Home » NEWS FUORI REGIONE » Domani tappa a Roma della Milano-Sanremo della Canzone Italiana voluta dalla R.E.A. Collegamento con le tv della Romania

Domani tappa a Roma della Milano-Sanremo della Canzone Italiana voluta dalla R.E.A. Collegamento con le tv della Romania

Roma. Attesa per domani, 1 dicembre,  la tappa della Milano Sanremo della Canzone Italiana, convegno itinerante voluto dalla R.E.A. (Radiotelivisioni Europee Associate) come ha riportato Shpresa Tulekul in un suo articolo su Musicalnews.com..  Si terrà, con ingresso gratuito,  presso Teatro Tenda a Strisce in Via Giorgio Perlasca 69 con inizio ore 18.00 . Con la R.E.A. vi partecipano i Jalisse  e le 100 Radio. Si potrà seguire in eurovisione sulla rete Romania TV e decine di emittenti televisive terrestri.

Come fa presente Giancarlo Passarella, durante il Festival di Sanremo, il presidente Antonio Diomede organizza sempre un convegno sui problemi della comunicazione, legati al mondo dell’emittenza radiotelevisiva. Per questa edizione, al convegno ci si arriva in modo itinerante, partendo da Milano e toccando tutta Italia con una serie di eventi… ciclisticamente una Milano-  Sanremo!

“LA MILANO SANREMO DELLA CANZONE ITALIANA” per intenderci. Una grande manifestazione artistica si terrà in occasione della festa nazionale della Romania che sarà trasmessa in eurovisione sulla rete Romania Tv durante la quale si prevede una presenza di 5 mila spettatori al Teatro Tenda a Strisce di Roma e un ascolto europeo di almeno 5 milioni di telespettatori. E’ prevista la partecipazione straordinaria dei Jalisse, il duo composto da Alessandra & Fabio, i quali canteranno in anteprima dal vivo la nuova canzone “Tra Rose e Cielo”. A seguire il cantautore Luca Maris sorprenderà il pubblico romano ed europeo con due brani del suo ricco repertorio. Inoltre si esibiranno la brava Paola Gruppuso straordinaria scoperta emersa nella trasmissione di Gerry Scotti “IO CANTO” andata in onda su Canale 5 e numerosi emergenti de “La Milano Sanremo della Canzone Italiana”. 

Durante la manifestazione sarà firmato dal Presidente della REA, Antonio Diomede, e il Presidente dei romeni in Italia, Eugen Terteleac, il Protocollo d’intesa collaborativa per la promozione e lo sviluppo dell’interscambio informativo, culturale e artistico sull’asse Italia-Romania…. La Festa Nazionale della Romania proseguirà nella giornata di domenica, 2 dicembre 2012, con eventi artistici nazionali e internazionali di rilevante valore.
L’evento sarà diffuso da Romania TV in tutta Europa.

Collegandosi allo streaming tv ad alta definizione, dalle ore 17 alle 22 di sabato e domenica prossima, le emittenti televisive potranno ritrasmettere via terrestre dieci ore si spettacolo e di eventi internazionali. Alle emittenti interessate verrà rilasciata ampia deliberatoria per lo sfruttamento commerciale.

Qui di seguito riportiamo un’intervista di Giancarlo Passarella, pubblicata anche questa su Musicalnes.com.

Ecco quanto scrive:

“Come Winston Churchill, anche Antonio Diomede fa il segno di vittoria: gli va riconosciuta una grinta sanguigna ed un sacco di risultati positivi (tutti a favore dell’emittenza locale), compresa la denuncia recente dell’SCF all’Antitrust!

Non ho avuto molto difficoltà a realizzare questa intervista, perchè praticamente ci sentiamo ogni giorno: è un vulcano d’energia ed ha l’indubbio potere (e qualità intrinseca) di lavorare collegialmente. Non prende mai una decisione di testa sua, se prima non senti i suoi più stretti collaboratori (Salvatore Riso, Gino Conte, Italo Mastrolia) e da ognuno ha avuto un parere esaustivo!


-        Buongiorno Presidente: che periodo stiamo vivendo in Italia in ambito comunicazione?

-        -Stiamo vivendo un periodo di grandi cambiamenti tecnologici. E’ iniziata l’era della Radio Digitale che offre la possibilità di diffondere con un solo trasmettitore e una sola antenna ben 12 programmi radiofonici (qualità CD) abbinati a servizi video (Visual Radio) sulla propria autoradio. Si pensi, ad esempio, alla possibilità di ricevere sul piccolo schermo dell’autoradio digitale di 5 o 7 pollici videoclips o canzoni sottotitolate per il karaoke. E’ una rivoluzione di grande portata per lo sviluppo della musica e delle etichette discografiche indipendenti. Infatti la Delibera dell’Autorità n. 664/09 consente l’accesso di nuovi soggetti, costituiti in imprese editoriali (informative, musicali, ecc) e associazioni, alla Radio Digitale in qualità di produttori di programmi. In altre parole, le etichette discografiche possono farsi la propria radio digitale per l’autopromozione a livello locale e nazionale. Per ottenere la licenza occorre inoltrare al Ministero dello Sviluppo Economico – Dipartimento Comunicazioni – una semplice domanda dimostrando di possedere alcuni requisiti previsti dall’anzidetta Delibera.


-        La REA è leader in Italia della Radio Digitale per aver costituito EuroDab Italia, il primo consorzio digitale di emittenti locali.

