Home » MUSICA, PRIMO PIANO » Format radio “Il Re del Gancio” = Giancarlo Passarella. Un binomio inscindibile con tanta musica per tutti

Format radio “Il Re del Gancio” = Giancarlo Passarella. Un binomio inscindibile con tanta musica per tutti

Firenze. Pronti all’ascolto? Giancarlo Passarella ci presenta l’inimitabile radio format “Il Re del Gancio”, ideato, prodotto e condotto da lui stesso. E non solo. Lo spedisce gratuitamente alle piccole emittenti italiane e anche straniere (sono oltre 110). Come la Rai, anche lui fa servizio pubblico… Da una parte i giovani artisti italiani che non hanno occasioni concrete per promuovere la loro musica, dall’altra le piccole radio che faticano tanto a rimanere vive!

Queste emittenti devono continuare ad esistere, così da fare quel prezioso lavoro di collante con la realtà della provincia italiana: è una di quelle peculiarità (dice Passarella) di cui noi italiani non siamo coscienti. Lo show Il Re del Gancio è una piccola idea per aiutare queste due realtà a frequentarsi. Ricordiamo a tutti che storicamente Giancarlo Passarella è il primo talent scout radiofonico. Basta ricordare che nel biennio 1986/87 a Rai Stereo Uno, una storica gloriosa realtà del servizio pubblico (rubrica “Ululati dall’Underground”), ha mandato in onda demo, scoprendo, tra gli altri, Ligabue, Rats, Fleurs du Mal, Bandabardò, Irene Grandi e altri.

Da ricordare anche che sta facendo rimotivazione alla vita corretta di diversi giovani regalando loro, fra l’altro, buste di francobolli, mentre a coloro che glieli inviano, regala cd. Fra l’altro, come abbiamo detto altre volte, Giancarlo è giornalista musicale, conduttore di programmi radio-tv, presentatore, scrittore…. E’ anche è direttore responsabile del quotidiano MusicalNews.com che è l’organo informativo dell’associazione Ululati dall’Underground, fan club & fanzine meeting of Italy. In passato ha curato anche l’ufficio stampa per tanti noti artisti (Vasco Rossi, Guccini, Toto, Sting, Deep Purple, Eugenio Finardi, Simple Minds…). Ecco i nuovi appuntamenti dal 19 al 23 settembre.

Lunedì 19 settembre

Primo artista: Franco Simone, cantautore, autore e conduttore televisivo

Francesco Luigi Simone (questo il nome completo all’anagrafe), vincitore del Festival di Castrocaro nel 1972 e del Leone d’oro nel 2003 Nuova stagione creativa per l’importante artista con numerosi tour in Sud America (in Cile gli è stato assegnato il Globo d’Oro per il brano “Accanto”), un progetto come lo “Stabat Mater” (opera rock sinfonica,  cui ha lavorato per 30 anni partendo dal testo latino di Jacopone da Todi, del XIII secolo: già gran successo nel Tour Inverno 2015-2016), il recente tributo a Luigi Tenco. Il cantautore salentino ha portato in scena, lo scorso agosto, per la prima volta in Italia, lo spettacolo integrale “Carissimo Luigi – Franco Simone canta Luigi Tenco”, tratto dall’omonimo album discografico che è dedicato al cantautore scomparto tragicamente a soli 29 anni. A dare il titolo allo spettacolo, e quindi anche all’album, una canzone che è il personalissimo omaggio di Franco Simone al giovane cantautore. “Carissimo Luigi”, apripista dell’album “Franco Simone canta Luigi Tenco”.

