Home » GENOVA, PRIMO PIANO, SPETTACOLO » Genova. Al Teatro Duse “Mors tua vita mea”, l’identità dei trentenni tra sogni e speranze infrante

Genova. Al Teatro Duse “Mors tua vita mea”, l’identità dei trentenni tra sogni e speranze infrante

Genova. Da mercoledì 14 a sabato 24 giugno (ore 20.30; giovedì ore 19.30; domenica e lunedì riposo) arriva a Genova, al Teatro Duse, Mors tua vita mea.

Lo spettacolo, di Silvia Zoffoli, rientra nella XXII edizione della rassegna di drammaturgia contemporanea, divenuta un appuntamento immancabile per scoprire i nuovi autori, le nuove forme e le ultime tendenze nel campo della scrittura per il palcoscenico, ma anche per osservare il presente, sia con lo sguardo atemporale dei classici, sia attraverso il linguaggio e la capacità d’indagine di autori contemporanei. In ventidue anni di vita, la Rassegna ha portato in scena quasi 80 nuovi testi, molti dei quali sono poi diventati dei veri e propri spettacoli di produzione.

Dopo un percorso fra cinema e teatro, da attrice a regista, passando per una laurea in Dams, Silvia Zoffoli nel 2009 comincia a mettere in scena suoi testi teatrali originali. Debutta con Hannah e Mary, un’amicizia ordinaria fra due donne straordinarie che, nel 2010, viene scelto dal Teatro Quirino di Roma per la rassegna Autogestito; mentre con Amalia e basta, che ha ottenuto numerosi riconoscimenti, ha girato diversi teatri italiani e nel 2014 ha vinto il bando nazionale Offerta Creativa. Nel 2015 ha firmato la regia di Madri come Dio vuole in scena alla Triennale di Milano per Il Tempo delle Donne.

La regia è affidata a Elisabetta Mazzullo; con Valeria Angelozzi, Matteo Cremon, Valentina Favella, Matteo Palazzo.

“Mors tua vita mea” è un tentativo di inquadrare i trentenni di oggi in modo a tratti ironico, ma essenzialmente tragico. La regista si serve di alcuni espedienti per sottolineare la situazione drammatica che sta vivendo un’intera categoria generazionale. Quattro giovani condividono nello stesso appartamento sogni e  speranze per il proprio futuro. Il tema indagato è principalmente quello del viaggio, come volontà di partire ma anche come paura di restare. I quattro si ritrovano così a dover lottare per i propri diritti, ad aver terrore di non trovare la propria identità, a dover scegliere di sacrificare le proprie origini per un’occasione in più. impetuosi e prudenti, spaventati e guerrieri, alla ricerca disperata e quotidiana della propria identità, di una strada da percorrere e del motivo per cui farlo. Il difficile distacco dal nucleo familiare e l’equilibrio instabile nel rapporto con il mondo che li circonda e, in primo luogo, con loro stessi. Il desiderio di ribellione e la necessità di conformarsi, la volontà di costruire qualcosa ma la sensazione opprimente di non sapere neppure da che parte cominciare.

Prezzi:
posto unico 5 €;
abbonamento a tutta la Rassegna: 15 €.
(C.S.)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!