Home » GENOVA, NEWS » Genova. Donne pro aborto libero danneggiano il ‘muro delle bambole’ a De Ferrari

Genova. Donne pro aborto libero danneggiano il ‘muro delle bambole’ a De Ferrari

Genova.  Manifestazione di donne a favore dell’aborto libero con blitz contro il “muro delle bambole” installato in occasione dell’8 marzo in piazza De Ferrari dalla Regione Liguria. E’ successo nel tardo pomeriggio nelle vie del centro di Genova durante il corteo delle donne che prendevano parte alla giornata nazionale svolta in contemporanea in tutte le grandi città italiane in seno alla campagna “Non Una Di Meno” “per difendere il diritto all’aborto libero, sicuro e gratuito”.

Alla manifestazione hanno preso parte circa duecento donne in parte legate ai tre centri anti violenza presenti in provincia Genova (via Cairoli, via Mascherona e nel comune di Mignanego). Il danneggiamento del Muro delle Bambole sarebbe avvenuto ad opera di alcune donne che si sono staccate dal corteo e che già in occasione di una precedente manifestazione avvenuta in occasione dell’8 marzo, avrebbero riferito di avere intenzione di smontare il “Muro delle Bambole” della Regione Liguria.

Nessuna rivendicazione ufficiale, per ora, anche se fra le ipotesi per spiegare il danneggiamento c’è la contestazione alla politica a favore della famiglia tradizionale dell’ente del governatore Toti. Sul fatto indagano i poliziotti della Digos.

Regione Liguria esprime una ‘ferma condanna’ nei confronti del gesto. “Avremmo preferito che queste persone, tra cui molte donne – affermano la vicepresidente della Regione Liguria e assessore alla Sanità Sonia Viale e l’assessore alla Cultura e Pari Opportunità Ilaria Cavo – avessero organizzato una manifestazione di protesta a seguito dei drammatici casi di stupro che si verificano troppo spesso nel nostro paese. Le donne dovrebbero manifestare non per un diritto che c’è ovvero il diritto all’interruzione volontaria di gravidanza, ma quando viene violato il diritto di una donna alla sua libertà e integrità, fisica e morale. L’interruzione volontaria di gravidanza – concludono – è un diritto garantito nel nostro sistema, ma forse le donne che erano in piazza questa sera non lo sanno”.
(Lara Calogiuri)


Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!