Home » NEWS FUORI REGIONE » Con un incontro tra cinema e territorio il prof. Cosimo Damiano Fonseca apre la rassegna cinematografica epico-cavalleresco

Con un incontro tra cinema e territorio il prof. Cosimo Damiano Fonseca apre la rassegna cinematografica epico-cavalleresco

Massafra. “Le donne, i cavalier, l’arme, gli amori, le cortesie, l’audaci imprese …” è il titolo della 
 rassegna cinematografica, di cinque appuntamenti, sul cinema epico-cavalleresco.

L’incontro di presentazione ed approfondimento della rassegna si terrà al Cineteatro Spadaro lunedì 19 novembre (ore 18.00) ed è curato dal professore Cosimo Damiano Fonseca, Accademico dei Lincei, medievista, maestro di rare capacità intellettuali e morali, punto di riferimento costante di tanti studiosi, membro di numerosi organismi scientifici nazionali e internazionali, ambasciatore della cultura meridionale ed italiana nel mondo (cittadino onorario di tante città, tra cui la nostra Massafra e Palagianello) al quale sono state conferite diverse Lauree ad Honorem.

Il tema della presentazione verterà sulla sinergia tra cinema e territorio come fonte, forma di sviluppo e promozione territoriale e turistica.

All’incontro interverranno: dottor Luigi De Luca, vice presidente della Apulia Film Commission; professore Vito Attolini, critico teatrale e cinematografico, dell’Università “Aldo Moro” di Bari; dott. Stefano. Francia di Celle di Rai Tre e Fuoriorario; l’attrice Anna Di Nanni, anche archivista storica del museo Carmelo Bene. Saluti introduttivi dell’Assessore allo Spettacolo e Turismo del Comune di Massafra, Antonio Viesti.

Subito dopo verrà proiettato il primo film della rassegna, “Nostra signora dei turchi”. E’ un omaggio a Carmelo Bene nel decennale della sua scomparsa. E’ del 1968 ed interpreti sono: Carmelo Bene, Lydia Mancinelli, Salvatore Siniscalchi e Anita Masini. Regia di Carmelo Bene.

Trama. Alla base di tutto c’è il ricordo di una strage compiuta dai turchi ad Otranto. Un ricordo ovviamente non personale, ma quasi genetico, visto che il protagonista è un intellettuale. Tra le sue visioni prendono posto ricordi infantili, colloqui immaginari e la presenza di una donna di nome Margherita (Lydia Mancinelli), ma che si annuncia sotto le spoglie di Santa Maria d’Otranto. Da ricordare che i cinque film di Bene sono quanto di più vitale, originale e interessante il cinema italiano sia mai riuscito a produrre.

Ecco gli altri film della rassegna.

“Otello” (The Tragedy of Othello: The Moor of Venice) è un film del 1952 diretto da Orson Welles e tratto dall’omonimo dramma di William Shakespeare, vincitore del Grand Prix du Festival come miglior film al 5º Festival di Cannes. E’ in proiezione lunedì 26 novembre. Interpreti: Orson Welles (Otello), Micheàl McLiaoir (Jago), Suzanne Cloutier (Desdemona), Robert Coote (Roderigo), Michael Lawrence (Cassio), Hilton Edwards (Brabanzio), Fay Compton (Emilia), Doris Dowling (Bianca), Nicholas Bruce (Ludovico), Jean Davis (Montano), Joseph Cotten (un senatore), Joan Fontaine (un paggio)

Questa la trama. Durante il periodo delle Repubbliche Marinare, Otello, detto il moro di Venezia, viene inviato dal doge a difendere la roccaforte di Cipro dai Turchi, dopo il suo matrimonio con la bella e nobile Desdemona.

Avendo scelto Cassio come aiutante, Otello provoca invidia e gelosia nel perfido Jago, che comincia ad insinuare dubbi sulla fedeltà della moglie.
Con un artificio, il subdolo Jago crea l’incidente del fazzoletto di Desdemona. A questo punto l’ingenuo Otello gli crede e folle di gelosia, soffoca la moglie con un cuscino. Ma la verità viene a galla e Jago smascherato e condannato a morte. Otello non resiste però al rimorso e si suicida.

