Home » GENOVA, NEWS, PRIMO PIANO » Controlli sulla pesca e filiera: sequestrati dalla Guardia Costiera oltre quattro quintali di prodotti ittici

Controlli sulla pesca e filiera: sequestrati dalla Guardia Costiera oltre quattro quintali di prodotti ittici

Genova. Continuano senza sosta i controlli dalla Guardia Costiera ligure sulle specie ittiche in commercio, con particolare riguardo al rispetto delle taglie minime previste, alla verifica sulla tracciabilità dei prodotti, al contrasto alle frodi in commercio e alle verifiche sul cattivo stato di conservazione. L’attività posta in essere dai militari del Corpo è volta a tutelare i consumatori, verificare l’osservanza della normativa Nazionale e Comunitaria in materia di pesca marittima e verifiche lungo la filiera commerciale, sia da parte  dei pescatori sia da parte degli operatori del settore ittico, per i previsti adempimenti normativi. A tal proposito  il 1° Centro Controllo Area Pesca, presso la Direzione Marittima di Genova, ha coordinato per tre giorni consecutivi, un’ operazione complessa, in mare e a terra, dal 26 al 28 febbraio u.s., con l’ausilio dei militari delle Capitanerie di Porto di Genova, Savona, La Spezia, Imperia e degli  uffici Circondariali Marittimi di Sanremo, Alassio e di Santa Margherita Ligure.

Sono stati eseguiti oltre 330 controlli e sequestrati complessivamente  440 kg di pescato e prodotti ittici vari.  Sono state elevate 9 sanzioni amministrative per un ammontare complessivo di 26.232 € a carico dei rispettivi trasgressori. Sono state deferiti all’Autorità Giudiziaria 8 titolari di imprese ittiche per violazioni che vanno dal cattivo stato di conservazione alle frodi in commercio a danno del consumatore finale.

Di rilievo in Liguria gli uomini della Capitaneria di Porto di Savona hanno  sequestrato,  oltre 80 kg di pesce spada, privo di qualsivoglia documentazione commerciale, rinvenuto a bordo di un tir proveniente dalla Spagna e destinato al mercato cittadino. Tale prodotto è stato venduto all’asta e i proventi incamerati dall’Erario dello Stato. In Lombardia e Piemonte, i Nuclei Ispettivi Pesca della Capitaneria di Porto di Genova hanno rilevato presso operatori all’ingrosso e al dettaglio il mancato rispetto della normativa sulla corretta etichettatura dei prodotti, talvolta ponendo in commercio prodotti ittici di qualità inferiore a quelli che venivano dichiarati in etichetta e il mancato rispetto dei requisiti di igiene. Quest’ultima attività viene svolta congiuntamente con i veterinari delle Asl.

L’attività di verifica da parte delle Autorità Marittime  è destinata a continuare, sia sulla vigilanza pesca professionale e sportiva in mare, sia lungo la filiera commerciale (ai punti di sbarco, nei porti, presso i mercati ittici e rionali, nei centri commerciali e ipermercati, pescherie, presso le piattaforme, depositi   e aziende di import-export nella fascia costiera e nell’entroterra della Lombardia, del Piemonte, della Valle d’Aosta e nella parte occidentale dell’Emilia Romagna). Tutto ciò caratterizza un forte impegno attraverso l’attività costante di prevenzione e controllo dei Comandi della Guardia Costiera ligure con l’obiettivo di assicurare la tutela del cittadino consumatore e gli aspetti sanitari e di salute pubblica., nell’ambito delle regioni indicate, al fine di preservare l’ambiente marino e il corretto sfruttamento delle risorse ittiche.
(C.S.)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!