Home » LA SPEZIA, NEWS, PRIMO PIANO » Droga. Debellata dalla GdF cellula criminale italo-polacco, arrestate 9 persone

Droga. Debellata dalla GdF cellula criminale italo-polacco, arrestate 9 persone

La Spezia. Ieri, mercoledì 17 ottobre, i militari della Guardia di Finanza hanno messo fine all’attività criminale di un gruppo italo-polacco, dedito all’importazione dalla Polonia di consistenti quantitativi di marijuana ed hashish destinati allo spaccio in ambito locale.

L’operazione ha permesso di trarre in arresto complessivamente 9 soggetti (in flagranza di reato ed a seguito di ordinanze di custodia cautelare) e di rinvenire e sequestrare circa 2 chilogrammi di marijuana e hashish, denaro e bilancini di precisione, un’autovettura utilizzata per il trasporto della droga, nonché di segnalare alla Prefettura numerosi consumatori di droga, alcuni dei quali insospettabili.

L’indagine è iniziata nei primi mesi dell’anno in corso, a seguito di ordinaria attività di controllo economico del territorio svolta dai finanzieri spezzini, che aveva consentito di constatare un sensibile aumento della disponibilità, da parte dei consumatori sia abituali che sporadici, di sostanze stupefacenti c.d. “leggere”. L’approfondimento di tale input ha consentito, progressivamente, l’individuazione dei canali di rifornimento della droga acquistata dai consumatori.

Sin dalle prime fasi dell’operazione, gli investigatori appuravano che il maggior quantitativo di droga transitava dalle mani di un noto pizzaiolo spezzino, P. E. di anni 26, che ordinava la sostanza ad un cittadino di origine polacca, da tempo residente in Provincia, I.S. di 31 anni, residente a San Terenzo (SP), il quale univa al diletto dei frequenti  viaggi in Polonia anche l’“utilità” del trasporto di alcuni quantitativi di hashish e marijuana.

Lo sviluppo delle indagini, supportate da intercettazioni telefoniche e numerosi pedinamenti, ha permesso di individuare ulteriori soggetti italiani e albanesi coinvolti nello spaccio “al minuto”, alcuni dei quali  arrestati nel corso dei mesi precedenti con significativi quantitativi di sostanza stupefacente.

L’aspetto maggiormente preoccupante dell’indagine è stato constatare che la droga, spesso spacciata nei pressi di una scuola della Spezia e nei pressi di una nota pizzeria della città, di titolarità di uno degli arrestati, veniva consumata frequentemente e largamente da un elevato numero di giovani spezzini, di età compresa tra i 20 ed i 40 anni.

Aspetto singolare, emerso dalle intercettazioni, l’uso di un linguaggio sibillino che, per richiedere i vari quantitativi di sostanza stupefacente, faceva riferimento alle doppie dosi, per esempio, di “mozzarella”, o l’aggiunta “di quel particolare peperoncino”.
(C.S.)



Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!