Home » POLITICA, PRIMO PIANO » Elezioni 2018: Liguria maglia nera del Nord Italia, voto nel caos code a fiumi, schede errate

Elezioni 2018: Liguria maglia nera del Nord Italia, voto nel caos code a fiumi, schede errate

Genova.  È caos ai seggi in Italia durante le elezioni per il rinnovo di Camera e Senato. Lunghe code per votare, schede da ristampare in Sicilia, gli scrutatori dei seggi esteri bloccati nel traffico.

A complicare il quadro è anche il nuovo sistema del tagliando antifrode, escogitato per evitare che nell’urna possano finire schede pre-compilate, che tuttavia rallenta le operazioni.  A Genova c’è la fila, e in qualche caso c’è chi ha rinunciato dopo decine di minuti ad aspettare. Il caos è scoppiato in particolare al seggio 48 di via Modugno a Pegli, dove la presidente ha deciso di far votare una persona alla volta, nonostante la presenza di tre cabine.

“Ho atteso un’ora e mezza per far valere un mio diritto – ha esordito un anziano – e molti se ne sono andati prima di votare”. “Tempi d’attesa disastrosi – ha aggiunto un altro elettore – non so se per burocrazia o per incompetenza anche perché nelle sezioni vicine non c’era quella coda”.

“Abbiamo sempre votato qui e non è mai accaduto” ha replicato una coppia facendo capire che questo nuovo metodo ha creato l’ingorgo. Qualcuno ha chiamato anche le forze dell’ordine che non hanno riscontrato irregolarità ma una certa lentezza e una passione per la burocrazia. La coda di alcune decine di metri, non documentabile perché dentro il seggio era vietato fare riprese, si è smaltita nel pomeriggio. E alla fine i tempi sono tornati ad essere decorosi. “Noi abbiamo sentito delle polemiche – ha concluso una coppia di anziani – ma in un quarto d’ora abbiamo fatto tutto”.

Liguria ultima tra le regioni del Nord per numero di votanti. A livello nazionale alla Camera si sono recati al voto il 72.91% degli aventi diritto. In Liguria il dato si è fermato al 71.96%. Discorso analogo per quanto riguarda l’affluenza al Senato. In questo caso alle chiusura dei seggi il dato nazionale ha fatto segnare il 73.03% dei votanti.

In Liguria lo stesso dato si è fermato al 71.91%. La provincia dove si è votato meno in Liguria è quella di Imperia: 69.15% alla Camera e 69.35% al Senato. Un po’ meglio  ma sempre sotto la media la situazione a Genova: 71.47% alla Camera; 71.40% al Senato. In flessione rispetto al 2013 il numero dei votanti anche nella provincia della Spezia: 73.93% alla Camera e 73.73% al Senato. La provincia che ottiene il risultato migliore invece è quella di Savona dove si sono recati al voto il 74.01% degli aventi diritto per la Camera e il 73.89% per il Senato.
(Lara Calogiuri)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

LEGA DEL FILO D’ORO

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!