Home » NEWS FUORI REGIONE » È uscita la compilation “Splendidi 40enni”

È uscita la compilation “Splendidi 40enni”

Milano. “40 anni e non sentirli” recitava un famosissimo “claim” pubblicitario, che potrebbe oggi diventare “40 anni ed ascoltarli”.

Lo stimato giornalista e speaker radiofonico Luca De Gennaro da tempo conduce un programma radiofonico su Radio Capital chiamato “Splendidi 40enni” dedicato, appunto, a tutti quegli album che da non meno di 40 anni continuano a scandire la storia della musica, a influenzare il pubblico, a stimolare le nuove generazioni che si affacciano all’ascolto dei “classici di sempre”.

E da questo programma di successo deriva la compilation “Splendidi 40enni”, creata con inesauribile passione dallo stesso Luca De Gennaro e pubblicata da Sony Music Italy.

La compilation con 32 brani è stata presentata ufficialmente in due appuntamenti, a Milano con Massimo Oldani (storica voce della radiofonia italiana, attualmente in forza a Radio Capital) e con Franz Di Cioccio (frontman della PFM nonché uno dei migliori batteristi italiani di sempre), a Roma con Gino Castaldo (giornalista e scrittore di musica, “penna” attenta e sensibile) e con Francesco Di Giacomo (voce e frontman del Banco del Mutuo Soccorso).

In queste due occasioni sono state ritrovate quella cura ed quell’attenzione nei confronti della musica e di quello che rappresenta nella vita di pubblici grandi e piccoli, che a volte sembrano perdute ma che ancora vivono e vengono alimentate dalla passione di chi non ne può fare a meno.

La raccolta annovera i grandi del rock, dai Deep Purple (Smoke on the water) a Santana (Black magic woman/Gypsy queen), Jetrho Tull (Locomotive breath), Johnny Winter (Rock and roll hoochie koo), Blue Oyster Cult (Cities on flame with rock and roll) e Jggy and the Stooges (Search and destroy), il folk rock Simon & Garfunkel (The boxer), il sound californiano dei Byrds (So you want to be a rock’n’roll star) e degli Jefferson Airplane (Feel so good), il glam rock di Roxy Music (Virginia plain), Mott The Hoople (All the young dudes) e Lou Reed (Walk on the wild side), la canzone d’autore di Bob Dylan (If not for you), Van Morrison (Brown eyed girl), Eric Anderson (Blue river) e Donovan (Hurdy gurdy man), il rock’n’roll di Electric Light Orchestra (Roll over Beethoven), il progressive rock degli Argent (God gave rock and roll to you) e Mountain (Mississippi queen), il country di Johnny Cash (Man in black), Kris Kristofferson (Me and Bobby McGee) e John Denver (Take me home, country roads), il blues dei Guess Who (American woman), gli hits di America (A horse with no name), Albert Hammond It never rains in southern California), Harry Nilsson (Without you) che dominavano le classifiche, le ballads di Dr. Hook & the Medicine Show (Sylvia’s mother), il rock progressivo italiano della PFM (È festa) e del Banco del Mutuo Soccorso (Non mi rompete), il rock melodico della Formula 3 (Questo folle sentimento) e due tra i cantautori più leggendari della nostra storia Lucio Battisti (29 settembre) e Lucio Dalla (Occhi di ragazza) che muovevano i primi passi proprio in quel periodo.
(Franco Gigante)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!