Home » GENOVA, POLITICA » Franco Floris conforta le comunità di Cogoleto e Ronco Scrivia circa le riqualificazione delle 2 aree

Franco Floris conforta le comunità di Cogoleto e Ronco Scrivia circa le riqualificazione delle 2 aree

Andora. L’ ex sindaco di Andora Franco Floris oggi presidente di Sviluppo Genova ha confortato le comunità di Cogoleto e Ronco Scrivia circa il futuro delle aree Saint Gobain di Cogoleto e di Isolabuona a Ronco Scrivia: “A Cogoleto – ha confermato Floris – sorgerà un quartiere eco-compatibile con orti condominiali, parcheggi sotterranei e verde pubblico. A Ronco Scrivia si svilupperà il nuovo polo produttivo di Isolabuona in un’area di grande importanza economica vista anche la vicinanza al basso Piemonte e all’A7 Genova-Milano”.

Si tratta dunque di due importanti piani di valorizzazione per le aree Saint Gobain di Cogoleto e Isolabuona a Ronco Scrivia, elaborati da Sviluppo Genova, società pubblico privata nata nel 1997 come Ponente Sviluppo, costituita per dare una risposta concreta alle problematiche di bonifica e riqualificazione determinatesi a seguito delle grandi dismissioni dei siti industriali nel settore occidentale della città. Sviluppo Genova sta conducendo due importanti operazioni di dismissione, bonifica ed infrastrutturazione di grandi aree nel territorio genovese.

A Cogoleto l’ex area industriale, per un totale di 55 mila metri quadrati, sarà trasformata in un quartiere residenziale di altissimo livello, dotato anche di una scuola dell’infanzia per 210 alunni, un parco pubblico di oltre 15.000 mq, di un’area commerciale da 4 mila metri quadrati e di parcheggi sotterranei. L’idea di Sviluppo Genova è quella di creare un “quartiere eco-compatibile” dedicato soprattutto alle giovani famiglie che vi potranno trovare una casa dove poter andare ad abitare. E’ prevista la realizzazione di almeno 200 alloggi tra i 45 e i 120 metri quadrati.

L’area sarà funzionale e soprattutto strettamente collegata alla viabilità ordinaria essendo a poche centinaia di metri dal centro storico e alla viabilità autostradale. Anche in questo caso il casello dell’A10 Genova-Savona è situato poco distante dalla Saint Gobain. Il quartiere tra l’altro dista solo 30 chilometri da Genova e 26 da Savona, ma soprattutto è situato a pochi passi dal mare. Oltre ad un quartiere residenziale la vera novità consiste nel fatto che nelle aree è previsto anche l’allestimento di orti condominiali, che costituiranno uno degli elementi caratterizzanti del nuovo quartiere.

Gli spazi pianificati ad orto condominiale sono pari a 6.350 mq, ma si tratta di un confine variabile nella modulazione del rapporto con i giardini privati. “ In primo luogo- prosegue Floris- è opportuno sottolineare che oggi la richiesta di spazi da destinare ad attività̀ di questo genere è sempre più presente nelle fasce di potenziali utenti più giovani; si tratta sostanzialmente di una tendenza di mercato che va consolidandosi, e che deve essere tenuta nella giusta considerazione nell’affrontare temi di sviluppo complessi ed articolati come quello in esame. Inoltre fa parte degli assunti iniziali massimizzare le superfici a verde, per consolidare il più possibile, anche nei futuri utenti, l’idea di un quartiere massimamente «smart».

Per quanto riguarda invece il Polo produttivo di Isolabuona, l’ idea di realizzarlo a Ronco Scrivia è nata da un’iniziativa pubblico – privata che ha visto quali soggetti coinvolti il Comune, la Provincia e Sviluppo Genova. Il Polo Produttivo è ubicato in posizione strategica e funzionale, trovandosi a meno di 30 chilometri da Genova e a circa 60 da Alessandria; l’area è comodamente accessibile dall’A7 Genova – Milano, a pochi centinaia di metri dal casello autostradale di Ronco.

“Questo progetto – aggiunge Floris – sviluppato di concerto con gli Enti pubblici, prevede il potenziamento del ruolo della Valle Scrivia come “terzo polo” produttivo provinciale, mediante la trasformazione e riqualificazione di un’area che non era urbanizzata né accessibile. Sviluppo Genova ha realizzato un nuovo sottopasso autostradale, la viabilità interna e tutte le reti di urbanizzazione dell’area, inoltre, è stata valorizzata la zona a tergo del Torrente Scrivia, realizzando un parco fluviale.”

Tutte le aree sono attrezzate e dotate di parcheggi funzionali alle varie attività artigianali. L’estensione complessiva dell’area interessata dall’intervento è di quasi 90 mila metri quadrati, di cui 60 mila destinati al polo produttivo e 30 mila al parco fluviale.

“Questo di Ronco Scrivia – conclude Franco Floris – è un intervento che tiene conto delle esigenze delle aziende produttive che qui vorranno avviare le loro attività. Ci sarà infatti la possibilità di aggregazione in funzione delle esigenze dimensionali degli utilizzatori finali che avranno a disposizione tutti i servizi necessari: viabilità pubblica efficiente, collegamento alla rete principale dell’acquedotto, all’energia elettrica, al gas e alle telecomunicazioni”.
(Claudio Almanzi)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!