Home » MUSICA, PRIMO PIANO » Dal 25 al 29 marzo da non perdere il super format radio “Il Re del Gancio” ideato e condotto da Giancarlo Passarella

Dal 25 al 29 marzo da non perdere il super format radio “Il Re del Gancio” ideato e condotto da Giancarlo Passarella

Firenze. Continua, settimana dopo l’altra, il format radio “Il Re del Gancio” ideato e condotto dal super Giancarlo Passarella. Format da tempo diventato uno dei programmi più richiesti dalle piccole radio che lo trasmettono quotidianamente. E’ autoprodotto e registrato alla grande dallo stesso Passarella negli studi fiorentini di Musikalmente (con la regia di Ben Frassinelli e con supervisione di GianMarco Colzi) per aiutare non solo piccole radio, ma tutti i giovani artisti italiani (non è loro chiesto assolutamente nulla) che non hanno occasioni concrete per promuovere la loro musica. E’ uno show quotidiano, come risaputo, dell’inimitabile Giancarlo Passarella che è stato (lo ripetiamo anche questa volta) il primo in assoluto nel servizio pubblico a parlare di scouting. Già nel biennio 1986/87 mandava demo su Rai Stereo Uno, scoprendo Ligabue, Bandabardò, Irene Grandi… Una voce storica dell’emittenza nazionale che oggi raggiunge decine e decine di migliaia di ascoltatori di ogni piccola emittente italiana, dando voce al nuovo che avanza. Ecco quanto propone  dal 25 al 29 marzo 2013.


Primo brano di lunedì 25 marzo è “Ring my bell” di Anita Ward. E’ sicuramente uno dei brani più famosi del periodo dance di fine anni’70, anche se si tratta di una canzone nata qualche anno prima in ambito soul: ma questa è una storia già vista, con remake che non tutti sanno avere qualche anno di più sulle spalle. E’ stato tratto dal suo primo album del 1979  “Song of love” (a causa di un incidente la sua carriera terminerà nel 1980 con il secondo album “Sweet Surrender”).

Secondo brano in scaletta “Un uomo che ti ama” di Bobby Soul, cantante, produttore e Dj genovese, che ha alle spalle più di venti anni di musica, soprattutto di Black Music. Lavora attivamente anche in campo teatrale dove si occupa della parte musicale di vari spettacoli, specialmente con il Teatro Garage di Genova.

Quella presentata da Passarella è una cover di un celebre brano di Mogol / Battisti, resa funky, fumosa e personale da Alberto Debenedetti (in arte Bobby Soul), artista poliedrico e perennemente in tour: un caso artistico davvero interessante! Ha all’attivo la pubblicazione di decine di CD con svariati gruppi e almeno un buon migliaio di piccoli e grandi concerti in giro per l’Italia e l’Europa “Conseguenze del groove” è il suo ultimo album tra funk e soul. Nei 18 brani ci sono tutti i suoi collaboratori storici.

Primo brano di martedì 26 marzo è “Three minutes hero” di Pauline Black & The Selecter. Pauline Black è stata la cantante principale dalla nascita della band nell’agosto 1979. L’album di debutto della band “Too Much Pressure” è pubblicato dalla 2 Tone Records e dalla Chrysalis Records: diventa disco d’oro in Inghilterra….

Secondo brano è “It’s not the end dei baresi Serial Killer, gruppo fondato nel maggio 1995. La voce di Pio Schena ogni tanto te la sogni di notte. Il loro cd si intitola “Siamo Seri” (NoMusic Records 2007) e contiene 8 brani che ti fanno ben capire come mai di questo ensemble si parla in modo continuo da anni, Ha acquisito la consapevolezza del valore musicale della vita, arrivando alla conclusione che per vivere non bisogna “uccidere” se stessi con una qualsiasi delle tante opportunità che ci propone il sistema, ma uccidere tutto il resto, nel senso più radicale del termine.

