Home » POLITICA, PRIMO PIANO » Diffondere la pace come un virus, convegno internazionale in Portogallo

Diffondere la pace come un virus, convegno internazionale in Portogallo

Savona. Zahoor Ahmad Zargar ha partecipato a un Convegno internazionale a Porto, in Portogallo, dal 14 al 17 gennaio,  sul tema: “Il terrorismo internazionale cosa possono fare le religioni per combatterlo?” in qualità di rappresentante dell’UCOII ( Unione delle Comunità Islamiche d’Italia).

L’incontro é stato organizzato da HWPL (Heavenly Culture, World Peace, Restoration of Light), un’ Associazione coreana non a scopo di lucro,  in collaborazione con il Centro Krishna per l’autoconsapevolezza. Hwpl, che è affiliata all’ONU, ha fondato, infatti, alcuni anni fa l’Alleanza delle religioni per la pace perché sostiene che i leader religiosi possano trovare parole di pace ognuno nelle proprie scritture e diventare “messaggeri di pace” nelle loro comunità. Oltre a Zargar, relatori all’importante laboratorio di pace sono stati esponenti di varie religioni provenienti dall’Europa e dall’America.

Per quanto riguarda i portoghesi, era presente il massimo esponente del Centro di Krishna ISKCON, Radha Govinda Dasa, e il rappresentante del Centro buddista Budfhist, Mr. Rui Almeida. Queste due persone avevano già partecipato al Summit  internazionale per la pace  in Korea a settembre (http://www.liguria2000news.com/summit-internazionale-per-la-pace-a-seoul.html).

Il loro messaggio é stato estremamente chiaro:  entrambi si sono convertiti, uno all’induismo e uno al buddismo. Nella religione prescelta hanno trovato ciò che intimamente cercavano. Soprattutto hanno superato l’odio e l’intolleranza, la smania di possesso e di denaro tanto comuni nel nostro tempo. L’incontro di Porto è stato, dunque, un grande insegnamento di accoglienza, amore per la diversità, serenità, per il pubblico presente ma anche per i relatori stessi.

Hwpl, però, non si ferma qui. I suoi volontari continuano a cercare, in tutti i paesi del mondo, persone tra i giovani, le donne, i politici, oltre che tra i leader religiosi, perché possano partecipare ai laboratori sulla pace. Essi diventeranno “messaggeri di pace” nella loro comunità. Chiunque lo desideri può entrare a far parte di questo percorso.

Se analizziamo oggettivamente la realtà, non possiamo nasconderci che questo è il più brutto dei mondi che siano mai esistiti. Di fronte al problema di una popolazione enorme sulla terra (ottobre 2017, sette miliardi e mezzo), oltre alla piaga del terrorismo, falsamente religioso, c’è la concreta minaccia di una guerra atomica. Ma non basta: guerre ovunque, massacri, corruzione, ingiustizia sociale, sfruttamento, fame, schiavitù, leader politici che fomentano odio e disprezzo…

Non esistono ricette veloci per cambiare le cose.

HWPL cerca di diffondere il suo messaggio di pace come un virus: si tratta piano piano di cambiare mentalità e questo possono farlo solo le persone singole, nella loro famiglia, nella loro comunità sociale, nel loro gruppo grande o piccolo che sia.

Se ci crediamo, forse, non è tardi per salvare il pianeta e la sua gente.

Per informazioni: http://www.hwpl.kr/
(Renata Rusca Zargar)

http://www.senzafine.info/



Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

LEGA DEL FILO D’ORO

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!