Secondo artista: Andrea Gianessi, musicista, autore e compositore

Bolognese, laureato con lode al Dams Musica di Bologna, ha partecipato a molti progetti musicali underground. Dopo il lavoro con il Nihil Project, nel 2011 ha pubblicato il bel disco come “La via della seta”, bissato dall’album del 2014 “L’alternativa” (Nell’estate 2dello stesso anno è tra i semifinalisti del “Premio Fabrizio De André”, selezionato per “L’Artista che non c’era”, menzionato per il “Premio Bruno Lauzi”). Ora l’interesse per il teatro e il suo j’accuse al mostro petrolchimico di Gela. Laureato con lode al Dams Musica di Bologna, partecipa a molti progetti musicali underground. Nel 2011 pubblica il primo disco solista, “La Via della Seta”, dedicato alla contaminazione con la world music e molto apprezzato dalla critica. Nel 2013 fonda con Federica Amatuccio la compagnia Teatro dei Servi Disobbedienti, per cui scrive le musiche di scena. Il nuovo album “L’Alternativa” è del 2014. Nell’estate 2014 Andrea Gianessi è tra i semifinalisti del “Premio Fabrizio De André”, selezionato per “L’Artista che non c’era”, menzionato per il “Premio Bruno Lauzi”.

Primo artista: Sergio Endrigo, cantautore

Nato a Pola, il15 giugno 1933 è morto Roma il 7 settembre 2005 Ha vinto il Festival di Sanremo 1968 con “Canzone per te”, è arrivato secondo nel 1969 con “Lontano dagli occhi” e terzo nel 1970 con “L’arca di Noè”; nel corso della sua carriera ha collaborato con scrittori e poeti come Gianni Rodari, Pier Paolo Pasolini, Vinicius de Moraes e Giuseppe Ungaretti e con musicisti come Toquinho e Luis Bacalov. Undici anni fa fu lanciato l’appello per ristampare l’album “Nuove Canzoni d’Amore” pubblicato per la prima volta nel 1971 dalla Fonit Cetra. E’ uscito il 25 gennaio 2008 in cd, con ben 3 bonus track, diventando un abbraccio tra Endrigo e i suoi fans. Il
22 novembre 2011 è uscito per la prima volta ristampato su cd ”Mari del Sud” del 1982. Ricordiamo che in questo periodo Simone Cristicchi è uno dei giovani artisti che sta aiutando a rivalutare Endrigo come poeta.

Secondo artista: Peppa Marriti Band, gruppo rock

La band di S. Sofia d’Epiro, piccolo paese di origine Albanese in provincia di Cosenza, vuol far conoscere la tradizione popolare delle minoranze albanesi, presenti in Italia da oltre 5 secoli. Importante l’esordio con “RockArberesh” (2005) al quale ha fatto seguito “Kendo!” (2009) con cui hanno vinto un premio di Demo, show di Radio1. “Kendò!” è anche compilation in “Ad esempio a me piace” (2009) e in “Il Premio dei Premi”. Sono stati ospiti delle trasmissioni TV: La Storia Siamo Noi su Rai 3/Rai Educational e Levante su Rai Tre e protagonisti assieme alla Spasulati Band del film/documentario Rockarbëresh di Salvo Cuccia (2007) presentato al festival di Locarno. Hanno partecipato ad importanti festival nazionali come Arezzo Wave, Adriatico-Mediterraneo di Ancona, Sonica ’99 a Misterbianco, Ampollino Sound oltre a concerti in giro per Italia come Porti Cittadini di Modena, ed internazionali come Bunker Fest a Tirana (Albania) e Java Arberesh a Skopje (Macedonia). Nel 2013 le Edizioni Pendragon hanno stampato il libro di Demetrio Corino “Rockarbëresh” – Peppa Marriti Band tra arcaismo e modernità. Formazione: Angelo Conte (voce e chitarra acustica), Antonio Castrovillari (chitarra elettrica), Demetrio Corino (basso e voce), Pino Murano (violino) e Nunziato Di Benedetto (batteria).

