Home » NEWS FUORI REGIONE » Festa dei Santi Medici e San Michele Arcangelo a Massafra. Il messaggio del parroco don Salvatore Di Trani

Festa dei Santi Medici e San Michele Arcangelo a Massafra. Il messaggio del parroco don Salvatore Di Trani

Massafra. Don Salvatore Di Trani, che lo scorso 28 giugno ha celebrato i suoi 45 anni di sacerdozio, è uomo umile e di pace di cui tutti conoscono l’impegno nell’annuncio della parola di Dio.

Particolare la sua devozione alla Madonna del Carmine e ai Santi Medici Cosma e Damiano.

Proprio nell’opuscolo stampato in occasione dei solenni festeggiamenti in onore dei Santi Medici e di San Michele Arcangelo (si terranno nei giorni 26-27–28 e 29 settembre, organizzati da un apposito comitato presieduto dall’ing. Giovanni Antonicelli) ha scritto un messaggio rivolto a tutti i fedeli. Messaggio che riportiamo integralmente.

Cari fedeli in Cristo e devoti dei SS. Medici, ancora una volta sono felice di rivolgervi un messaggio di invito a non lasciare nella semplice tradizione la celebrazione della festa dei SS. Medici, ma a riscoprire quello che per ognuno di noi significano i Santi Cosma e Damiano nella nostra vita quotidiana. In questo anno della fede il Santo Padre Papa Francesco non ci chiede solo di conoscere il nostro CREDO, ma di vivere con coerenza quello che noi proclamiamo con la lingua. Non si tratta di parole ma di scelte che ci portano a cambiare questa società che preferisce il religioso, fatto di culto vuoto, e non di fede vera che si esprime in uno stile di vita, in un ambiente sano e in scelte sociali rispettosi soprattutto dei più deboli e indifesi.

Così si rivolgono a noi i Santi Medici con le parole del Profeta Isaia (cap.58, versetti 6-14) «Non è piuttosto questo il digiuno che voglio: sciogliere le catene inique, togliere i legami del giogo, rimandare liberi gli oppressi e spezzare ogni giogo? Non consiste forse ne dividere il pane con l’affamato, nell’introdurre in casa i miseri, senza tetto, nel vestire uno che vedi nudo, senza distogliere gli occhi da quelli della tua carne? Allora la tua luce sorgerà come l’aurora, la tua ferita si rimarginerà presto.

Davanti a te camminerà la tua giustizia, la gloria del Signore ti seguirà. Allora lo invocherai e il Signore ti risponderà; implorerai aiuto ed egli dirà: “Eccomi!”. Se toglierai di mezzo a te l’oppressione, il puntare il dito e il parlare empio, se offrirai il pane all’affamato, se sazierai chi è digiuno, allora brillerà fra le tenebre la tua luce, la tua tenebra sarà come il meriggio.

Ti guiderà sempre il Signore, ti sazierà in terreni aridi, rinvigorirà le tue ossa; sarai come un giardino irrigato e come una sorgente le cui acque non inaridiscono. La tua gente riedificherà le antiche rovine, ricostruirai le fondamenta di epoche lontane.

Ti chiameranno riparatore di brecce, restauratore di case in rovina per abitarvi. Se tratterrai il piede dal violare il sabato (domenica), dallo sbrigare affari nel giorno a me sacro (domenica), se chiamerai il sabato (domenica) delizia e venerando il giorno sacro al Signore, se lo onorerai evitando di metterti in cammino, di sbrigare affari e di contrattare, allora troverai la delizia nel Signore. Io ti farò calcare le alture della terra, ti farò gustare l’eredità di Giacobbe tuo padre, poiché la bocca del Signore ha parlato.»

Con queste parole del Profeta Isaia voglio invitare voi a scendere nella Chiesa dei santi Medici per chiedere soprattutto la grazia di una vita cristiana più luminosa; dall’amore al Signore e ai Santi Medici possiamo ottenere tutti il frutto di un impegno nella vita terrena, che con la “tenerezza e l’amore misericordioso” di Dio, dei Santi Cosma e Damiano e di tutti noi questa terra si trasformi in un Paradiso.

Quanto vorremmo che i giovani ritrovino il futuro perché viene loro assicurato il lavoro; che le famiglie non entrino in crisi perché manca anche lo stretto necessario per una dignitosa vita per sé e i propri figli; che non ci sia la paura della scelta tra salute e lavoro; che la sanità pubblica sia rispettosa del diritto dell’ammalato; che tra i cittadini ritorni l’impegno a compiere ognuno il proprio dovere e far risplendere la di luminosa bellezza tutta Massafra.

Tra noi, nel periodo della Novena, avremo la presenza di giovani che nel Seminario Regionale Maggiore di Molfetta si preparano ad essere i futuri Presbiteri (Preti) della nostra amata Puglia. Vivranno la realtà quotidiana delle nostre Parrocchie, vorranno incontrare soprattutto i giovani con i quali aprire o riaprire il dialogo su Gesù nostro vero ed unico Ideale e Salvatore. Vi invito a condividere partecipando attivamente a questa esperienza missione diocesana per la crescita nostra e dei nostri giovani.

Con fraterno affetto vi benedico tutti.

Don Salvatore Di Trani

Ma chi è don Salvatore Di Trani, l’amato parroco del quale  i fedeli conoscono umiltà e riservatezza?

Nato a Ginosa, entrò in seminario nel 1954, all’età di dodici anni. Il suo percorso formativo è passato per i seminari di Potenza, Salerno ed Anagni, sino a giungere al 28 giugno 1967, giorno della sua ordinazione sacerdotale. Da allora sono passati oltre quarantacinque anni spesi per essere “luce e sale” nelle comunità parrocchiali, nella scuola, in seminario, tra la gente. Sempre apprezzato da tutti, ha svolto il suo operato nelle comunità parrocchiali, nella scuola, in seminario, tra la gente. Tra Marina di Ginosa, Matera, Laterza e Palagiano è stato amministratore parrocchiale, vice parroco e parroco. Dal 1996 è a Massafra, presso la Chiesa Maria SS.ma del Carmine. A lui è anche affidata la Chiesa dei Santi Medici.

Nella foto don Salvatore Di Trani.
(Nino Bellinvia)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!