Home » GENOVA, SPETTACOLO » Genova. Hamlet in Rebibbia alla Tosse

Genova. Hamlet in Rebibbia alla Tosse

Genova. Lunedì 30 ottobre, alle ore 20.30 il carcere di Rebibbia e la Festa del Cinema di Roma vengono trasferiti al Teatro della Tosse di Genova. Va in scena, per la prima volta, in contemporanea, correndo su un ideale red carpet digitale che collega cinque sale italiane il live streaming in full HD di “Hamlet in Rebibbia”, progetto speciale del Ministero per i beni e le Attività culturali e del Turismo 2017, che solo nel collegamento con la Tosse prevede anche la possibilità di interazione col pubblico.

Lo spettacolo è a cura del genovese Fabio Cavalli, anche co-sceneggiatore, coproduttore del pluripremiato “Cesare deve morire”, dei fratelli Taviani e vincitore della Menzione Speciale della Giuria del Premio Migrarti 2016 alla 73° Mostra del Cinema di Venezia per il cortometraggio “Naufragio con spettatore”. Una serata che del teatro evidenzia gli aspetti sociali, non solo perché protagonista è una compagnia di carcerati ma anche perché, sull’esempio di esperienze come quella del National Theatre di Londra, solleva il dialogo sulla fruizione dello spettacolo dal vivo e su come la tecnologia possa essere una sua preziosa alleata. Dal 2015 l’Auditorium del Carcere di Rebibbia è connesso in banda larga con la rete ed è stato trasformato in un centro di produzione di eventi live streaming, anche con l’impiego professionale di cittadini in esecuzione penale debitamente formati all’uso delle nuove tecnologie.

Per la prima volta la trasmissione delle esperienze teatrali di Rebibbia varca la soglia di più sale teatrali italiane  essendo uno degli appuntamenti della Festa del Cinema di Roma, che proietterà anche al MAXXI lo spettacolo per coloro che non fossero riusciti ad accreditarsi nella casa circondariale (sede anche di altri appuntamenti aperti a liberi e detenuti, dal 30 ottobre al 21 dicembre, per la sezione Festa del Cinema a Rebibbia). Il progetto Rebibbia Live Streaming si sviluppa a partire dal 2015 con l’approvazione da parte del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria e con la collaborazione della Fondazione Cinema per Roma (2016 e 1017) e del Roma City Fest (2016). La posa della fibra ottica che collega l’Auditorium del Carcere alla rete web lo ha così trasformato in un centro di produzione di eventi live streaming, anche con l’impiego professionale di cittadini in esecuzione penale debitamente formati all’uso delle nuove tecnologie. La Struttura, iscritta al Registro imprese cinematografiche presso il MiBACT, ha aperto per la prima volta i suoi cancelli al grande pubblico diventando set del film “Cesare deve morire”, vincitore nel 2012 dell’Orso d’Oro al 62° Festival del Cinema di Berlino, di cui Cavalli è stato coproduttore, co-sceneggiatore, interprete, scenografo e light designer della parte teatrale.

Dice Fabio Cavalli dello spettacolo “Hamlet in Rebibbia”: “C’è un’opera di Shakespeare che ha radicali attinenze con i problemi che dominano il contesto carcerario e l’ambiente d’origine di molti reclusi. Il titolo è Amleto, il termine è Vendetta”.
(Lara Calogiuri)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!