Home » BACHECA WEB, GENOVA » Genova. La Ecomission di Sestri Ponente approda a Dubai e conquista il mercato mediorientale

Genova. La Ecomission di Sestri Ponente approda a Dubai e conquista il mercato mediorientale

Genova. L’azienda genovese Ecomission, ramo aziendale di Teknit, oggi leader assoluto in Italia nel mercato della mobilità elettrica su due ruote, è stata invitata al Gulf Bike Week di Dubai. Alcuni numeri per capire la rilevanza della fiera più grande del Medio Oriente: oltre 25.000 visitatori, valore del mercato 1 miliardo di dollari, 1.000 giornalisti accreditati. Sono accorsi da tutto il mondo espositori di moto stradali e fuori strada.

Sembrava una missione impossibile e invece si è rivelata una grande opportunità. Ancora una volta il grande coraggio imprenditoriale e la perspicacia dell’imprenditore Walter Pilloni, hanno portato la società che amministra in una posizione di vantaggio rispetto ai suoi concorrenti. Presentare Ecojumbo al Gulf Bike Week di Dubai è stato un vero colpo di genio. Nessuno avrebbe potuto osare tanto poiché è noto che a Dubai il prezzo del carburante è attorno ai 40 centesimi e quindi il primo vantaggio economico di una scelta diversa da quella tradizionale è pari a zero. Nonostante queste premesse e qualche preoccupazione sul risultato e sull’investimento sostenuto inizialmente, Pilloni ha esposto per tre giorni lo scooter all’attenzione di centinaia di visitatori provenienti da tutta l’area degli emirati arabi uniti. Il riscontro è stato immediato quanto inatteso, già il primo giorno di fiera l’emiro Mohammed Bin Suleyam, che ha inaugurato l’evento fieristico si è avvicinato allo stand di Ecomission e ha dichiarato il suo interesse per Ecojumbo, di cui aveva già sentito parlare dagli organizzatori. Bin Sulayem oltre a essere il presidente dell’EMSF (Federazione sportiva motoristica) degli emirati arabi è anche il vicepresidente della FIA nonché un funzionario governativo molto influente e ben introdotto nella famiglia del Principe Al Maktum. Nel corso di quella prima conversazione è emerso che esiste un progetto molto articolato e ricco che consiste di dotare alcune aree di quelle città di una mobilità alternativa e non inquinante con il supporto di adeguate infrastrutture.

«Abbiamo mostrato con grande piacere il nostro scooter e abbiamo parlato a lungo di questa nostra visione che coincide esattamente con quanto loro vorrebbero realizzare nel loro paese – spiega Pilloni - il riscontro è stato positivo e siamo certi che svilupperemo qualcosa di molto interessante assieme». Il Segretario Generale dell’EMSF  Hassan Mubarak ha chiesto ed ottenuto di poter trattenere lo scooter Ecojumbo a Dubai nella sede FIA per metterlo a disposizione degli enti governativi preposti alla viabilità e all’ambiente. Ora è solo questione di tempo, una volta verificati gli elementi tecnici e contrattuali partiranno i primi ordini sia di scooter che di colonnine. Investimenti ed occupazione in crescita nella fabbrica di Genova di Ecomission, questa è la prova che si vuole continuare a fare impresa bisogna volgere lo sguardo oltre Europa, verso quei paesi che stanno continuando a crescere e che sono ansiosi di incontrare imprenditori coraggiosi e lungimiranti.
(D.C.)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!