Home » GENOVA, POLITICA » Genova. Commercio: il comunicato stampa delle OO.SS su liberalizzazioni

Genova. Commercio: il comunicato stampa delle OO.SS su liberalizzazioni

Genova. Il 30 marzo scorso si è svolta presso palazzo Tursi, come previsto nel precedente incontro, la riunione tra le parti sociali in materia di liberalizzazione degli orari commerciali, dove purtroppo hanno partecipato solamente alcune delle controparti convocate: alla riunione erano presenti solamente la Lega delle Cooperative e la Confesercenti . La Confcommercio non ha presenziato con la motivazione di non aver terminato la consultazione dei suoi associati, mentre Federdistribuzione non si è presentata senza peraltro inviare comunicazione alcuna a Filcams CGIL, Fisascat CISL, Uiltucs UIL.

L’amministrazione comunale, come peraltro già comunicato nel precedente incontro tenutosi lo scorso 21 marzo, ha di fatto proceduto alla delibera delle misure previste dal decreto liberalizzazioni, annullando l’accordo dello scorso anno, che prevedeva la chiusura obbligatoria degli esercizi commerciali in alcune festività di alto contenuto sociale.

Le OO. SS. esprimono forte preoccupazione per la scarsa disponibilità dimostrata da alcune delle parte sociali chiamate in causa, inoltre ribadiscono  giudizio negativo in merito al decreto  liberalizzazioni, che, non solo non creerà nuova occupazione, ma provocherà problemi ai lavoratori di un settore già fortemente penalizzato  dalla crisi sui consumi.

Crediamo con forza che si possa giungere ad una  proposta di un “accordo tra le parti per festività, domeniche ed orari commerciali nella città di Genova”, accordo volto ad individuare percorsi che, pur non potendo assumere carattere normativo, consentirebbero alle parti coinvolte un proseguo nella condivisione delle tematiche in oggetto, con l’obiettivo di raggiungere un accordo su questi temi per un equilibrio della rete commerciale che possa far convivere il commercio di vicinato e la GDO.

Nel prossimo incontro, previsto per il 17 aprile, l’obiettivo che ci proponiamo è quello di raggiungere un risultato condiviso, che porti ad un nuovo accordo di pianificazione del calendario delle aperture commerciali, nonché degli orari di apertura, in vista di una programmazione delle aperture sostenibili, nel rispetto dei tempi di vita e di lavoro delle città. Le OO.SS. ribadiscono che festività quali Pasqua, 25 aprile, 1 maggio, Natale e 1° gennaio hanno un valore incomparabile per lavoratori  e cittadini.  
(C.S.)


Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

LEGA DEL FILO D’ORO

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!