Home » NEWS FUORI REGIONE » Gande successo in Canada del programma radiofonico “La Bella Italia”. E’ condotto dall’autore, produttore e discografico Mario Marasco

Gande successo in Canada del programma radiofonico “La Bella Italia”. E’ condotto dall’autore, produttore e discografico Mario Marasco

Abita a Toronto da ben 54 anni ed è un artista ultra noto in Canada, in Italia ed in altre parti del mondo. Sempre disponibile con gli artisti di ogni nazionalità che nel corso degli anni, dal 1970, portando così la canzone italiana nel mondo ospita e intervista, trasmettendo anche le loro canzoni, attraverso le tante trasmissioni radiofoniche condotte dai primi programmi radio del 1970 (Cable 10 e Cavo Televisivo n.10) a Ciao Radio (790 AM e 530 AM), a CHIN Radio International -1430 AM (Stazione Radio Cinese), sino  a. programma di gran successo trasmesso  da “Voces Latinas” (La voce della comunità)  – CHHA 1610 AM – con “La Bella Italia – Notturno italiano – “La Radio Amica” – in onda dal lunedì al venerdì dalle 23.00 alle ore 24.00 e la domenica dalle ore 21.00 alle ore 22.00.

Stiamo parlando di Mario Marasco già nel 1974 Premio Campidoglio per aver contribuito a diffondere la canzone italiana nel mondo. Personaggio non è solo conduttore di programmi radiofonici. E’ noto anche, infatti, come autore di centinaia e centinaia di testi di canzoni, come produttore discografico, nonchè come titolare e direttore artistico della casa discografica Riviera Music Publishing e delle Edizioni Musicali Riomar Music Publishing & Schermo che, tra l’altro, hanno diffuso diversi singoli ed album, co-prodotto le colonne sonore di alcuni film (“Amore a due ruote”, “Il padrone dei ragni” e “Il vescovo Rosaz”) e,  in sub-edizione, stampato canzoni di autori italiani, canadesi, argentini, spagnoli, ecc. Diversi sono, infatti, gli artisti portati alla ribalta con le sue produzioni.

Un personaggio speciale e simpatico, molto attento alle produzioni artistiche e sempre rispettoso degli impegni intrapresi. Ama da sempre la musica che nella sua famiglia è stata in primo piano (il fratello Luigi e suo padre Vittorio Emilio suonavano tromba e flicornino MI bemolle come musicisti professionisti). Mario ha iniziato come poeta-autore, vincendo da ragazzino un concorso poetico a Messina con “Amor di mamma” (dedicata appunto alla mamma Giuseppina, morta nel 1950), inserita, come altre sue tante liriche, nell’antologia “L’anima del poeta ’95″). Come giornalista ho conosciuto personalmente “questo eccezionale personaggio” oltre trent’anni fa e poi l’ho rincontrato in occasione di suoi brevi rientri in Italia (l’ultima volta nel 2008) per motivi artistici o per trascorrere qualche giornata in Calabria (è nato a Decollatura, vissuto per alcuni anni a Locri e poi in Piemonte, prima del suo definitivo trasferimento in terra canadese ove all’inizio continuò il lavoro di decoratore iniziato a Torino). Sin d’allora nacque tra noi una collaborazione artistica ed un’amicizia che continua con “incontri video-telefonici”, ai quali partecipa a volte anche un altro personaggio calabrese: l’amico Fortunato Rao di cui abbiamo già parlato in queste pagine.

La nostalgìa è una malattia che non si può curare e non si può certo nascondere. E Mario (anche Fortunato) non l’ha mai nascosta. E la mette in evidenza anche nella sua canzone di grande successo dedicata all’Italia, “Terrà lontana”, che ha spopolato ovunque incisa in Italia (dal cantante Bruno Berri, una voce tra Tajoli e Sergio Bruni, e in versione strumentale dal M° Roberto Fogu), in Canada (dall’italo-canadese Giulio e dal pianista Bob Liddel’s), in Germania (da Carmelo Rizzo) e da tanti altri artisti in altri paesi.

