Home » ARTE » Dal Ponente ad Alba per dodici inediti di Pinot Gallizio la cui famiglia era originaria di Arnasco

Dal Ponente ad Alba per dodici inediti di Pinot Gallizio la cui famiglia era originaria di Arnasco

Arnasco. C’era anche una delegazione di ponentini (e di Arnasco) ad Alba all’inaugurazione della mostra dedicata a Pinot Gallizio, uno dei più grandi artisti italiani del Novecento, la cui famiglia era originaria di Arnasco. La mostra, che sta ottenendo un grande successo di pubblico e di critica è ospitata presso il Palazzo Banca d’Alba (Via Cavour 4, Alba).

“Pinot Gallizio. Esercizi di psico-geometria” è il titolo della mostra che ha preso il via dopo che è stato simbolicamente prelevato nel Comune di Alba il quadro “Lichene spregiudicato” per poi portarlo presso il Palazzo Banca d’Alba e per dare inizio all’inaugurazione dell’evento che ha richiamato esperti, giornalisti, galleristi ed appassionati d’arte da tutta Italia ed anche dall’estero.

“Dopo il grande successo della mostra della pala d’altare “Martirio di San Lorenzo” del Tiziano Vecellio – dicono gli organizzatori – Banca d’Alba ospita 12 inediti di Pinot Gallizio per celebrare il cinquantennale della morte dell’artista albese, uno dei massimi esponenti dell’arte industriale apprezzato in tutto il mondo, dove ancora oggi sono custodite alcune tra le sue opere più importanti: da Madrid ad Amsterdam, da Bilbao a Parigi”.

La mostra, che è stata organizzata dal Comune di Alba e proseguirà fino a febbraio, vuole rendere omaggio all’arte informale e presentare opere inedite di grande significato artistico che sono state raramente o mai esposte al pubblico e che sono rimaste gelosamente custodite nelle stesse collezioni private per molti decenni, in parte addirittura a partire dagli ultimi anni di vita dell’artista.

“La famiglia di Pinot Gallizio – dice il sindaco di Arnasco Alfredino Gallizia – era originaria del nostro paese. Pinot era molto affezionato ad Arnasco dove in varie epoche della sua vita ha trascorso anche lunghi periodi ed ha lasciato un bel ricordo fra i suoi amici. Uno di loro possiede ancora una sua opera inedita di grande valore”.

La mostra resterà aperta con il seguente orario: tutti i venerdì dalle ore 14 e 30 alle ore 18; tutti i sabati dalle ore 9 alle ore 12 e 30 e dalle ore 14 e 30 alle ore 18; tutte le domeniche dalle ore 9 alle ore 12,30 e dalle ore 14 e 30 alle ore 18.
(Claudio Almanzi)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!