Home » IMPERIA, POLITICA » Elezioni. Giacomo Chiappori (Lega Nord): “Una riflessione per fare chiarezza”

Elezioni. Giacomo Chiappori (Lega Nord): “Una riflessione per fare chiarezza”

Diano Marina. È stata una campagna elettorale molto strana, durante la quale tutti hanno raccontato le loro “non verità”, per acquisire voti falsificando il vero. Abbiamo così visto i grandi mistificatori che restituiscono l’IMU e che addirittura mandano le lettere che creano problemi ai Comuni, con gli anziani che vengono a fare richieste di rimborso, chi parla di rilancio impegnando centinaia di migliaia di miliardi a favore dei lavoratori, chi ci ha massacrato gridando “Attenti alla Grecia” e che oggi dice che si possono ridurre le tasse.
Promesse elettorale, ritornelli ripetuti da persone che per un anno si sono sorretti a vicenda. Dulcis in fundo, il buon Maroni che trattiene il 75% delle tasse per la regione e che parla di euro regione Piemonte-Lombardia-Veneto.

La verità vera che non si può nascondere è che adesso questi impegni vanno mantenuti e per poterlo fare occorrono maggioranze tali da poter modificare la Costituzione, altrimenti sono solo delle boutades che tali rimangono. Una cosa è certa: adesso vincono tutti, rilanciano tutti, tutti pensano già al domani … e si dimenticano dell’oggi. Un esempio per tutti viene dalla mia amata Liguria, con la Lega che è scivolata al 2,4%, sia perché i leghisti liguri che hanno fatto la campagna per la Lombardia si sentivano esclusi, sia a causa degli errori politici grossolani commessi dalla segreteria. Una campagna elettorale totalmente sbagliata, sulla quale non si può sorvolare: chi ha fatto questi errori deve avere la coscienza e la forza di farsi da parte.

Il mio grosso dispiacere è che nel 1996 quando la Lega correva da sola e con il cuore, e i liguri si domandavano cosa significasse Padania e la risposta era “un progetto politico federalista per il nord”, ottenemmo 124mila voti pari al 11,93%. Ma quel periodo, fastidioso per la nuova dirigenza è stato cancellato e messo da parte.

Ha ragione Zaia, quando dice che nel suo Veneto è stato sbagliato tutto, ma soprattutto le liste, la gente, i nomi: questo é avvenuto anche nella nostra Liguria. Senza dimenticare che ci sarebbe anche da discutere sulla vittoria di Maroni in Lombardia, una vittoria dimezzata, se rapportata alla vittoria di Zaia del 2010 in Veneto (60%, con il 35% alla Lega e il 25% al PDL) o ai voti della Lega in Lombardia, sempre nel 2010 (vinse Formigoni con il 56%, 32% del PDL e 26% della Lega). Il modello Tosi (lista della Lega più lista Civica), auspicato anche da Maroni, è la rovina della Lega!
(C.S.)



Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!