Home » MUSICA, PRIMO PIANO, SAVONA » Festa occitana a Loano

Festa occitana a Loano

Loano. Domenica 28 dicembre, Loano si svolgerà il primo dei due appuntamenti della terza edizione di “Racconti d’inverno”.

L’iniziativa, promossa dall’Assessorato al Turismo, Cultura e Sport e organizzata dall’Associazione Compagnia dei Curiosi con la collaborazione dell’Associazione Bala in riva a u ma, è inserita nell’ambito degli eventi per il decennale del Premio Nazionale Città di Loano per la musica tradizionale italiana.

Si conferma il gemellaggio con l’Occitania che sarà rappresentata in una grande festa itinerante, alle 16.00,  dai suonatori delle vallate occitane: i musicisti Dario & Manuel (fisarmonica; Clarinetto e ukulele basso) della Val Vermenagna suoneranno Courenta e Balet, Jean Paul Faraut Tamburinaire provenzale suonerà Galoubet e Taburino, gli allievi della scuola diretta da Sergio Berardo daranno vita a due formazioni, Gli Organetti e Le Ghironde.

Dalle 17.00 in Piazza Italia Sergio Berardo, poliedrico leader di Lou Dalfin, il gruppo che più di ogni altro in questi anni ha portato in giro per la penisola e l’Europa la musica popolare delle valli cuneesi, nonché esponente di primo piano della cultura occitana, presenterà La Quimèra.

Sergio Berardo ha riunito intorno a sé sei musicisti, di cui cinque membri della famiglia Lou Dalfin, per proporre lo spettacolo La Quimèra, in onore a uno dei più importanti romanzi mai scritti in lingua occitana, La Quimèra di Joan Bodon. Berardo è sempre stato, sin dagli esordi, un serio e appassionato studioso del patrimonio delle piccole comunità montane del Piemonte a minoranza linguistica occitana di cui è giunto a ricostruire con grande sforzo intellettuale il repertorio per ghironda. Ne risulta un viaggio a 360° che riesce a far rivivere con estrema naturalezza le sonorità tradizionali e i canti in lingua d’Oc che risuonano in quelle valli da tempo immemore e sono in tutto e per tutto espressione di una musicalità popolare autentica e non soffocata dalle imposizioni del mondo contemporaneo. In La Quimèra non sono presenti soltanto melodie tradizionali anzi, queste si fondono a brani di creazione mai abbandonati dall’autore e a pezzi già proposti con Lou Dalfin in una festa danzante tra echi di bottiglie stappate e di canti. Per non dimenticare un salto nello scherzo, nella dimensione più festiva e meno consumistica del momento conviviale.

Suonano con Sergio Berardo (ghironda, fisarmonica diatonica, cornamuse, flauti, chitarra e voce) i musicisti Chiara Cesano (violino), Enrica Bruna (flauto, fifres, ghironda e voce), Riccardo Serra (percussioni), Enrico Gosmar (chitarra), Carlo Revello (basso), Roberto Avena (fisarmonica cromatica).

La rassegna “Racconti d’inverno” proseguirà il 2 gennaio, nella Civica Biblioteca, dove alle 21.15 si svolgerà la presentazione-concerto dell’album “Crescendo” del Duo Bottasso. Nel primo album dei due giovani fratelli cresciuti insieme nella musica, le origini, legate alla musica occitana da ballo, confluiscono progressivamente nella nuova composizione e nell’improvvisazione.  La musica da ballo viene ricollocata nel presente, confrontandosi e lasciandosi ispirare dall’elettronica, dalle suggestioni della musica contemporanea e con influenze world legate al Mediterraneo, alla musica brasiliana e scandinava.
(C.S.)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

LEGA DEL FILO D’ORO

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!