Home » BACHECA WEB » Congresso Internazionale sul Medioevo. Tra i relatori i massafresi C.D.Fonseca e P. D’Alena

Congresso Internazionale sul Medioevo. Tra i relatori i massafresi C.D.Fonseca e P. D’Alena

Massafra. I massafresi Cosimo Damiano Fonseca e Pietro D’Alena tra i relatori del XX Congresso internazionale di studi “Bizantini, Longobardi e Arabi in Puglia nell’alto medioevo” che si terrà dal 3 al 6 novembre 2011 presso la Masseria San Domenico di Savelletri di Fasano, organizzato dal CISAM (Centro Italiano di Studi sull’Alto Medioevo) di Spoleto con la collaborazione della Fondazione San Domenico di Savelletri di Fano, nata nel 2001 per promuovere lo studio, il recupero e la tutela del territorio di Fasano e Monopoli e in modo particolare degli insediamenti rupestre. Patrocinio della Regione Puglia, della Provincia di Brindisi, Filia Solis Terra di Brindisi, Fondazione Cassa di R

Risparmio di Spoleto, Carispo – Cassa di Risparmio di Spoleto e Banca Popolare di Spoleto.

Cosimo Damiano Fonseca, Professore emerito dell’Università di Bari, Accademico dei Lincei e ambasciatore illustre della cultura meridionale ed italiana nel mondo, , aprirà il congresso  (giovedì 3 novembre, ore 10.30), dopo la cerimonia d’inaugurazione, con la relazione “Civiltà a contatto: la Puglia nell’alto medioevo”. Nella stessa giornata (ore 16.15) Pietro D’Alena, professore ordinario di Storia Medievale (titolare della cattedra di Antichità e Istituzioni Medievali) presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università della Calabria-Cosenza, terrà la relazione “Il sistema viario della Puglia dal tardo antico all’alto”. Le loro relazioni saranno inserite nel volume di Atti che sarà stampato dalla Fondazione CISAM di Spoleto, nota come la sede più prestigiosa al mondo di convegni e studi interdisciplinari dedicati alla storia e alla cultura dell’alto medioevo che si avvale di un

Consiglio scientifico con presidente Ovidio Capitani e componenti Ermanno Arslan, Paolo Cammorasono, Antonio Carile, Guglielmo Cavallo, Giuseppe Cremascoli, Letizia Ermini Pani, Tullio Gregory, Paolo Grossi, Carlo Alberto Mastrelli, Massimo Montanari, Antonio Padoa Schioppa, Adriano Peroni, Giuseppe Sergi e Francesco Stella. Insieme alle relazioni dei due massafresi, ultranoti nel mondo della cultura internazionale, nel volume degli Atti verranno pubblicare anche le relazioni degli altri partecipanti: Paul Arthur, Marina Falla Castelfranchi e Lucinia Speciale dell’ Università del Salento; Claudio Azzara ed Amalia Galdi dell’Università di Salerno; Gioia Bertelli, Ada Campione, Cesare Colafemmina, Pasquale Cordasco, Antonio Enrico Felle e Giorgio Otranto dell’Università di Bari; Filippo Burgarella  dell’Università della Calabria; Marco D’Agostino dell’Università di Pavia; Vito Lorè dell’Università di Roma Tre; Santo Lucà, Emore Paoli e Vera Von Falkenhausen dell’Università di Roma «Tor Vergata; Jean-Mariemartin dell’Ecole française de Rome; Francesco Panarelli dell’Università della Basilicata; Annick Peters-Custot dell’Université de Saint-Étienne; Walter Pohl dell’Universität Wien; Francesco Stella dell’Università di Siena; Giuliano Volpe dell’Università di Foggia; Ernest Voltmer dell’Universität Trier; Paola Degni dell’Università di Bologna; Angelica Degasperi di Forlì ed Eugenio Susi di Roma.  Questi i titoli delle relazioni, in ordine dalla prima all’ultima, che potranno essere seguite dagli appassionati cultori dei secoli medievali: “Per una geografia insediativa ed economica della Puglia tardo antica”, “Per una carta archeologica della Puglia altomedievale”, “Il sistema viario della Puglia dal tardo antico all’alto”,  “Circolazione monetaria nel Salento altomedievale (secc. VI-VIII)”, “Il popolamento e la civiltà rupestre in Puglia nell’alto medioevo”, “Le identità etniche nella Puglia altomedievale”, “Agiografia e origini del cristianesimo in Puglia”; “Le istituzioni bizantine nella Puglia altomedievale”; “Tra Bizantini e Longobardi nella Puglia altomedievale”, “L’Impero latino d’Occidente e l’Italia meridionale”, “Il Papato e la Puglia in età longobarda”, “Il Gargano nell’alto medioevo: popolamento e quadri territoriali”, “I gastaldi nella Puglia longobarda”, “Potere e monachesimo. Ceti dirigenti e mondo monastico in Puglia nell’alto medioevo”, “Digiuni penitenziali nella Puglia dei secoli IX-X: il caso di Oria”, “L’apparitio di san Michele”, “Santi, vescovi e poteri politici nella Puglia settentrionale (secc. IX-XII)”, “La Vita di Sabino, vescovo di Canosa: un exemplum di agiografia longobarda”, “Tradizioni agiografiche pugliesi tra Oriente e Occidente: Leucio e Barsanofrio”, “La Vita di San Nicola Pellegrino”, “Documentazione letteraria in latino sulla Puglia altomedievale”, “Scritture e libri in Terra d’Otranto fra XI e XII secolo”, “I documenti latini: caratteri, scrittori, funzioni”, “Cultura grafica nei documenti greci della Puglia nell’alto medioevo”, “La documentazione epigrafica latina nella Puglia altomedievale”, “La cultura artistica in Puglia in età paleocristiana: modelli occidentali e orientali stato dell’arte, metodi, prospettive”, “La cultura artistica longobarda e bizantinain Terra d’Otranto (secc. VII-XI)”, “Il libro decorato nella Puglia dell’alto medioevo”.

Per informazioni invitiamo di rivolgersi alla segreteria organizzativa: Fondazione CISAM, tel. +39 0743 225630; fax +39 0743 49902; cisam@cisam.org; Fondazione San Domenico onlus, tel. +39 080 4827993; fax +39 080 4827987; info@fondazionesandomenico.com. Nelle foto: Cosimo Damiano Fonseca (con occhiali) e Pietro D’Alena.
(Nino Bellinvia)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

LEGA DEL FILO D’ORO

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!