Home » GENOVA, POLITICA, PRIMO PIANO » Genova. Caos pronto soccorso, la Cgil accusa la Regione: “Con la nostra salute risparmia 120 milioni”

Genova. Caos pronto soccorso, la Cgil accusa la Regione: “Con la nostra salute risparmia 120 milioni”

Genova. Non si placa l’emergenza per i pronto soccorso genovesi e, dopo il weekend di difficoltà vissuto, è la Cgil ad alzare il volume sulla vicenda.

“L’assessore Sonia Viale oggi a mezzo stampa ha confermato che sabato e domenica sono state giornate critiche nei pronto Soccorso genovesi. Barelle nei corridoi, ambulanze in coda e attese lunghissime, di anche sei ore, per i pazienti non in pericolo di vita, ma affetti da problemi di varia natura”, scrive la segreteria regionale.

Un problema causato dalla mancanza di personale. “Alcune assunzioni – continua la nota stampa – di nuovi infermieri sono state effettuate negli ultimi mesi, ma meno di quelli che sono andati in pensione in questa legislatura. Ad oggi mancano all’appello circa cinquecento fra infermieri, operatori socio sanitari e tecnici ai quali si aggiunge la carenza di 180 medici. La Regione in questo modo ‘risparmia’ annualmente più di 120 milioni sottratti alla cura dei cittadini liguri”.

Sotto accusa – stando alla ricostruzione fornita dalla Cgil – la cronica mancanza di personale all’interno della macchina emergenziale dei pronto soccorsi genovesi.
(Lara Calogiuri)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

LEGA DEL FILO D’ORO

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2019 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!