Home » NEWS FUORI REGIONE, STANZA DELLA POESIA » Firenze. La poeta Maria Salamone accolta dalla presidente Lia Bronzi alla Camerata dei Poeti

Firenze. La poeta Maria Salamone accolta dalla presidente Lia Bronzi alla Camerata dei Poeti

Firenze. Dopo gli eventi letterari di marzo e aprile, curati dall’Accademia fiorentina “Vittorio Alfieri”, il 15 maggio scorso la poeta Maria Salamone è stata accolta con grande successo, alla presenza di un folto pubblico di poeti e scrittori, presso la Camerata dei Poeti, presieduta dalla scrittrice e critica letteraria Lia Bronzi. La poeta italo-francese ha declamato, con la sua solita verve e la sua grande capacità interpretativa, poesie del suo repertorio, sorprendendo e affascinando gli intervenuti.

Con naturalezza e semplicità, la poeta ha saputo rendere  omaggio non solo alla Toscana, che l’accoglie regolarmente e con immenso piacere tre/quattro volte l’anno, ma, soprattutto, alla sua terra natia, la sua Sicilia, recitando due liriche di circostanza: “Souvenir di Toscana” e “Un’isola”. Due regioni, come ha sottolineato, unite da un legame storico-culturale e universale: la poesia.

Durante la tornata letteraria sono  state sottoposte all’attenzione del pubblico due opere dello scrittore siciliano Rosario Avena, di Messina: il romanzo “Petali di Margherite”, presentato da Lia Bronzi, e la silloge poetica “Nemesi”, dallo scrittore e segretario della Camerata, Carmelo Consoli. All’attore Andrea Pericoli era stata affidata la lettura delle poesie. Si sono distinti nelle critiche e nei commenti per le poesie aveniane: Roberta Degli Innocenti, Clotilde Vesco, Fiorenza Alderighi, Anna Balsamo, Antonietta La Morte, Silvio Agnelli.

Erano presenti, fra il folto pubblico, anche il direttore del Laboratorio di Poesia, Mario Macioce, e l’addetta alle Relazioni Pubbliche Internet, Tiziana Curti, in rappresentanza dell’Accademia “Vittorio Alfieri”, di cui, da quasi 10 anni, è socia attiva la poeta Maria Salamone.

La Camerata dei Poeti, con sede presso l’Auditorium della Cassa di Risparmio di Firenze, è un’antica e importante istituzione fondata nel 1929 da un gruppo d’intellettuali e nobili fiorentini, sotto la presidenza di Domenico François, e nella quale hanno svolto importanti iniziative letterarie grandi nomi della letteratura italiana, quali Giuseppe Ungaretti, Mario Luzi, Vittorio Vettori, Pier Francesco Marcucci, Sara Borgiotti, Piero Bargellini, Carol Woytila, Adolfo Oxilia, Otello Pagliai. L’ultimo presidente fu il poeta non vedente Marcello Fabbri, a cui succedette l’attuale Lia Bronzi.

L’incontro culturale/letterario, presso la Camerata dei Poeti, si è chiuso, sempre all’insegna della poesia, con la declamazione di Maria Salamone, che ha continuato ad affascinare tutti gli astanti con una lirica in lingua francese del poeta Pierre Ronsard: ”Comme au mois de mai la rose”, strappando  calorosi e clamorosi applausi.
(Francesco Mulè)


Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!