-        Dunque se ci sono soggetti interessati alla Radio Digitale, ben vengano…. la REA è pronta ad accoglierli
.


-        La sua recentissima denuncia all’SCF, da quale motivazione e’ stata dettata? Qual’e’ la goccia che ha fatto traboccare il vaso?

-        La SCF vanta dei diritti che nessuno gli ha mai negato anche se c’è da precisare che il diritto connesso è simile al vecchio dazio che si pagava ai comuni per il semplice fatto che le merci viaggiavano sul loro territorio.


-        Le major pretendono il dazio sui supporti magnetici (anche vergini) destinati alla stampa delle opere musicali.

-        E’ un diritto obsoleto di difficile comprensione che andrebbe soppresso per il bene dello sviluppo della musica, degli artisti, degli autori, degli interpreti ed esecutori, degli editori. Ritengo che i diritti connessi non facciano bene alla musica, ma……. fanno tanto bene alle tasche delle Major …e niente più. Tuttavia le radio hanno da sempre pagato i diritti connessi alla SIAE. Le ricevute di pagamento sono a disposizione di chiunque voglia prenderne visione. Tant’è che dalle somme versate dalle radio alla SIAE (comprensive dei diritti AFI – codice 0709), dopo il ritiro della delega d’incasso alla stessa SIAE da parte della SCF, non sono mai state stornate. Anzi, le radio che hanno sottoscritto la convenzione AERANTI-FRT, i diritti connessi li hanno pagati ben due volte: una volta alla SIAE e una volta direttamente a SCF. Di fronte a tale evidenza, la SCF cosa fa? Denuncia le radio per pirateria musicale, emette fatture di pagamento per prestazioni e servizi mai resi alle radio, invoca ed ottiene le incursioni di polizia, invia raccomandate minacciose di azioni legali e persecuzioni penali…


-        La sua grinta, nasconde una età anagrafica di un certo peso…. lei che età realmente si sente di avere?

-        La mia indole è la ribellione ai soprusi e alle ingiustizie. Non sopporto l’arroganza e la prepotenza dei forti. Quando si tratta di difendere i deboli mi sento come un ventenne con l’esperienza di un settantenne……


-        Come vive la sua famiglia questa sua iper-attività?

-        Condivisa e motivata. La mia famiglia è composta dal sottoscritto, la moglie, tre figli sposati e tre meravigliosi nipotini: Alessandro, Giulia e Sofia ai quali dedico moltissimo tempo….


-        Ritorniamo a parlare della R.E.A. e cerchiamo di raccontare che cosa è e come si muove….

-        La REA è l’associazione del settore radiotelevisivo da me fondata con lo specifico scopo di tutelare le emittenti locali e le aziende dell’indotto radiotelevisivo. La REA rappresenta 420 imprese e svolge l’attività di tutela sindacale nei confronti del Ministero dello Sviluppo Economico – Dipartimento Comunicazioni, dell’Autorità Garante, della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento Editoria – e degli Enti Istituzionali (SIAE, Regioni, Province, Comuni, Enti previdenziali) sia per le specifiche necessità che, più in generale, per la formazione delle leggi, dei regolamenti, delle convenzioni, dei contratti di lavoro, ecc. .


-        L’azione sindacale della REA, in tutte le circostanze, è sempre dettata dalle reali istanze che pervengono dagli iscritti e dal settore. La REA è allergica alla sottomissione politico-partitica, nonché lobbistica. Obbedisce a precise regole etiche, morali e professionali che la rende antipatica ed invisa ai poteri forti che, invece, la vorrebbero “voltagabbana e faccendiera” come l’usanza del costume italiano…



-        Un’altra sua creatura è il circuito delle 100 Radio Più Belle d’Italia: come è nato questo circuito e quali successi sta ottenendo?

-        Il circuito de Le 100 Radio è l’esempio di come l’unione fa la forza e come può fare qualità semplicemente mettendo insieme le esperienze professionali che ciascuno ha maturato nel proprio campo. Il circuito de Le 100 Radio è un network di radio locali al quale si aderisce liberamente e gratuitamente senza alcun condizionamento esterno e senza il patron di turno. Ha partecipato assiduamente e con notevole successo alle due edizioni del Festival di Sanremo fornendo servizi giornalistici in diretta alle radio. Ha lanciato l’Indipendent Day di Povia e Baccini nel 2008. Si propone di unificare e sincronizzare i collegamenti tramite il satellite e di iniziare a pianificare la pubblicità nazionale per poter crescere ancor più degli attuali due milioni di ascolti giornalieri..


-        Rilassiamo un pò la discussione. Ci dice qual è l’ultimo film che ha visto?

-        Totò le Mokò…


-        L’ultimo libro che ha letto?

-        I tre moschettieri …


-        Diamoci l’appuntamento per il futuro: se ci vediamo la settimana prossima o fra un mese o fra un anno, di che cosa ci parlerà?

-        Di come sarà cresciuta la Radio Digitale e come si sarà inserita la discografia indipendente nei programmi musicali delle radio locali… alla faccia della SCF!

-

Crediamo di aver fornito ai nostri lettori, grazie a Musicalnes.com ed a Giancarlo Passarella, notizie di grande importanza.

Nelle foto il logo della R.E.A. (Radiotelevisioni Europee Associate) e il suo presidente Antonio Diomede.
(N.B.)


Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!