Ecco i due brani in programma mercoledì 27 marzo.  Il primo s’intitola “ Io per lei” de I Camaleonti ed è tratto dall’omonimo album (il terzo, pubblicato il 30 maggio del 1968 dalla casa discografica CBS).

E’ sicuramente la canzone più famosa di un gruppo storico della musica leggera italiana: partecipano al Festival di Sanremo del 1969 con questo brano, ormai diventato il loro cavallo di battaglia …

Il secondo brano, invece, s’intitola “Only for the Rain crew” dei Rain, band bolognese di Alessio Amorati che da anni raccoglie buoni successi. Il cd “HeadShaker” (su DreadSun Records per la Francia e su Rising Works per l’Italia) porta meritatamente la band hard rock in giro per il mondo.


“Boy Soldier” di Johnny Clegg è il primo brano di giovedì 28 marzo. Johnny Clegg, soprannominato lo Zulu bianco, ha suonato con i gruppi Juluka e Savuka, dando un contributo importante alla musica popolare del Sudafrica, mischiando lo stile zulu con il pop inglese. Il problema dei bambini soldati è una delle piaghe più vergognose dell’umanità: il sudafricano Johnny Clegg (nato a Rochdale (Greater Manchester) da madre Zimbabwiana e padre inglese, Johnny Clegg si è trasferito in Africa da piccolo, all’età di sette racconta questo dramma e lo fa anche per averlo visto da vicino (si è trasferito in Africa da piccolo, all’età di sette anni), se consideriamo che solo da pochi decenni Zimbabwe è uscito dall’apartheid.

Secondo brano è “Abbasso Nixon” dei romani Tetes de Bois.

Un progetto ben definito che si snocciola sia nei tanti cd della loro discografia, ma anche nei numerosi concerti live che propongono in tutta Italia ed in differenti situazioni: Nixon ovviamente è preso a pretesto come politico passato alla storia! Componenti: Andrea Satta (voce), Carlo Amato (contrabbasso, basso, computer e campionamenti), Luca De Carlo (tromba), Angelo Pelini (pianoforte, fisarmonica, tastiere),Maurizio Pizzardi e Stefano Ciuffi (chitarre), Lorenzo Gentile (batteria, percussioni). Ultimo album: “Mai di moda” (2012 – Ala Bianca / Warner)


Ed ecco ai due brani di venerdì, 29 marzo con i quali Giancarlo Passarella fa anche gli auguri di Buona Pasqua a tutti i radioascoltatori.

Primo brano è ”Io vivrò senza te” dei Rokes. Shel Shapiro e la sua storica band nel 1970, con un brano proposto anche da altri artisti. La firma comunque è prestigiosa, perchè realizzato dall’accoppiata Mogol e Lucio Battisti: quindi un evergreen, rifatto in modo passionale.

Secondo brano è “Brooklyn #42” dei Red House Blues Revue (Senigallia / Stati Uniti).  Dai mitici June of’44 arrivava Sean Meadows e sulla spiaggia di velluto di Senigallia si imbatte nell’estro di David Lenci: ecco come nasce questo progetto post rock, con la collaborazione anche del Laundrette.


Se gli artisti giovani proposti vi sono sconosciuti, cercate su MusicalNews.Com altre notizie su di loro: scrivete pertanto Bobby Soul, Serial Killer, Rain, Tetes de Bois e Red House Blues Revue nel motore di ricerca che si trova in alto a destra. Scrivete uno di questi nomi accanto alla parola CERCA: se invece volete che la vostra radio del cuore mandi in onda gratuitamente il format Il Re del Gancio, mandate una e-mail a info@ilredelgancio.it.


Nelle foto: Giancarlo Passarella primo piano in una  foto in bianco e nero del dicembre 2011; il cantante, produttore e Dj genovese Bobby Soul; la copertina dell’album “Io per Lei” de I Camaleonti.
(Nino Bellinvia)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!