Home » NEWS FUORI REGIONE » D’Ambrosio: “Piano Triennale dei lavori pubblici e questione ospedale latitano a Castellaneta”

D’Ambrosio: “Piano Triennale dei lavori pubblici e questione ospedale latitano a Castellaneta”

Castellaneta. Piano Triennale dei lavori pubblici e questione ospedale latitano a Castellaneta. Pubblichiamo alcune opinioni del consigliere comunale Michele D’Ambrosio

Il vicesindaco di Castellaneta Vito Perrone, si lamenta che non ricevono più stimoli.

È vero che il vicesindaco, sia perché assessore al bilancio e sia perché avvocato, col disegno tecnico ha poco o nulla a che fare, ma chiedere spiegazioni sul DPRU a chi potrebbe saperne di più non costa nulla e probabilmente qualche stimolo lo avvertirebbe.

I nostri amministratori (per creanza), sono tanto impegnati nella somministrazione del “decotto” DPRU, da dimenticare che la giunta comunale entro il 15 ottobre, doveva approvare il Piano Triennale e l’elenco annuale dei lavori pubblici, come previsto da l’art. 128 del D.Lgs. 163/2006,  regalando alla città un’altro capolavoro da amministrazione di sprovveduti.

Programma triennale ed elenco annuale dei lavori pubblici che sono affissi per almeno 60 giorni consecutivi all’albo pretorio della sede municipale per poi essere approvati dal Consiglio Comunale, unitamente al bilancio di previsione di cui costituiscono parte integrante, entro il 31 dicembre, salvo proroghe del Governo nazionale.

Il Programma Triennale dei lavori pubblici, oltre ad essere propedeutico al bilancio di previsione, permettere di richiedere finanziamenti e mutui per le opere inserite nel piano.

Nel programma triennale sono altresì indicati i beni immobili pubblici che possono essere oggetto di diretta alienazione, previo esperimento di una gara.

Senza Piano Triennale non si hanno finanziamenti e non si possono fare lavori pubblici.

I responsabili di quest’altro regalo fatto alla città sono il Sindaco (indaffarato anche nella nomina del nuovo tecnico part-time “intuitu personae”) in quanto tale ed in quanto assessore ai Lavori Pubblici e Urbanistica, ed il Vicesindaco in quanto assessore al bilancio ed al patrimonio.

L’amministrazione comunale di Castellaneta senza stimoli, l’ospedale in contenimento.

Sulla questione dell’ospedale al sindaco D’Alessandro (e Gugliotti presidente del consiglio), che ora minaccia  azioni clamorose insieme all’assessore alla Sanità per difendere l’ospedale dai ri-tagli  ( se si pensa a qualche incatenamento, oltre agli stimoli, posso aiutarvi), va ricordato che attendiamo invano da un anno la convocazione del consiglio comunale sulla questione “ospedale”.

In occasione dell’audizione dell’allora commissario Colasanto, si permise a costui di fare il monologo, con offese gratuite ed espressioni offensive nei confronti di chi aveva osato criticare il suo operato.

Nel silenzio compiacente generale di maggioranza e finta opposizione del PD (con la tessera), si permise a Colasanto di sproloquiare e fare il monologo.

Ora i nodi vengono al pettine, compresi gli effetti di aver svenduto l’ospedale di Castellaneta e sostenuto alle elezioni regionali un candidato che non riesce a tener fede alle promesse.

Michele D’Ambrosio, consigliere comunale di Castellaneta per Rocco Loreto sindaco. (Nella foto Michele D’Ambrosio

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

LEGA DEL FILO D’ORO

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!