Home » GENOVA, PRIMO PIANO » Forse entro l’estate il riconoscimento Igp alla focaccia di Recco da parte Governo Italiano

Forse entro l’estate il riconoscimento Igp alla focaccia di Recco da parte Governo Italiano

Genova. Stavolta è stato il Ministero delle Politiche Agricole  a presentare ufficialmente in Regione Liguria, a Genova, la certificazione europea Igp-Indicazione Geografica Protetta della focaccia con il formaggio di Recco.

 La prossima settimana, il “disciplinare” che ne regola ingredienti e produzione sarà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, con la possibilità,  che già entro l’estate,in attesa del definitivo riconoscimento di Bruxelles, la focaccia col formaggio di Recco possa fregiarsi del riconoscimento Igp su tutto il territorio nazionale.  Con  il divieto assoluto per  ristoranti, trattorie,  supermercati, negozi  e bancarelle al di fuori della zona di produzione ( Recco, Sori, Camogli e Avegno)  di scrivere nei menu e  offrire focacce con formaggio “tipo Recco”. Pena l’intervento dell’antifrode.

 La svolta  decisiva è arrivata in mattinata, nel corso della pubblica  audizione sull’Igp   nella sede della Regione Liguria  con  i rappresentanti del Ministero delle Politiche Agricole Roberto Varese e Laura Stanzione, l’assessore regionale all’Agricoltura Giovanni Barbagallo con il direttore generale Luca Fontana, il presidente della sezione agricola della Camera di Commercio di Genova, Germano Gadina, Lucio Bernini, coordinatore  del Consorzio Focaccia con il formaggio di Recco, i sindaci,  i produttori di latte ligure, i panificatori, i trasformatori caseari  che producono la crescenza con il latte ligure  e nelle terre (ex liguri) dell’Oltregiogo (Voltaggio, Fracconalto, Gavi, Parodi Ligure, Ovada, Novi Ligure, Serravalle Scrivia e Arquata Scrivia), i ristoratori.

 Se entro un mese dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del “disciplinare” non ci saranno osservazioni,  a settembre il Ministero delle Politiche Agricole  dichiarerà  concluso l’iter procedurale nazionale. In via transitoria la certificazione Igp sarà già valida in Italia e il carteggio  sarà inviato alla Commissione Europea  per ottenere la definitiva tutela comunitaria. Se nei successivi 180 giorni  dalla la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale Europea  se non interverranno contenziosi da parte dei  vari Paesi ,  la focaccia di Recco sarà tutelata nell’intero Vecchio Continente. Nel frattempo, proprio per combattere ogni abuso, Camera di Commercio e Consorzio vareranno i piano di controlli e di tutela della focaccia.

“Nel corso degli ultimi anni ha spiegato Barbagallo – dalla Regione Liguria  ha lavorato sulla proposta di utilizzare il latte proveniente da allevamenti liguri da trasformare in crescenza. I buoni risultati della sperimentazione  sulla capacità di resa latte-crescenza, la resistenza al trasporto e alla sua durata, hanno dato vita a un vero e proprio accordo di filiera tra produttori zootecnici, trasformatori, panificatori e il Consorzio. Un’azione di marketing territoriale che ha dato buoni risultati e sostenuto i territori,a cominciare dagli allevatori”.

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

LEGA DEL FILO D’ORO

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!