Home » NEWS FUORI REGIONE » Due racconti della scrittrice massafrese Antonietta Benagiano nell’antologia di prosa breve italiana contemporanea “Duemila e oltre” curata dal prof. Roberto Pasanisi

Due racconti della scrittrice massafrese Antonietta Benagiano nell’antologia di prosa breve italiana contemporanea “Duemila e oltre” curata dal prof. Roberto Pasanisi

Massafra. E’ in distribuzione nelle librerie Duemila e oltre, antologia di prosa breve italiana contemporanea, edita lo scorso luglio dall’Istituto Italiano di Cultura di Napoli (Fuori Collana, come la precedente antologia di prosa pubblicata nel 2005), di cui è direttore, e curatore, il prof. Roberto Pasanisi.

Le 134 pagine ci propongono quattordici autori (ciascuno col proprio accattivante modus narrandi). Li menzioniamo in ordine alfabetico riportando per ciascuno di essi una brevissima nota. Tra parentesi i titoli dei loro racconti inseriti in quest’antologia.

Antonietta Benagiano, scrittrice poetessa e saggista di Massafra. Oltre venti i libri pubblicati, tra romanzi, saggi e drammi teatrali, tra sillogi poetiche e narrative, taluni editi dall’Istituto Italiano di Cultura di Napoli con saggio introduttivo del prof. Roberto Pasanisi e con nota critica del compianto poeta e critico prof. Giorgio Barberi Squarotti. Pubblicista di giornali e riviste, fa parte di giurie letterarie e artistiche ed è una presente costante come relatrice in convegni int4rnazionali come il Seminario Internazionale Interdisciplinare CISAT di Psicologia, Psicoterapia e Letteratura, giunto alla sua XIV edizione (racconti inseriti nell’antologia: “Il richiamo” e “Le treccine”).

Francesco Capaldo di Nocera Inferiore. Come narratore ha esordito con la raccolta di racconti “Narciso” (“Il suo mare” e “Il falco”).

Cinzia Della Chiesa di Arezzo. La sua prima opera narrativa è stata “Quadri di donne di quadri” (“Il sorriso dello scorpione” e “Luce”).

Lucia Di Pompeo- “Docente di voce” per il Centro Internazionale del Libro Parlato “A. Sernagiotto” di Feltre (“Il Signor A. e le susine”).

Fiorella Giovanni. Scrittrice e fotografa francese specialista di Venezia che considera città di adozione; fra l’altro, ha partecipato a due libri usciti senza scopo di lucro con autori italiani  (“Storie di gatti veneziani. Il gatto della Fenice”, “Il gatto rosso di Riva degli Schiavoni”, “La riunione davanti al Caffè Florian al chiar di luna”, “Delirio felino”, “Vivaldina” e “La Giuliettina di Verona”).

Francesca Formica di Ischia. Tra le sue pubblicazioni annovera anche articoli di ambito filologico; una scelta di sue poesie è stata anche pubblicata nel volume antologico “900 e oltre: Inediti italiani di poesia contemporanea” (“Il piccolo sogno”, “Festa a sorpresa” e “La penna a sfera”).

Roberto Pasanisi, psicologo clinico e del lavoro, italianista, scrittore, editore e giornalista, già docente di Lingua e Letteratura italiana, di Politica e società italiana e di Storia del cinema italiano alle Università di Galati (Romania), Mosca (Russia) e Lovanio (Belgio), già docente, e anche direttore, del Master di Psicologia dell’Accademia di Belle Arti “Fidia” di Vibo Valenzia (“California, addio”, “Soave era la sera”, “Il cavaliere oscuro”, “Quel che resta della notte”).

Laura Piacentini. Maestra d’Arte che per tanti anni ha vissuto all’estero, rivestendo anche, presso l’American School od Doha del Qatar, il ruolo di tutor di Italiano per studenti liceali dell’International Baccalaureate (“La tela di Gauguin”).

Ivan Pozzoni. Poeta-saggista, condirettore de Il Guastatore – Quaderni “neon” – avanguardisti, direttore esecutivo di una rivista internazionale, nonché direttore di varie collane; ha scritto articoli dedicati a filosofi italiani del l’Ottocento e del Novecento e diversi contributi su etica e teoria del diritto del mondo antico, collabora con numerose riviste italiane e internazionali (“Ikea”, “La vera storia della mia a morte accaduta ieri”, “C’è un insetto misterioso in casa mia”, “La doccia”, “Mamma dice che ti odio”, “Oggi è una giornata da en”, “Sei sul giornale!”).

Daniele Santini. Psicologo e scrittore. In questo periodo sta lavorando alla terza stesura del suo primo romanzo (“Priscilla, una storia vera” ).

Salvatore Saporito. I suoi continui viaggi di lavoro concorrono alla sua passione per la scrittura tanto da averlo invogliato a raccontare e a raccontarsi come nel suo primo romanzo “Quel nascer vivi che non si spiega” (“Eutanasia di un odore”, “La nuda proprietà”).

Giovanni Teresi, siciliano. Gìà docente di Economia Aziendale e Discipline giuridiche ed economiche ha all’attivo la pubblicazione di diversi testi di poesia e racconti (“L’eterno amore di Crispia Salvia e Julius Demetrius”, “La grotta della Sibilla Lilybetana”, “Storie di folklore e tradizioni popolari”).

Michele Veschi. Diplomato perito nautico, è impiegato nel settore elettronico. Ha partecipato a vari concorsi letterari, è appassionato di sport e studioso di filatelia e numismatica (“Al servizio dei sogni”, “Saper aspettare”).

Dino Villatico. Ha vissuto per tanti anni in Argentina (il padre è stato tra i fondatori dell’Università di Bahìa Blanca), ove ha iniziato i suoi studi musicali che ha poi continuato in Italia; scrive critica musicale e scritti di vario genere (Il ditirambo inghiottito dal vento”, “La musica della distanza”).

Prefatore della suddetta antologia è lo stesso prof. Pasanisi, psicologo clinico, scrittore, italianista e poliglotta, editore e giornalista, già docente in prestigiosi Atenei esteri, attualmente nel Polo Universitario “Principe di Napoli” di Trapani dove è anche Direttore dei Dipartimenti di Comunicazione e Didattica dell’Arte nel suo diverso manifestarsi. Il prof. Pasanisi è anche fondatore del CISAT e di altre prestigiose istituzioni culturali e sociali, oltre che di riviste.  Molto significativa nella prefazione l’analisi sulla ‘morte della bellezza’ nelle opere narrative di Gabriele D’Annunzio, che il Pasanisi definisce “reboante e tuttavia profetica voce… alla ricerca di un senso di se stesso nel labirinto del moderno”, che stava già avviandosi “al peggiore dei mondi possibili”. E non poteva mancare l’apporto del Pasanisi scrittore all’interno della stessa antologia con quel suo narrare fantastico e insieme filosofico: una recherche anelante alla bellezza di cui la società contemporanea ha decretato la morte, mentre essa sola può dare senso all’esistere nell’epifania dell’attimo. Un’antologia da leggere per la validità di ogni autore presente, e attraverso la voce di tutti possiamo tornare al piacere della lettura, quella del racconto breve, forse più adeguato alla nostra società che, prediligendo l’immagine, lascia sempre meno tempo alla riflessione sulla pagina.

Nella foto la copertina dell’antologia con l’opera elettronica “Contrappunto dialettico alla mente” del prof. Roberto Pasanisi.(Nino Bellinvia)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!