Home » EVENTI, GENOVA, PRIMO PIANO » Genova. Il futuro dell’informazione locale nell’era digitale: convegno crossmediale in Terrazza Colombo

Genova. Il futuro dell’informazione locale nell’era digitale: convegno crossmediale in Terrazza Colombo

Genova. Oggi, lunedì 30 ottobre,  nell’ambito del Festival della Scienza si parlerà del futuro dell’informazione. Il passaggio dell’analogico al digitale ha segnato una svolta epocale nel mondo dell’informazione nazionale e locale. Mentre a livello nazionale il tema viene trattato ampiamente, nessuno si è ancora occupato delle conseguenze sull’informazione locale che arriva e arriverà in futuro ai cittadini, e di ciò che la rivoluzione potrà provocare: la perdita di professionalità, la totale mancanza di controllo delle notizie, insomma la qualità dell’informazione e chi ci sarà a gestirla.

Bisogna intervenire, o rassegnarsi ad un lento declino della qualità dell’informazione locale sino al suo totale annullamento? È il quesito da cui parte il convegno crossmediale di questo lunedì 30 ottobre in programma a Terrazza Colombo e organizzato nell’ambito del Festival della Scienza. Interverranno esperti, politici, tecnici che si occupano di informazione: Maurizio Rossi – senatore liguria civica, Maurizio Gasparri – senatore forza italia, Lorenzo Basso – Deputato Partito Democratico, Maurizio Giunco – presidente associazione tv locali, Alberto Maria Benedetti – presidente Corecom Liguria, i giornalisti Franco Manzittil, Mario Paternostro e Carlo Rognoni.

La televisione, specie dove la popolazione è di età elevata cone in Liguria, è ancora il mezzo di informazione più importante dal quale i cittadini ricevono informazioni. Basti pensare che la televisione viene vista in media circa due ore e mezza al giorno. I media tradizionali però hanno avuto forti difficoltà in questi anni, pur essendo entrati anche nel mondo digitale. Abbiamo assistito, ad esempio, in Liguria, al fallimento di aziende editoriali, accorpamenti, forti riduzioni di organici giornalistici a causa di un sistema legislativo che regolamenta eccessivamente I media tradizionali e lascia vivere nella totale deregulation tutti i nuovi media digitali.

A questo si aggiunge il sistema assolutamente iniquo gestito dai grandi player mondiali come Google, che gestiscono grandi investimenti, sia di grandi clienti nazionali che ormai di piccoli clienti locali: trattenengono alte percentuali degli introiti e ripartiscono la parte restante tra siti di qualsiasi genere e tipo senza valutare alcuna differenza tra informazione di qualità e siti che generano un clic con qualsiasi mezzo: per loro un clic è un clic da ovunque arrivi ed ha un unico valore.
(Lara Calogiuri)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!