Tante, comunque la sue canzoni di successo, tra le quali ci piace ricordare: “Numeri pazzi” (brano rock degli anni ’70) incisa fra l’altro dal complesso Gli Asternovas di Bruno Di Silvys (dopo la scomparsa di Fred Buscaglione); “Incontrarti qui”, incisa dal cantante  Serafino Burreci che nel ‘74 l’ha portata al primo posto al “Gonfalone  d’Argento” di Viterbo, al “Gonfalone d’oro” di Roma e al 1° Festival di Lugano in Svizzera); “Senza di lei” e “Dopo anni” (incise dal cantante inglese Grant Smith), “Sei rimasta nell’anima” (incisa da Gianni Drudi, Amadeus, Marco Rey, Biagio, ecc.); “’Na storia comm’a chest” (presentata al XV Festival di Napoli da Biagio); canzoni in dialetto calabrese incise dal cantautore Romano Scarfone; “C’è l’amore – That’s amore”, Terra mia” e “Innamorata” (incise da Mimmo Di Gioia nel CD “Il menestrello”  – Edizioni Musicali Koral; – Riviera Music Publishing SOCAN – Four Joys Music Publishing – USA); “Friends Forever” (Once We Were Lovers), “Because of You” (Desiderio), “The Love We Shared”, “Sound of Love”, “Due Amici” e “Falling in Love” (incise da Daniela  nel  CD “Falling in Love”); “Caliente Caliente” e “Como una Diosa” (incise da Gustavo Clerico nel CD “Caliente Caliente (Special Edition); “Incontrarti Qui”, “Vorrei”, “La luce degli occhi”  e “Solo Per Lei” (Sung by Serafino), inserite nel CD “Musicalmente Insieme con I Grandi Successi Italiani Degli Anni ’70 (Recorded at Toronto Sound Studios (1974), ecc. Ed ancora tra le sue produzioni: il cantante Paolo Argento (CD “Realtà”), Daniela (CD “Falling in Love”, la cantautrice Tina Zanotto con l’incisione de “Il mio cuore vivrà”, versione italiana di “My Heart Will Go On” del film “Titanic”) Michela Castaldo (“Calabrisella mia”) e tanti 45 giri e cd incisi da artisti canadesi e di altri Stati: Pino Cea, Giulio Paonessa, Leda Iamonico, Loretta Tonello, Caterina Sciortino, Danya, Joe King, I Giuvigar, Mary Show, Claudia Scirè, Ninni Maina, L. Maddaloni, Stella Isapola, S. Polidori, Elisa Brancacci, Corinna, Marta Lami, Lina De Lima, Lorena Cioni, Franco Mazzitelli, Franco Mercia, Jack Cerrito, Franco Lettieri, Mrs. Galizia, Gianni Grammicchia, Peter Marino, Mike Napolitano, Biagio Bucaro, Nando Di Prete, Cristina,  Jean, Angelina, Little Joe, Tony & Josy, Tony Lima, Tony Ieluzzi, Vinz Paparo, Daniela Taurasi, Mariarosa Criscuolo, Cesare Revera, Wilred Gonzales, Angelo Luna, David, Royalty, Sam Giresi, Homil, Nast Brother, Arturo Sorano, John Fautley, Norma Fortino, Mr. Yaria, Ken Tobias, Damon Carro, Joseph Jay, Cecilia Galizia, Wilfred Gonzales, Gustavo Clericlò, Ricky Daniele, Tonia, Sonia, Fausto Finessi, Peter May, Rossana Valco, Tony Bellis, Chris Barbieri, Marco Rey, Elio Basile, lo zufolista Joe Castellana, Joe Ruscica (che ha vinto nel 1983 il Festival di “Sanremo Giovani” di Cupisti con una canzone scritta dalla cantautrice Diana Doris (autrice – già cantautrice – figlia di Mario Marasco, il quale ha anche un altro figlio: Marco Emilio). Ultima produzione “Mamma mi diceva” di Armando Pulente, prodotto da Pino Gioia che ha arrangiato e registrato tutte le canzoni in Italia presso l’Enjoy Music Studio. Grande artista Pino Gioia che con Mario Marasco ha scritto tante canzon ed effettuato numerosi arrangiamenti.

Mario Marasco ha fra l’altro scritto canzoni in collaborazione anche con Mateicich. Bassetti, Bosi, Caputi, Giordani, Papaluca, Cannizzaro, Sorano, Cassia, Pamieri, Durante, Di Girolamo, Cannalla, Crisologo, Tancredi, Giallombardo, Rezza, Somma, Farinella, Flipper, Monti, Rattazzi, Pat Noto, Pesce, Censorio, Tancredi, Deodato, Angelone, Pionca e tanti altri.

E’ stato premiato in varie manifestazioni e ne citiamo solo alcune: Premio USA “Certificate of Award” per “Terra lontana” (1961), Premio Festival della Canzone Italiana in Canada” (1965), medaglia d’oro al Concorso Int.le “Renato Macri 1968”; primo premio al Festival di Lugano 1974, Premio Canadian Accademy Of Recording  negli anni 1975-1976-1977;  Primo assoluto al Muliculturale Songwrigt Competition CHIN Radio International; Award Disco D’oro  Radio Vancouver e Radio Montreal nel 1976 e 1977; Premio Cable 10 Televisione per il programma “Mondomusica” (1980); primo premio al Festival di Sanremo dei giovani 1983; Premio 1990  Canada Sicilian Cultural Society; Premio 1999 Etnic Press Concil of Canada “Riviera Record”; finalista al XV Festival di Napoli ’92; primo premio nella sezione dialettale del concorso poetico del Nord America (“Voce d’oro” con la poesia “Si dici e u dicemo a Riggiu”). Insignito del titolo di Delegato per il Canada dell’Accademia Artisti Europei (1990), del titolo di Cavaliere dall’Accademia Federico II (1990); Premio Canada Circolo Musicale (2000); Premio Europeo Tindari (2001); Premio “I magnifici delle 7 note” per meriti artistici (2005);  Premio “Maria Augimeri” City of Toronto (2005) e Premio Community Work Multicultealis 2010”. Inoltre in Canada ha ricevuto 18 diplomi di riconoscimento dal quindicinale “Vita Italiana” (dal 1990 al 2005) ed è stato premiato per gli anni 2004-2005-2009-2o13-2014-2015 dalla CHHA 1610 AM per la sua trasmissione “La Bella Italia”.

Da ricordare che ebbe anche ad organizzare con l’amico  Roky Ferrari il Festival della Canzone in Canada  che ha avuto tra gli ospiti il M° Nello Segurini, Tony Silys che rimase in Canada, l’attore Carlo Croccolo, Ontario Sarracini,…).

Complimenti a Mario Marasco per tutto quello che è riuscito a fare e che continuerà a fare. Personaggio con il quale ci si può mettere in contatto per collaborazione o per essere ospitati nel suo programma radiofonico. Segnaliamo il suo indirizzo in particolare alle case discografiche, ai produttori e naturalmente ai cantanti, complessi ed autori per l’invio di cd. Mario Marasco – 1901–2645 Kipling Ave – Etobicoke ON M9V 3S6 (Canada). Tel. 001.416.7441214. Fax 001.416.7442972; e-mail: m.mario2006@yahoo.com. www.rivierarecords.ca/mario

Nel collage fotografico Mario Marasco nel 1961, nel 2013 e oggi con la compagna Anelie Bautista.
(Nino Bellinvia)



Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!