Home » NEWS FUORI REGIONE » Franco Battiato é tornato con “Del suo veloce volo”

Franco Battiato é tornato con “Del suo veloce volo”


Roma. “Del suo veloce volo” é il titolo dell’album di Franco Battiato sull’incontro dal vivo con Antony & the Johnsons all’Arena di Verona lo scorso 2 settembre.
La curiosità e l’attenzione che circolavano sul concerto all’Arena di Verona lo hanno reso uno degli appuntamenti più importanti e attesi del 2013; da una parte l’artista inglese, leggiadrìa e un senso del prodigio che avvolgono nota per nota il suo canto, dall’altra l’artista siciliano che ha fatto della misura la propria espressione artistica. Voci diverse per timbro ed espressione in grado di stupire e incantare chi li ascolta.
La Filarmonica Arturo Toscanini, tra le più apprezzate orchestre sinfoniche italiane, ha meravigliosamente tessuto i due arrangiamenti, svolgendo il suo primario ruolo nella costruzione del concerto.
In mezzo ai due set, gli incontri e gli avvenimenti che hanno reso unico il concerto, i duetti “You’re my sister”, la cover dei Rolling Stones “As tears go by” e il brano da cui la loro collaborazione è iniziata, “Frankenstein” di Antony che su “Fleurs 2” si era trasformata in “Del suo veloce volo”, una canzone splendida che mette in mostra il meglio delle loro due vocalità riunite.
“Del suo veloce volo” ha il pregio di riportare sul palco accanto a Battiato anche Alice che, splendida e affascinante come solo lei sa essere, ha cantato “I treni di Tozeur” e “La Realtà non esiste” di Claudio Rocchi.
I brani di questo progetto sono “Cripple and the starfish”, “Crazy in love”, “Salt silver oxygen”, “Hope there’s someon” e “For today I am a boy” di Antony and the Johnsons, “Del suo veloce volo”, “As tears go by” e “You are my sister” di Battiato con Antony and the Johnsons, “Il re del mondo”, “La cura”, “Tutto l’universo obbedisce all’amore”, “E ti vengo a cercare”, “Bandiera bianca/Up patriots to arms” e “Inneres auge” di Battiato, “La realtà non esiste” e “I treni di Tozeur” di Battiato con Alice.
Il 29 novembre Battiato sarà a Torino per il docu-film “Temporary road” a lui dedicato, più di un documentario che nasce con il proposito di risultare un vero e proprio film, un lavoro completo che ripercorre le orme di una carriera. Diretto da Giuseppe Pollicelli e Mario Tani, “Temporary road” sarà in anteprima al Torino Film Festival il 29 novembre e nei cinema italiani come evento speciale solo per un giorno mercoledì 11 dicembre.
Franco Battiato è impegnato anche in “Diwan, l’essenza del reale”, progetto che riunisce musicisti del Mediterraneo, nato dalla collaborazione con il Parco della Musica di Roma, curato da Oscar Pizzo che ha avuto tre rappresentazioni nel 2011 e dopo Montecatini, Parma, Genova e Napoli, il 27 novembre il tour fa tappa a Trieste (Teatro Rossetti), il 6 dicembre a Brindisi (Teatro Verdi), l’8 ad Ancona (Teatro delle Muse), il 9 a Milano (Teatro Nazionale) e il 10 a Torino (Teatro Regio). Il repertorio sarà un mix delle due vicine e apparentemente differenti culture; “Haiku”, “L’Ombra della luce”, “Aurora”, “Veni l’autunnu”, “Personalità empirica” e “Lode all’inviolato” sono solo alcuni dei brani che trovano spazio e nuova veste in questo progetto ‘live’, dove Franco Battiato canta con Etta Scollo, Nabil Salameh dei Radiodervish e Sakina Al Azami, ed è supportato da Carlo Guaitoli (piano e tastiere), Gianluca Ruggeri (percussioni), Jamal Ouassini (violino), Alfred Hajjar (nay) e Ramzi Aburedwan fondatore degli Al Kamandjâti (bouzuq e viola).
(Franco Gigante)



Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

LEGA DEL FILO D’ORO

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!