Home » NEWS FUORI REGIONE » “Fuori dal recinto”. Tre giovedì culturali promossi dall’Associazione “Conoscere e Agire” al Palazzo della Cultura “Nicola Lazzaro” di Massafra

“Fuori dal recinto”. Tre giovedì culturali promossi dall’Associazione “Conoscere e Agire” al Palazzo della Cultura “Nicola Lazzaro” di Massafra

Massafra. “I giovani sono il futuro e la speranza. Non possiamo averne altre”. Lo dice Pino Presicci, presidente dell’Associazione “Conoscere e agire” che, con il patrocinio del Comune, assessorato alla Cultura e Associazionismo, promuove di tre giovedì culturali ai fondamenti della “polis”. Tre incontri interessanti per guardare alla ”polis” come spazio di condivisione dei “beni comuni” nel solco dell’azione formativa socio-politica, dei momenti di riflessione, confronto e partecipazione responsabile.

Ogni azione che l’uomo compie si fonda su una scelta Politica, consapevole o meno. La politica – la cui etimologia rimanda alla polis, la città greca – è quindi una delle attività più importanti che un uomo può compiere, poiché incide profondamente sulla vita delle persone e sulle future generazioni. Un’” arte” dunque che comporta impegno e competenza, proprio per quella responsabilità nei confronti della società che è il fine del suo agire.

“Fuori dal recinto” è un’occasione per uscire dai soliti schemi. Cambiare lo sguardo, vedere con una prospettiva diversa. Guardare oltre le solite mura, chissà, renderci conto che i tempi sono cambiati, che i modelli, i paradigmi non sono più quelli di alcuni anni fa. Occorre cambiare “visione”.

Giovanni Falcone diceva: “Occorre compiere fino in fondo il proprio dovere, qualunque sia il sacrificio da sopportare, costi quel che costi, perché è in ciò che sta l’essenza della dignità umana.”

Guardando all’orizzonte sociale, politico, alla scuola, agli ultimi eventi che “toccano” la sfera umana e della fede, credo fermamente che dovremmo tornare a ri-pensare questa frase, (presto dimenticata), per tornare a generare luoghi di pensiero “autentici”, un luogo capace di ricostruire il desiderio di impegnarsi, approfondire, capire, progettare, elaborare, proporre. Un luogo che non persegua l’indottrinamento di questa o quella ideologia, ma lo sviluppo della capacità critica, rivolto non alle prossime elezioni ma alle prossime generazioni. Compito del pensiero critico è anche quello di elaborare nuovi modelli di vita e far presente che esistono altre forme di società che non siano basate solo sul consumismo più sfrenato. Pensare criticamente significa andare oltre l’apparente e il banale. Direi andare fuori dal proprio recinto.

Per questi motivi e non solo, ospiteremo al Palazzo della Cultura giovedì 4, 11 e 18 giugno tre momenti costruttivi su: “Associazionismo, volontariato e impegno civico” a cura dell’Ass. Antonio Cerbino. Il prof. don Michele Marco Quaranta, docente Liceo De Ruggieri “L’agire segue l’essere – Etica e politica in Tommaso D’Aquino”. Terzo giovedì, il prof. Antonio Incampo, ordinario di Filosofia del Diritto Unibari – “Etica e Legalità nella decisione pubblica”. L’evento è in collaborazione con tutte le associazioni culturali, celebrative, educative e scientifiche iscritte alla Consulta. Nella foto l’invito “Fuori dal recinto”.
(N.B.)


Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!