Home » BACHECA WEB, GENOVA, PRIMO PIANO » Genova. Nuovo Galliera, risparmio di 4 milioni: ecco il gruppo che ha vinto l’appalto

Genova. Nuovo Galliera, risparmio di 4 milioni: ecco il gruppo che ha vinto l’appalto

Genova. La commissione giudicatrice della gara per l’affidamento della progettazione del nuovo ospedale Galliera di Genova ha individuato il vincitore dell’appalto, con un ribasso del 43% rispetto ai 9 milioni e 250 mila euro della base d’asta pari a un risparmio di circa 4 milioni di euro.

Lo annunciano il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, il vicepresidente e assessore regionale alla Salute Sonia Viale, il vicepresidente del Galliera Giuseppe Zampini, il direttore generale Adriano Lagostena e il direttore sanitario Giuliano Lo Pinto a Genova nella sala del consiglio di amministrazione dell’ospedale Galliera. Il nuovo codice degli appalti ha previsto l’introduzione della metodologia BIM (Building Information Modeling) per la valorizzazione della fase progettuale nelle gare di progettazione per la realizzazione di opere pubbliche. È la prima volta che viene utilizzata in Liguria. Al termine delle verifiche di legge il contratto definitivo verrà stipulato fra 35 giorni. Il nuovo ospedale Galliera di Genova, la cui costruzione potrebbe avere inizio nel 2015, è stato scelto come sito pilota nell’ambito del progetto di ricerca Indicate, un’iniziativa della Commissione Europea che ha lo scopo di sviluppare un software interattivo utile nelle fasi di progettazione e sviluppo di una “smart city” e di un “green hospital”. La scelta compiuta dai funzionari della Commissione Europea dimostra che il progetto del nuovo Galliera – unico ospedale partecipante al progetto Indicate – possiede caratteristiche particolarmente interessanti dal punto di vista della sostenibilità urbana, essendo stato concepito fi n dall’inizio come “ospedale verde”, dotato di impianti tecnologici all’avanguardia che consentiranno di ridurne i consumi energetici.

Il nuovo Galliera, pertanto, potrà dare un doppio contributo alla realizzazione di “ospedali verdi” in Italia e in Europa: da un lato rappresenterà un esempio concreto da seguire, dall’altro lato – contribuendo alla realizzazione del software Indicate – faciliterà il compito dei progettisti e delle amministrazioni che nei prossimi anni vorranno affrontare il rinnovamento delle strutture sanitarie in un’ottica di risparmio energetico. L’altro aspetto che rende il nuovo Galliera un sito particolarmente interessante per il progetto Indicate consiste nel fatto che l’intervento progettato non riguarda solo il futuro edifi cio ospedaliero ma l’intera area urbana circostante del centro di Genova, una superfi cie di circa sessanta chilometri quadrati in cui sorgono vari edifi ci pubblici, tra cui una scuola superiore (con un centro sportivo dotato di piscina), la Questura e un piccolo museo.

Spiega infatti Urbina: «Fin dall’inizio abbiamo pensato alla possibilità di scambi energetici tra i vari edifi ci, per ottimizzare l’effi cienza complessiva dell’area. Gli scambi possibili non riguardano solo il teleriscaldamento (utile alla piscina, in particolare), ma anche la produzione di energia elettrica da impianti fotovoltaici. Si pensi, per esempio, a un impianto fotovoltaico collocato sul tetto della scuola, che raggiunge il suo picco produttivo a luglio, quando l’edifi cio è vuoto. In estate la scuola non consuma energia, mentre è massimo il fabbisogno energetico dell’ospedale, che ha la necessità di alimentare l’impianto di climatizzazione.
(Lara Calogiuri)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

LEGA DEL FILO D’ORO

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!