Home » EVENTI, GENOVA » Genova. Nasce IDEAD’ARTE, mostra espositiva e laboratori nel pieno centro storico

Genova. Nasce IDEAD’ARTE, mostra espositiva e laboratori nel pieno centro storico

Genova. Sabato 16 novembre, alle ore 18, in piazza dei Greci 1 rosso (angolo piazza delle Vigne) si inaugurerà lo spazio espositivo di progettazione creativa “IDEAD’ARTE” pensato da cinque artisti attivi nel proprio campo di ricerca da decenni: Virginia Cafiero, Alberto Cerchi, Coca Frigerio, Simonetta Gherardelli, Lucia Pasini.

«Non giovani emergenti, ma personalità mature e forse un po’ incoscienti… – raccontano di sé - Il nostro progetto non nasce come galleria d’arte e negozio di tendenza, ma vuole essere una porta aperta nel centro storico della città per chiunque si interessi di arte visiva, di comunicazione, di immagine declinata in tutte le sue varianti, dalla grafica agli sviluppi tridimensionali, dai libri d’artista alle microscenografie, o come le definiva Bruno Munari, “Sculture da viaggio.»

L’obiettivo è ambizioso: diventare un punto d’incontro tra artisti e creativi di ogni settore, addetti e non addetti ai lavori, curiosi, abitanti del centro storico e turisti desiderosi di scoprire e confrontarsi con il mondo dell’arte.

«Abbiamo suddiviso lo spazio in due aree, espositiva e di laboratorio. – spiega Virginia Cafiero -Tutto ruota intorno alla carta, materia prima che insieme agli altri artisti sviluppiamo in arte da anni. Andiamo dalle piccole scenografie, ai libri d’artista, agli abiti, ai kimono, alle scarpe ed altro ancora. Alle spalle della zona espositiva abbiamo creato laboratori dove terremo corsi sempre inerenti alla nostra tipologia di lavoro. Faremo incontri a tema e terremo conferenze. In tanti anni di lavoro abbiamo accumulato una serie di esperienze che metteremo tutti insieme a frutto in questo progetto.»

Virginia Cafiero. Note biografiche. Crea trame di carta con meticolosa pazienza attraverso un attento e minuzioso processo di lavorazione, ai quali unisce elementi vegetali, che modella in sottili forme irregolari, dalle ruvide superfici e dai colori naturali. L’interesse per la carta, quale supporto comunicativo, si esplica attraverso la creazione di libri d’artista, mail art, opere pittoriche e installazioni, per giungere infine all’universo della moda. Nascono così abiti in carta, kimono e scarpe fantasiose o “assurde” come ama definirle.

Alberto Cerchi. Note biografiche. Sviluppa da molti anni il metodo Munari, che ha avuto la fortuna di conoscere e frequentare. Il suo approccio quindi è essenzialmente grafico e compositivo, attento ai materiali e alle forme. Con Coca Frigerio ha fondato l’Associazione “I Munariani” e lo studio Arte Gioco. Ha progettato e coordinato laboratori creativi nei principali Musei in Italia, corsi di formazione, stage creativi, libri, articoli, percorsi visivi.

Coca Frigerio. Note biografiche. Milanese è attiva come scenografo assistente e costumista dal 1962 con Ezio Frigerio, in teatro e al cinema, in seguito lavora come bozzettista per gli spettacoli per ragazzi in televisione con Guido Stagnaro e in teatro con Gianni Colla. Illustra numerosi libri per ragazzi, insegna educazione artistica, illustrazione presso l’Istituto Europeo di design e la scuola del fumetto fino al 1992. Diventa collaboratrice di Bruno Munari dal 1977 al 1997 e autrice dei primi libri pubblicati dal gruppo. In Brasile partecipa ad una grande mostra al Sesch Pompeya di S. Paolo come artista pedagogista, e pubblica diverse collane di libri creativi.

Simonetta Gherardelli. Note biografiche. Vive e lavora a Genova, il suo percorso artistico inizia con il figurativo sperimentando varie tecniche. In seguito decide di focalizzare la sua ricerca sulla città: i suoi lavori sono inquadrature, particolari, vedute da lontano o dall’alto di tetti e coste, oniriche visioni di cieli e di mari. Parte dalla tecnica pittorica per sviluppare giochi di trasparenze e scontornati per accentuare una lettura spaziale.

Lucia Pasini. Note biografiche. Svolge la sua attività a Genova frequenta studi di diversi artisti tra cui quello dello scultore Lorenzo Garaventa. La sua ricerca parte dal figurativo per arrivare in seguito a un astrattismo materico con gessi e cere colate. Il suo lavoro è la rappresentazione immediata di sensazioni interiori. L’artista opera con tecniche miste acrilico e terre naturali eliminando i contrasti di colore e procedendo per successive velature sottilmente modulate.
(D.C.)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!