protagonisti un centinaio di operatori economici della provincia di Genova con vetrine sulle strade. Anche in questo caso il tema portante di Euroflora, “il fiore che unisce”, è stato interpretato nei modi più diversi: c’è chi ricordato l’Unità d’Italia con un semplice manichino vestito di fiori bianco-rosso-verdi, chi ha puntato sui fiori e i sapori della Liguria, chi sul rispetto dell’ambiente: è il caso dell’autosalone che ha allestito una vetrina fiorita e a emissioni zero, costruendo motivi floreali con caschi e guanti da moto. E chi ha mirato all’attualità dedicando la vetrina all’ormai celebre rambletta di via XX settembre, con tanto di modellino di autobus arancione. Negli stessi giorni, subito prima dell’inizio della celebrazioni dei sepolcri, i fioristi cittadini si sono cimentati nell’addobbo delle principali chiese di Genova, concorrendo per il premio Sette chiese, voluto dall’Arcidiocesi di Genova in collaborazione con Camera di Commercio e Ascom.

 I  premi (17 negozi, 3 CIV e 9 fioristi) sono stati consegnati oggi, nel Palazzo della Borsa, da Giovanni Vassallo, assessore comunale alla promozione dello sviluppo economico, Paolo Odone, presidente della Camera di Commercio, Paolo Lombardi, presidente della Fiera, Antonio Ferrarini, vice presidente Ascom e Patrizia De Luise, presidente Confesercenti. La cerimonia di premiazione è stata ospitata nel quadro della mostra “Fiore all’occhiello” organizzata dall’Ascom genovese dal 28 al 30 aprile e dedicata a gioielli, profumi, arte, moda e fiori.

 “La partecipazione del commercio a questa edizione di Euroflora è stata fortissima – commenta il presidente della Camera Paolo Odone – a riprova del fatto che quando l’evento c’è gli operatori, stimolati dalle associazioni di categoria,  rispondono, e alla grande. Per assicurare il collegamento fra la città turistica e la fiera, poi, la Camera è presente anche all’interno di Euroflora con lo stand del Tavolo di Promozione, situato strategicamente all’ingresso della fiera, subito dopo i tornelli, che in questi giorni è stato letteralmente preso d’assalto dai turisti”

 “Con questa edizione  – commenta l’assessore Vassallo – Genova ha fatto un doppio salto di qualità: grazie al grande clima di grande collaborazione che si è instaurata fra la fiera e le istituzioni locali,  mi sento di dire che Euroflora non è più un evento fieristico, è diventato un evento turistico, aperto alla città e al territorio. E i risultati si vedono.

 “Abbiamo lavorato – gli ha fatto eco il presidente della Fiera Lombardi – in grande sintonia con tutti, pensando che tutto quello che succede fuori Euroflora non tolga, ma aggiunga alla manifestazione e che la fiera debba essere al servizio del territorio.”



Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!