Home » BACHECA WEB » Dopo Alexia, obiettivo puntato su Robb Cole. L’intervista di Vincenzo Bolia

Dopo Alexia, obiettivo puntato su Robb Cole. L’intervista di Vincenzo Bolia

Dopo l’intervista ad Alexia che abbiamo pubblicato su Liguria 2000 News il 1° marzo, proponiamo ai nostri lettori Robb Cole, cantante, cantautore, ballerino e designer, un artista decisamente completo.

“Domani è un altro giorno” è il suo album più recente e vanta collaborazioni di primo piano come quelle con Marie Claire D’Ubaldo, Ivana Spagna e Viola Valentino, con la quale duetta nel nuovo singolo “Perduto amore”. E per farlo conoscere meglio ai nostri lettori, cosa c’è di meglio di proporre una sua intervista?

Roberto, come è nato il tuo nome d’arte?

«Il mio primo album è uscito con il mio nome di battesimo: Roberto Colonna. In seguito, in quanto intendevo  intraprendere un nuovo percorso artistico usando anche l’inglese, con il mio produttore di allora e il mio socio dalla rc-music, abbiamo deciso di sfruttare i diminutivi ed è nato Robb Cole. Robb=Roberto, Cole=Colonna».

La tua carriera è molto lunga e ricca di successi con tante collaborazioni importanti, come sono nate queste collaborazioni?

«Ho avuto tante soddisfazioni e la fortuna di poter lavorare con artisti di fama, iniziando tanti anni fa in Svizzera ho avuto il piacere di poter aprire concerti per Mino Reitano, Fiordaliso e altri. In seguito sono nati i duetti con Viola Valentino, Ivana Spagna e Marie Claire D’Ubaldo».

La collaborazione con Viola per il mio ultimo singolo Perduto amore di Andrea Gallo, Alberto Rosati  e nata dopo aver fatto una Cover del brano di Viola Valentino ”Domani è un altro giorno” (dell’album omonimo) contro l’omofobia. Io ed il mio Team, insieme al mio produttore artistico Luca Venturi, abbiamo pensato di incidere un brano in duetto con Viola, le abbiamo fatto la richiesta è lei ha accettato volentieri.

Quando invece mi hanno proposto il brano Dancing On The Beach mi è venuta in mente subito Ivana Spagna con la quale fare un duetto, visto che anche lei è nata artisticamente con la dance.

Abbiamo inviato la richiesta a suo fratello Theo, dopo due settimane ci hanno risposto che il brano piaceva tantissimo a Ivana.

Il brano nella terza settimana dopo la pubblicazione è entrato  alla posizione numero 7 della Swiss DJ Chart, classifica svizzera dedicata alla musica house e dance, segnando così, dopo 12 anni dall’ingresso nella top 50 svizzera, il ritorno del nome di Spagna in una classifica estera.  E’ stata una soddisfazione per entrambi.

L’incontro con Marie Claire D’Ubaldo è avvenuto durante la promozione in Svizzera per il suo singolo The Rhythm Is Magic. Il mio socio ed io abbiamo pensato di fare una richiesta al suo produttore in Italia ed è nato il brano World We Love

Tutti i duetti sono stati grandi soddisfazioni per me,  sono tutti artisti straordinari e disponibili».

«Domani è un altro giorno è il titolo del tuo attuale album, raccontaci un po’ di questo lavoro.

Domani è un altro giorno è  un lavoro a cui tengo molto, vanta tante collaborazioni come detto e contiene brani sia in italiano che in inglese di generi diversi.

C’è la dance come “Whichever Way That You Go” (scritto da Patrick Jordan dal Inghilterra) o “Dancing On The Beach feat. Spagna”, che dietro la patina della musica leggera raccontano  importanti temi sociali, come in “World We Love” il duetto con Marie Claire D’Ubaldo, narrazione sulla nostra natura di esseri umani o il brano “Domani è un altro giorno” contro l’omofobia scritta da Andrea Gallo.

Un album multi sfaccettato».

«Il brano contro l’omofobia Domani è un altro giorno come e nato?

Ad album praticamente finito mi è stato proposto dal mio produttore artistico di cantare il brano in versione Dance, che aveva già cantato Viola. Dopo aver sentito il brano abbiamo deciso di inciderlo e utilizzarlo anche come title track.

Il brano scritto da Andrea Gallo mi ha ricordato un episodio di anni fa a Zurigo. Ero in giro con degli amici, una coppia gay, Christian & Sven. Alcuni ragazzi cominciarono ad insultarli perché si tenevano per mano. Ho provato a dialogare con loro, ma sono stato colpito con un pugno e ne è uscita una rissa….

Una discriminazione che non dovrebbe più esistere ai nostri tempi. Cantare questo brano è stato un modo per impegnarmi affinché le cose migliorino».

«Tu sei nato in Svizzera ma sei di origine italiana?

Sono nato e cresciuto in Svizzera perché i miei genitori sono emigrati tantissimi anni fa dalla Calabria, ma mi sento molto legato al Italia. Cantare in italiano mi fa sentire a casa».

«Dove è possibile seguirti sul web?

Chi vuole seguire la mia attività artistica può tenersi costantemente aggiornato visitando i seguenti siti:

www.robbcole.ch
www.facebook.com/robb.cole1».
(Vincenzo Bolia)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!