Home » GENOVA, POLITICA » Genova. Piazza Pallavicini. Tallone d’achille per residenti e commercianti rivarolesi

Genova. Piazza Pallavicini. Tallone d’achille per residenti e commercianti rivarolesi

Genova. Il 25 ottobre scorso il Municipio V Valpolcevera ha avviato, non senza polemiche cittadine, l’iter burocratico inerente al progetto di riqualificazione e abbattimento delle barriere architettoniche di piazza T. D. Pallavicini a Rivarolo.

Gli interventi in programma paiono consistere “principalmente nell’adeguamento dei marciapiedi esistenti ed al suo contorno, mediante la realizzazione di rampe con pendenza massima dell’8% e nella messa in sicurezza di tutti i percorsi pedonali”.

Verrebbe oltremodo colta l’occasione “per effettuare una completa riorganizzazione di tutta la piazza, prevedendo di ampliare e rendere maggiormente godibile e fruibile lo spazio antistante il polo scolastico di Rivarolo”.

Il progetto prevede anche una riorganizzazione dei parcheggi, già selvaggi e difficoltosi nel rione, “con la consapevolezza dell’esistenza di possibili alternative in sinergia con Ferrovie dello Stato”.

«Il Municipio V Valpolcevera – spiega l’Amministrazione in propria delibera – ha sempre ritenuto necessario programmare una riqualificazione della piazza Durazzo Pallavicini».

La zona è indubbiamente nevralgica nel ponente genovese, nonché nodo d’interscambio tra mezzi pubblici e privati.

A tale step è seguita la convocazione, a cura del Comitato Rivarolo, di un’assemblea pubblica svoltasi martedì scorso e finalizzata alla visione cittadina del citato progetto comunale, alla sua illustrazione ed al successivo accoglimento “d’idee e suggerimenti da parte di tutti”.

Ne è nata una decisa polemica, certamente sotto gli occhi di tutti quella online. C’è chi è pro e chi è contro. Fra le tante elucubrazioni negative si possono cogliere piuttosto chiaramente le condizioni sociali, di frequentazione ed emergenza sicurezza in cui versa da tempo la popolare piazza rivarolese.

«(…) chi ha votato questa idea geniale – scrive un negoziante – è mai passato nelle ore pomeridiane, e non parlo di tarda sera, in piazza a vedere che gente c’è?». «(…) prima bisogna fare pulizia di tutto il marciume che gira nella piazza – gli fa eco un abitante – e poi pensare come migliorarla, io sono d’accordo purchè siano fatte con criterio, non per spendere i nostri soldi senza risultati e dare la possibilità a tutta la rumenta che gira in piazza di stare più comoda».

Ancora più chiara l’affermazione di una signora che sostiene di vivere a Rivarolo da quarant’anni: «(…) come al solito anche questo”progetto”non lo trovo a favore di chi “vive” Rivarolo! (…) Io ho mia mamma disabile e sarebbe carino poter chiacchierare magari all’ombra di un albero… se non fosse che l’ammasso di gentaglia spesso ubriaca che affolla le stesse non lo permette!».

Poche frasi, quelle riportate, ma eloquenti. Emblematiche di un disagio rivarolese. Abbiamo ripreso l’argomento con Carlo Di Bernardo, ex presidente del Comitato Rivarolo, rimasto oggi membro dello stesso perché eletto, in qualità di consigliere del Municipio V Valpolcevera, nella lista del Movimento 5 Stelle. L’intento è capire quanto riscontro abbia avuto l’incontro con la popolazione residente e quali siano stati i temi maggiormente sentiti dai cittadini stessi.

«C’è stata una forte partecipazione, moltissima gente fra residenti e commercianti. Per le istituzioni hanno presenziato la presidente del Municipio, Iole Murruni, e molti Assessori e Consiglieri. – spiega Di Bernardo – Al di là della problematica dei parcheggi, è emerso quanto gli abitanti abbiano a cuore il tema sicurezza. La discussione si è fatta molto accesa proprio su questo punto. In realtà il discorso sarebbe anche più ampio. Chi ha partecipato all’assemblea ha guardato alla spesa ed al progetto dal punto di vista dell’effettivo ritorno, in termini di benefici, per gli abitanti. Sul discorso delle barriere architettoniche siamo tutti d’accordo, ci mancherebbe altro. Importante è non creare spazi che continuino ad essere mal frequentati. Altri cittadini invece si sono dichiarati assolutamente favorevoli al progetto poiché, una volta riqualificata la piazza, i residenti potrebbero ricominciare a frequentarla “riappropriandosene”».

«Come Movimento 5 Stelle non siamo contro il progetto – aggiunge Di Bernardo – sarebbe sciocco perdere questa possibilità di finanziamento, a maggior ragione una volta che potrebbero essere investiti dei soldi in un rione disagiato proprio come quello di Rivarolo».
(Daniela Cassinelli)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!