Home » MUSICA » Fiorella Mannoia torna con “Sud”

Fiorella Mannoia torna con “Sud”

Roma. “Ho maturato l’idea di questo disco dopo aver letto il libro di Pino Aprile “Terroni”: è stato talmente scioccante constatare che quello che avevamo letto nei libri di scuola era lontano da quello che realmente era successo intorno all’unità d’ltalia”.

È questa l’amara constatazione che ha fatto Fiorella Mannoia all’uscita del suo nuovo album di inediti intitolato “Sud”.

“Nel mio piccolo sentivo di voler fare qualcosa per contribuire a ridare al Sud un po’ della dignità che le era stata tolta – ha continuato la cantante – Ragionando sul nostro Sud era inevitabile che lo sguardo si estendesse a tutto il Sud del mondo che condivide più o meno la stessa storia e lo stesso destino: depredato, saccheggiato, tenuto lontano dal progresso e abbandonato a se stesso, e il pensiero naturalmente è andato all’Africa, terra di conquista e di saccheggio per eccellenza. Lontano da me l’idea                  che questo piccolo lavoro possa cambiare lo stato delle cose: vuole essere solo un piccolo contributo al Sud cercando, attraverso la musica, di rappresentarne l’allegria, la disperazione, la malinconia, la nostalgia e naturalmente la migrazione dei popoli che tutto il Sud del mondo si porta dietro”.

L’album della Mannoia contiene dodici canzoni inedite, anticipato dal singolo “lo non ho paura”.

“Questa canzone è un dono di Bungaro, Cesare Chiodo e Antonio lammarino – ha sottolineato – È il primo singolo di questo disco, un grido di speranza e di coraggio”.

Il disco è aperto da “Quando l’angelo vola”.

“Questa canzone, come tutto il disco, è dedicata a Thomas Sankara – ha spiegato – È stato il presidente del Burkina Faso dal 1984 al 1987 che, come Davide contro Golia, sfidò le grandi potenze rifiutandosi di pagare un debito che non gli apparteneva; morì assassinato il 15 ottobre 1987 all’età di 38 anni ma le sue idee gli sopravvivono”.

Fiorella Mannoia in questo disco ha sritto i testi di “Dal tuo sentire al mio pensare”, “In viaggio”, “Se il diluvio scende”, “Portami via”, “ConVivere” e “Se solo mi guardassi”.

“È il primo testo che ho scritto sulla musica di Ivano Fossati e Paolo Buonvino – ha confessato a proposito di “Se solo mi guardassi” – É il punto di vista dei tanti invisibili fratelli stranieri che vivono intorno a noi, ai quali non chiediamo mai nulla delle loro vite e che avrebbero in realtà tanto da raccontarci se solo avessimo voglia di ascoltarli”.

A scrivere “Luce” è stato Luca Barbarossa.

“È una canzone bellissima sulla compassione, una delle più commoventi di tutto il disco – ha ammesso – Si apre con un canto struggente del palestinese Faisal Thaer”.

“Vuelvo al Sur” è diventata “Torno al Sud”.

“Ho voluto tradurre ed adattare in italiano questa canzone di Astor Piazzolla che, come una sintesi, chiude il disco – ha fatto notare – Alla fine della canzone c’è un meraviglioso assolo di bandoneon suonato magistralmente da Gianni lorio”.

“Quanne vuo bene” è stata scritta da Titina De Filippo.

“È il mio omaggio a Napoli – ha affermato – La famiglia De Filippo ha deciso di farmene dono e questo attestato di stima mi riempie di orgoglio; l’abbiamo realizzata con due musicisti spagnoli, grandi interpreti di flamenco, il chitarrista Nilio Josele e il percussionista Israel’Piralia’ Suarez”.

“Non è un film” è l’apertura al rap con Frankie HNRG.

“Era da tempo che volevo collaborare con lui – ha spiegato – Non sapevo come il suo mondo potesse fondersi con il mio: era questa la sfida; gli ho spiegato che tipo dì disco stavo realizzando e quale era il tema che volevo affrontare e lui poco tempo dopo m ha proposto questo brano centrando in pieno l’argomento come solo lui sa fare. Insieme alle nostre voci c’è anche quella del cantante senegalese Natty Fred”.

A marzo la Mannoia inizierà un lungo tour che si aprirà con 8 date nei palasport con ospiti i brasiliani del Projecto Axè che in Brasile aiuta i ragazzi di strada attraverso l’arte con il metodo della pedagogia del desiderio.

Le date del tour sono: 21 marzo Napoli, 23 Bologna, 24 Roma, 28 Pordenone, 30 Firenze, 31 Milano, 3 aprile Padova e 4 Torino.
(Franco Gigante)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

LEGA DEL FILO D’ORO

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!