Home » GENOVA, SPETTACOLO » Genova. Al Teatro della Corte, il Vangelo di Pippo Delbono

Genova. Al Teatro della Corte, il Vangelo di Pippo Delbono

Genova. Questa sera alle ore 20.30 al Teatro della Corte va in scena “Vangelo” scritto e diretto da Pippo Delbono.Teatrante di fama internazionale, Pippo Delbono da molti anni abita la scena come luogo di ricerca, lavorando costantemente negli spazi che si vengono a creare tra pubblico e privato, tra autobiografia e storia. La via scenica di Pippo Delbono (Varazze, 1959) trae linfa dalle esperienze da lui compiute con l’Odin Teatret e con Pina Bausch, e dallo studio delle discipline orientali, ma la sua tensione vera consiste nell’invenzione di un teatro che si nutre dell’ascolto reciproco, dell’improvvisazione, dell’esplorazione di esperienze personali.

«Qualche giorno prima di morire – ricorda Pippo Delbono – mia madre, fervente cattolica, mi ha detto: “Perché, Pippo, non fai uno spettacolo sul Vangelo? Così dai un messaggio d’amore. C’è n’è così tanto bisogno di questi tempi”. E io ho pensato subito alle recite che facevo da piccolo nella parrocchia, dove interpretavo Gesù bambino coi riccioli biondi, innamorato anch’io come lei di quel mondo di preti, di chiese, di incensi, di rappresentazioni teatrali. Il Vangelo mi intriga. Contiene messaggi che mi sembrano importanti. Semplici, ma allo stesso tempo rivoluzionari. Possiamo sostituire alla parola Dio la parola Universo. Di fatto parliamo di qualcosa di più grande di noi, di qualcosa che ha un senso di spiritualità. Ma siamo come viaggiatori sperduti che cercano di capire qualche cosa, senza riuscirci. In particolare fraintendiamo la morte, e quello che viene dopo la morte».

Lo spettacolo, frutto della coproduzione fra Emilia Romagna Teatro, Hrvatsko Narodno e Kazaliste-Zagabria, vede in scena Pippo Delbono e la sua Compagnia, con la partecipazione, nella parte filmata, dei rifugiati del centro di accoglienza PIAM di Asti. La scena è di Claude Santerre, i costumi sono di Antonella Cannarozzi, le luci di Fabio Sajiz. Le musiche originali per orchestra e coro polifonico sono di Enzo Avitabile.
Nata, nel debutto a Zagabria, come opera corale e contemporanea, “Vangelo” indaga i temi della “buona novella” declinandoli verso una matrice più esistenziale, quasi cristologica. Fedele ad una formula che ha collaudato sui più grandi palcoscenici europei, Delbono in questa sua nuova creatura mescola la poetica di Pasolini, i granitici riff dei Led Zeppelin, la sapienza di un padre della Chiesa come Sant’Agostino. Un amalgama originale che dà luogo ad una grande cerimonia visiva, una messa laica in cui la parola si accompagna alla danza, risuonando nel suo silenzio, nel suo gesto muto, dove la danza misura lo spazio e il ritmo che lo attraversa. Il tutto per provare a ritrovare il vero Verbo del Vangelo: un verbo di luce, di libertà, di verità, di amore. Un’esperienza forte che dentro ha la memoria di chi ha attraversato una delle guerre più feroci della storia contemporanea, il conflitto cruento che ha devastato e sconvolto i confini delle terre balcaniche, generando l’enorme ondata di immigrazione che ha lacerato l’Europa.

“Vangelo” è in scena dal mercoledì al sabato alle ore 20.30, domenica alle 16. La recita del giovedì inizia alle ore 19.30.
Lo spettacolo è al Teatro della Corte fino a domenica 7 maggio.
(C.S.)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!