Home » GENOVA, POLITICA, PRIMO PIANO » Genova, Ilva: l’accordo di programma non si tocca

Genova, Ilva: l’accordo di programma non si tocca

Genova. Oggi presso Confindustria Genova si è svolto l’incontro tra le Organizzazioni Sindacali Fim Fiom Uilm e Ilva sui contratti di solidarietà. Ad oggi Ilva Genova conta circa 1750 dipendenti, di questi 1450 sono in contratto di solidarietà. Il prossimo 29 settembre i contratti scadranno e la riunione di oggi aveva lo scopo di rinnovarli per l’ultimo anno consentito dalla legge. I dipendenti Ilva stanno subendo gli ammortizzatori dal 2005 quanto è stato firmato l’Accordo di Programma tra enti locali, organizzazioni sindacali, azienda, Autorità Portuale, i ministeri dell’Economia, delle Infrastrutture e Trasporti, Politiche Sociali, Attività Produttive, Beni Culturali, Prefettura di Genova, Agenzia del Demanio, Aeroporto, Società per Cornigliano, Anas sulla dismissione delle aree a caldo Ilva e il recupero con bonifica delle aree liberate dall’altoforno.

Da quel momento in Ilva è passata prima la cassa integrazione, poi i lavori socialmente utili e ora c’è il terzo anno dei contratti di solidarietà: si tratta di una vera e propria emergenza sociale che sta condizionando la vita di migliaia di famiglie. L’azienda ha comunicato alle OO.SS. che a fronte dei contratti di solidarietà, resta l’accordo di programma, ma subordinato al piano industriale che il Commissario presenterà nelle prossime settimane e che per essere approvato deve avere il via libero degli istituti di credito. Si tratta di una situazione insostenibile per i lavoratori e per la città che rischia di veder vanificati anni di lotte.

“Domattina in fabbrica – dicono i responsabili – ci sarà la prima assemblea sindacale per decidere insieme ai lavoratori le azioni di lotta da intraprendere”. E aggiungono: “La Fiom Cgil chiede sin d’ora alle istituzioni, al Governo e a tutti i firmatari dell’Accordo di Programma di farsi carico di tale situazione”. Infine concludono: “La Fiom Cgil chiede a tutta la città di mobilitarsi per salvare l’Ilva, l’occupazione, lo sviluppo di quartieri come Campi e Cornigliano che già troppi tributi hanno pagato  in questi anni”.
(C.S.)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!