Genova. Doria: Terzo Valico, sì. Gronda, vedremo

Scritto da Redazione Il 25 giugno 2013 @ 11:40 Nella categoria GENOVA,POLITICA,PRIMO PIANO

Genova. Il transito delle merci attraverso i Giovi verso la valle Padana rappresenta per il sindaco Doria una priorità che non può essere dilazionata nel tempo. Il Terzo Valico, dunque, se si avranno i finanziamenti del governo, si farà.

Invece, al momento, non è ancor detto altrettanto per quanto riguarda il progetto della grande opera autostradale, ideata soprattutto a beneficio dei mezzi pesanti, che prende il nome di “Gronda” ed ha il proprio fulcro nell’immediato entroterra del ponente cittadino.

Già prima della sua elezione Doria aveva espresso dubbi sulla opportunità della cementificazione di un’area di così grandi dimensioni a ridosso della città, e si era persino domandato se non fosse più opportuno, in determinate circostanze, ritornare alla preferenza del trasporto su rotaia rispetto a quello  su gomma.

In questo momento il sindaco ritiene che sia il caso di attendere i risultati delle indagini della commissione di tecnici incaricati specificamente per lo studio del non semplice argomento.

Da una parte, la Gronda, dal momento che interesserebbe plurime e diversificate aree sul territorio, rappresenterebbe  un non indifferente depauperamento paesaggistico ed ecologico, dall’altra viene proposta come un imprescindibile sbocco alle grandi difficoltà della circolazione che affaticano da tempo il traffico delle zone immediatamente a nord di Genova, in particolare quella tra Genova-ovest e Bolzaneto.  Sarebbero presenti, infatti, gravi ricadute negative, in termini economici, per le aziende che fanno conto su solleciti trasporti delle merci.

Si spera pertanto in un responso, il più possibile adeguato, da parte dei tecnici, ai quali anche il sindaco affida in questo momento le proprie decisioni.
(Aldo Carpineti)



Articolo pubblicato da: LIGURIA 2000 NEWS

URL dell'articolo: http://www.liguria2000news.com/genova-doria-terzo-valico-si-gronda-vedremo.html

Copyright © 2007-2018 Liguria 2000 News 'Testata giornalistica telematica di informazione'