Mercoledì 21 settembre

Primo artista: Negrita, gruppo musicale rock

Nel 2005 giunge voce che gli aretini Negrita se la stiano spassando a Rio de Janeiro: forte la nostra curiosità e la conferma arriva nel vedere il videoclip del brano “Rotolando verso sud”. Questo gruppo si è formato all’inizio degli anni novanta a Capolona, in provincia di Arezzo e hanno preso il loro nome dal brano dei The Rolling StonesHey! Negrita”. Dall’album del 1994 che porta il loro nome, escono i singoli “Rumore” e “Lontani dal mondo” con gli omonimi videoclip: contemporaneamente segue un lungo tour di 140 date sparse nei club di tutta Italia, perché loro amano sudare su un palco… come dice Passarella! Ultimo album dal vivo “Live & Live” (2016) dal quale è stato estratto il singolo “I tempi cambiano”.

Secondo artista: Jovine, band reggae

Dal vecchio cd “Senza Limiti” (pubblicato per Rai Trade) il brano “Da sud a sud” porta notorietà nazionale, forgiata poi da collaborazioni con 99 Posse e il recente album “Parla più forte”, dedicato al grande Pino Daniele Il gruppo è nato nel 1998 da un’idea del cantante, autore e compositore Valerio Jovine e del fratello Massimo, noto come JRM della band partenopea dei 99 Posse. Passarella segnala tra l’altro il concerto di spalla nel 1999 ai Simple Minds. Gli Jovine sono autori e interpreti, tra l’altro, della popolare canzone “O’Reggae ‘e Maradona”.

Giovedì 22 settembre

Primo artista: Youssou N’Dour, cantante e politico senegalese

Siamo nel 1992 e dal Senegal arriva “My hope is in you”, il cui testo recita speranzoso …Non ho mai saputo / Ma ora so’. / Un giorno vedremo tutte le possibilità / La mia speranza è in voi… Youssou N’Dour dall’aprile del 2012 è ministro della cultura e del turismo nel governo di Macky Sall. Ha inciso 24 album 7 compilation. “ i Dvd.

Secondo artista: Anteo, band rock veronese

Un quintetto che ama definirsi di rock quasi coreano e sostenitori della campagna Bestemmia è viltà. Hanno all’attivo “Storia di X” (2003), “Avida Dollar$” (2009) e “Il Futuro ci Mastica” (2013). Assieme al disco è stato pubblicato il video di “Non si può dividere il cielo”, primo singolo estratto dall’ep.

Venerdì 23 settembre

Primo artista: Osibisa, gruppo afro-rock e world music

Gruppo musicale britannico fondato nel 1969 (e tuttora in attività) da tre africani e quattro caraibici: fu tra i primi gruppi africani e di world music a essere noti a livello mondiale. Hanno inciso oltre 40 album. Formazione attuale: Teddy Osei (sassofono), Colin Graham (tromba), Kofi Ayivor (percussioni), Sol Amarfio (batteria), Bessa Simons (tastiere), Kwame Yeboah (tastiere), Chris Jerome (tastiere), Kari Bannerman (chitarre), Victor Mensah (basso), Gregg Kofi Brown (basso, chitarre).

Secondo artista: Little Taver, gruppo emiliano

Nel recente cd “TaverNight” (disco dedicato agli urlatori anni’60) si dimostra sempre amabile, ma che bella la sua riproposizione (nel cd “Almeno l’italiano sallo”) di “Walk like an Egyptian”. Ultimo singolo “Sono bello sono italiano”, anche questo estratto dall’ultimo album. La band è composta da sette elementi, provenienti da varie esperienze con artisti di fama nazionale e internazionale.

Se gli artisti giovani proposti vi sono sconosciuti, cercate su MusicalNews.Com altre notizie su di loro: scrivete pertanto Andrea Gianessi, Peppa Marriti Band, Jovine, Anteo e Little Taver nel motore di ricerca che si trova in alto a destra. Scrivete uno di questi nomi accanto alla parola CERCA: se invece volete che la vostra radio del cuore mandi in onda gratuitamente il format Il Re del Gancio, mandate una e-mail a info@ilredelgancio.it

Nelle foto: Giancarlo Passarella a Calvello il 9 settembre 2016 (foto di Giovanni Larocca); logo della Peppa Marriti Band; copertina album di Little Taver “Almeno l’italiano sallo”.
(Nino Bellinvia)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!