Home » GENOVA, SPETTACOLO » Genova. Il secondo figlio di Dio di Simone Cristicchi

Genova. Il secondo figlio di Dio di Simone Cristicchi

Genova. Il cantastorie Cristicchi torna a teatro e incassa un altro successo. Questa volta il suo ardore civile lo porta a rispolverare la storia di un mistico toscano di metà Ottocento, David Lazzaretti,  ma soprattutto, della sua utopia capace di unire fede e amore per i deboli, religione e giustizia sociale.  Il cantante porterà in scena  “Il secondo figlio di Dio” all’Archivolto il 9 e 10 gennaio.

La canzone dal vivo si fa testimonianza alta, capace di cogliere la dimensione epica, quale strumento di racconto di grandi e piccole storie: e Cristicchi diventa il cantore, il portavoce di una vicenda mitica che affonda nelle origini e nell’identità di un popolo.Il secondo figlio di Dio è dedicato alla vicenda umana e spirituale di Lazzaretti, il predicatore che, nella seconda metà dell’Ottocento, aveva fondato una comunità di fedeli sul Monte Amiata, dando vita al movimento chiamato giurisdavidico.Non emerge un giudizio né la volontà di esaltarlo, quanto il tentativo di sottolineare la sua energia a favore degli ideali di giustizia e solidarietà.

Simone Cristicchi, diventato famoso come cantante, vincendo Sanremo nel 2007, da alcuni anni si dedica al teatro, puntando su temi di interesse civile, come con Magazzino 18, dedicato al dramma dell’esodo istriano nel dopoguerra. Ora, ancora con l’attenta regia di Antonio Calenda, come nel precedente spettacolo, sceglie di portare in scena, Il secondo figlio di Dio.Cristicchi, dopo aver studiato a fondo il singolare personaggio, a cui ha dedicato anche un libro con lo stesso titolo, sottolinea come alcune persone, talvolta, per il loro comportamento e le loro parole, diventano oggetto di esaltazione popolare, come nel caso di Lazzaretti.

Il cantante e attore ne ricostruisce in modo dettagliato la vita: nato nel 1834 ad Arcidosso (Grosseto), in una famiglia di barocciai, cioè carrettieri, già da bambino lavora e, quattordicenne, ha le prime visioni di un frate, che poi gli si rivelerà come san Pietro, e gli imprime un simbolo con due C rovesciate, con una croce nel mezzo, proclamandolo “secondo figlio di Dio”. In seguito alle visioni Lazzaretti si reca frequentemente a Roma per incontrare il papa, vive da eremita per più di quaranta giorni in Sabina, rinchiuso in un convento abbandonato, la “grotta di Sant’Angelo”, che era stato l’eremo del beato Amedeo, diffonde la sua idea utopistica di uguaglianza, acquisendo grazie al suo carisma, proseliti, così da costituire sul Monte Labbro una comunità, mai autorizzata, fondata sull’istruzione, la solidarietà e l’uguaglianza, ‘la società delle Famiglie Cristiane’, composta da oltre 5.000 persone.

Per la sua attività viene condannato come eretico dalla Chiesa, sono messi all’indice i suoi testi, ed è considerato un sovversivo dal neonato Stato Italiano, fino a che, durante una grande manifestazione da lui organizzata con la sua comunità, viene ucciso da un carabiniere nel 1878. Cristicchi spiega anche l’evolversi della vicenda con una voce fuori campo, per evidenziare la sua caratterizzazione del personaggio, attraverso una recitazione convulsa.

Infatti si muove continuamente su e giù dal carro: lo sposta, lo smonta e lo ricostruisce, aggiungendo o togliendo pezzi per indicare la continua operosità del suo personaggio che vuole raggiungere i suoi sogni e i suoi obbiettivi, anche se Cristicchi non esprime un giudizio positivo o negativo a riguardo, ma utilizza la tecnica del cantastorie che si limita al racconto animato dei fatti. Mostra anche, riproducendo le voci delle persone che lo avevano incontrato, come il fascino dei predicatori rischia di trovare facilmente terreno fertile in cui insinuarsi in epoche in cui si senta il bisogno di spiritualità.
(Lara Calogiuri)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

LEGA DEL FILO D’ORO

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!