Home » NEWS FUORI REGIONE » Finanziamenti da non perdere. Con il piano per l’edilizia scolastica del Governo Renzi anche Massafra potrà avere scuole più sicure, più funzionali e più belle

Finanziamenti da non perdere. Con il piano per l’edilizia scolastica del Governo Renzi anche Massafra potrà avere scuole più sicure, più funzionali e più belle

Massafra. Imma Semeraro, Segretario del PD Massafra, ha fato pervenire alcuni giorni fa un comunicato in cui viene comunicato che grazie al Governo Renzi si avranno in città scuole più sicure, più funzionali e più belle. Dirigenti scolastici, docenti e genitori degli alunni, si aspettano, naturalmente, che ciò possa avvenire prima possibile. Con il piano per l’edilizia scolastica alla città di Massafra sarà destinata, infatti, una somma di quasi un milione e quattrocentomila euro. Quello che il PD si augura adesso, e naturalmente i massafresi, che il Comune di Massafra non perda questi finanziamenti, come purtroppo già è avvenuto in passato, per altri settori della pubblica amministrazione e che lo stesso attivi, il prima possibile, le procedure per l’assegnazione dei lavori e che gli appalti siano assegnati con la massima trasparenza.

Il segretario del PD, Imma Semeraro, ricorda che il piano di edilizia scolastica, fortemente voluto dal Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, fin dal suo discorso di fiducia alle Camere del 24 febbraio 2014, è composto da tre principali filoni e coinvolgerà complessivamente 20.845 edifici scolastici con investimenti pari a 1.094.000.000 di euro. Quattro milioni di studenti e una scuola italiana su due sono protagonisti di questo primo progetto, che porta, nell’arco del biennio 2014-2015, ad avere scuole più belle, più sicure e nuove. Si tratta della costruzione di nuovi edifici scolastici o di rilevanti manutenzioni, grazie alla liberazione di risorse dei comuni dai vincoli del patto di stabilità per un valore di 244 milioni (#scuolenuove) e del finanziamento per 510 milioni dal Fondo di sviluppo e coesione, dopo la delibera Cipe del 30 giugno, per interventi di messa in sicurezza (#scuolesicure), di decoro e piccola manutenzione (#scuolebelle).

Anche il Comune di Massafra (come viene ben sottolineato in tale comunicato) è interessato dai filoni delle #scuolesicure, con € 772.000 e delle #scuolebelle, con € 599.239.

Viene anche evidenziata la situazione di precarietà in cui versino molte scuole della città e ricordato, fra l’altro, il cedimento del solaio di due anni fa di una classe della Scuola De Amicis e solo per un caso fortuito, non sono stati coinvolti gli alunni ed il personale docente.

Il segretario Semeraro precisa anche: “L’aspetto più sconcertante è che, successivamente, nonostante la Regione Puglia avesse messo a disposizione dei sostanziosi fondi pubblici per la messa in sicurezza della detta scuola, il Sindaco Tamburrano preferì utilizzare esigui fondi privati elargiti da aziende locali, tamponando semplicemente l’emergenza ma non risolvendo di certo alla radice il problema”.

E quei fondi regionali? Furono, poi, utilizzati da altre città!

“Non vorremmo,  che anche questa volta (continua Semeraro), i soldi messi a disposizione dal Governo Renzi, e destinati anche a Massafra, subiscano la stessa sorte! Il Sindaco provveda immediatamente. Non si può perdere l’occasione. Le nostre scuole sono molto carenti sul piano della sicurezza. Dalle condizioni in cui versano le scuole si può anche comprendere l’efficienza di una pubblica amministrazione e quanto la stessa voglia investire sulle nuove generazioni e, quindi, sul futuro della propria città! Se vogliamo davvero risolvere gli annosi problemi di tutte le scuole massafresi è questa #lavoltabuona!”.
(N.B.)


Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!