“Lancillotto e Ginevra” (1974) con regia e sceneggiatura di Robert Bresson è il film che viene proiettato lunedì 3 dicembre. Interpreti: Vladimir Antolek Oresek, Charles Balsan, Humbert Balson, Patrick Bernard, Arthur De Montalembert, Laura Duke Condominas, Luc Simon

Trama. Dopo due anni di ricerche del Santo Graal, costati molti morti, Lancillotto del Lago – il più valoroso dei Cavalieri della Tavola Rotonda – e i suoi superstiti compagni tornano sconfitti alla Corte di Re Artù. Convinto che il fallimento dell’impresa sia un castigo divino per la sua relazione con Ginevra, la moglie del re, Lancillotto tenta di spezzare quel peccaminoso legame, convincendo la giovane sovrana a rinunciare al suo amore. Costretti all’inazione (Artù li ha invitati a deporre per qualche tempo le armi) i Cavalieri si abbandonano a rivalità e inimicizie. Apertamente ostile a Lancillotto, che è intanto tornato da Ginevra, uno di loro, Mordred, svela al re il segreto del suo ex-compagno d’arme. Ferito durante un torneo, e dato per morto, Lancillotto viene soccorso da una vecchia. Lasciata, ancora infermo, la sua abitazione, egli scopre che Artù, per allontanarla da lui, ha segregato Ginevra. Lancillotto la libera, combattendo contro i suoi stessi compagni, ma la regina, conscia che il suo è ormai un amore senza speranza, torna da Artù. Distaccatosi dall’ordine e unitosi ad altri cavalieri, Mordred marcia contro il re. Lancillotto si schiera col sovrano, ma cade, con lui, e gli ultimi dei suoi fedeli, sotto la furia dei rivoltosi.

“Il mestiere delle armi” in proiezione mercoledì 12 dicembre, è un film del 2001 di Ermanno Olmi con interpreti: Sandra Ceccarelli, Christo Jivkov, Sergio Grammatico, Dessy Tenekedjieva.

Trama. Nel 1526 le armate lanzichenecche, cioè tedesche, di Carlo V, scendono attraverso l’ Italia per minacciare lo Stato pontificio, che è difeso dal leggendario Joanni de’ Medici, noto come Giovanni delle bande nere. L’eroe è tradito dal duca di Ferrara, che omaggia il generale Frundsberg di quattro cannoni modernissimi, capaci di condizionare una battaglia. Giovanni viene ferito proprio da uno dei cannoni, a una gamba. La cancrena avanza, le cure sono inutili e il generale pontificio muore. La fase della sofferenza di Joanni è la parte migliore del film, anche se incredibilmente dilatata. Olmi si ispira al Rossellini dell’ultima età, non più quella dell’oro, quando la grazia era… appannata. I tentativi pittorici di Olmi (sempre buio, sempre neve, mai un’ora di sole) diventano purtroppo calligrafia. I personaggi sono tutti inverosimilmente tristi, lenti e solenni.

L’ultimo film della rassegna, in proiezione lunedì 17 dicembre, è con regia e sceneggiatura di Ingmar Bergman. S’intitola “Il settimo sigillo” ed è  del 1957. Interpreti: Gunnar Björnstrand, Bengt Ekerot, Nils Poppe, Max von Sydow, Bibi Andersson, Inga Gill, Maud Hansson, Inga Landgré, Gunnel Lindblom, Bertil Anderberg, Anders Ek, Åke Fridell, Gunnar Olsson, Erik Strandmark, Ulf Johansson, Lars Lind, Gudrun Brost, Benkt Ake Benktsson.

Trama:
Antonius Block è un cavaliere in ritorno dalle crociate accompagnato dal fido scudiero Jons nella sua amata Svezia, che ritrova devastata dalla peste e dalla disperazione. Sulla spiaggia viene avvicinato dalla Morte, che gli impone di seguirla. Per recuperare il rapporto con la sua spiritualità il cavaliere propone una partita a scacchi, offrendo come premio la propria vita. Comincia così la ricerca e la fuga di Antonius fra la tristezza della condizione umana e l’immenso amore di cui è capace.

La rassegna cinematografica è organizzata da Cinecircolo Pricò e Cineteatro Spadaro (tutte le proiezioni – posto unico: 3€ – avverranno presso il Cineteatro Spadaro, sipario ore 20.30)  in collaborazione con Il Serraglio/Ambiente H/FIDAPA Massafra e con il patrocinio: Regione Puglia-Assessorato al Mediterraneo/ApuliaFilmCommission/Comune di Massafra-Assessorato allo Spettacolo.

Per gli accrediti stampa per la serata inaugurale e per ulteriori informazioni: 340.9039618. E-mail: cinecircoloprico@libero.itm.indellicati@alice.it

Nelle foto la locandina del film”Nostra Signora dei Turchi” di Carmelo Bene; il prof. Cosimo Damiano Fonseca, Accademico dei Lincei.
(Nino Bellinvia)



Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!